La relazione tra Michelle Williams e Heath Ledger era già finita. La morte della star di “Il cavaliere oscuro” ha suscitato shock in tutto il mondo. Ledger è stato trovato morto nel suo appartamento di New York il 22 gennaio 2008, all’età di 28 anni, secondo il New York Times. È morto per un’overdose accidentale di farmaci da prescrizione che includevano antidolorifici e medicinali per curare l’ansia e l’insonnia. Ledger è stato aperto sulle sue lotte con quest’ultimo, rivelando come ha dormito a malapena mentre interpretava il Joker in “The Dark Knight” durante un’intervista del novembre 2007 con il New York Times. “La scorsa settimana probabilmente ho dormito in media due ore a notte”, ha detto. “Non riuscivo a smettere di pensare. Il mio corpo era esausto e la mia mente stava ancora andando”.

Ma secondo quanto riferito, Ledger non si basava solo su sostanze legali. Si dice anche che il vincitore dell’Oscar abbia fatto uso di cocaina, un’abitudine che ha creato problemi tra lui e Williams, secondo The Telegraph. Dopo essersi incontrati sul set di “Brokeback Mountain” nel 2004, Williams e Ledger hanno accolto Matilda nell’ottobre 2005, ha riferito People. Williams e Ledger hanno concluso la loro relazione triennale nel settembre 2007, ha osservato Us Weekly.

Anche se Williams amava Ledger, voleva crescere suo figlio in un ambiente sano, ha detto una fonte ad Access Hollywood. “Aveva uno stile di vita che non era davvero – almeno agli occhi di Michelle William – compatibile con la crescita di un figlio e il proseguimento di quella relazione”. Ma crescere un figlio senza un padre è qualcosa di completamente diverso – e Williams non avrebbe potuto farlo senza Jeremy Strong.

Jeremy Strong si è trasferito da Michelle Williams per aiutare con Matilda

Jeremy Strong era lì incondizionatamente per Michelle Williams dopo la morte di Heath Ledger. La star di “Successione” si è persino trasferita con Williams, insieme alla sorella di Williams e a un altro amico, per aiutare l’attore di “Venom” a navigare nelle acque difficili. “Jeremy era abbastanza serio da reggere il peso del cuore spezzato di un bambino e abbastanza sensibile da capire come avvicinarsi [her] attraverso il gioco, i giochi e le sciocchezze”, ha detto a Variety. Williams stava difendendo il suo amico di lunga data in mezzo al contraccolpo che ha ricevuto sulle sue tecniche di recitazione metodo, considerate da molti come estreme, che sono state esplorate in un film del dicembre 2021 sul New Yorker.

Il pezzo descriveva come Strong lo avesse fatto picchiare da un coordinatore degli stunt mentre girava le scene di protesta in “The Trial of the Chicago 7” nel 2020 e ha chiesto che fossero usati veri gas lacrimogeni contro di lui. “Tutto quello che so è che attraversa il Rubicone”, ha detto Robert Downey Jr., che ha lavorato con Strong in “The Judge”. Ma Williams non è d’accordo sul fatto che Strong usi il suo metodo per auto-indulgere. “Prende il suo lavoro seriamente come prende il suo spettacolo”, ha detto a Variety.

Il suo impegno si estende anche alla sua vita personale, cosa che Strong ha dimostrato quando ha messo in pausa la sua vita per aiutare un amico in lutto. “[Matilda] non è cresciuta con suo padre, ma è cresciuta con il suo Jeremy e siamo stati cambiati dalla sua capacità di suonare come se la sua vita dipendesse da questo”, ha detto Williams, “perché la sua sì”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui