La situazione finanziaria di Anne Heche al momento della sua morte è ora molto più chiara, grazie ai nuovi documenti emersi.

Inizialmente si credeva che l’attore, morto ad agosto in seguito a un terribile incidente d’auto, valesse 4 milioni di dollari. Ma in seguito è stato riferito che la situazione finanziaria della star di “Six Days, Seven Nights” era l’esatto opposto, dato che stava affrontando problemi finanziari quando è morta. Secondo Radar Online, è stata citata in giudizio da una banca dopo aver fallito nel pagamento di un prestito di poco più di $ 60.000. Ma mentre è riuscita a raggiungere un accordo con loro, non è riuscita a saldare l’intero importo dovuto.

Heche è sempre stata aperta riguardo alle sue lotte con i soldi. Nel 2014 ha confessato di essere “senza soldi”, con progetti in arrivo pochi e lontani tra loro. “Dal 18 gennaio 2008 sono disoccupato e non percepisco alcun reddito da lavoro ad eccezione di un contratto a brevissimo termine per un ruolo cinematografico per il quale ho ricevuto un totale di $ 65.000, circa la cifra che ho ricevuto per un episodio di ‘Men in Alberi'”, ha detto all’epoca (tramite Hollywood.com). “Ricevo alcuni residui di precedenti lavori di recitazione. Tuttavia, gli importi sono nominali e sono compensati da spese aziendali ricorrenti che devono essere pagate indipendentemente dal fatto che io stia lavorando o meno”.

Tuttavia, non sembra che Heche fosse al verde quando è morta. Secondo suo figlio, aveva ancora centinaia di migliaia di dollari in attività.

Anne Heche aveva $ 400.000 in proprietà personali

Homer Heche Laffoon, il figlio di Anne Heche con l’ex marito Coleman Laffoon, è stato nominato esecutore testamentario temporaneo della proprietà di sua madre. Secondo lui, Heche aveva circa $ 400.000 in proprietà personali, secondo i documenti ottenuti dal Daily Mail. Inoltre, si aspetta altri $ 400.000 all’anno dalle royalties e dai residui dei progetti passati di Heche. I documenti rilevavano che Heche aveva alcuni conti bancari, una società di cui era l’unica azionista, un interesse di appartenenza a LLC, profitti futuri da un libro che sarebbe stato rilasciato l’anno prossimo e proprietà personali che devono ancora essere valutate.

Anche se tutte queste cose non ammontano ai milioni di persone che inizialmente credevano che Heche avesse, è comunque una quantità piuttosto significativa. Non sorprende che Laffoon e James Tupper, l’ex marito di Heche, siano in lizza per il controllo della sua proprietà. Ma facendo eco a ciò che Ryan Sellers, socio fondatore della società Hales & Sellers PLLC di Dallas, in Texas, ha detto in esclusiva a Nicki Swift, è probabile che nessuno dei due ottenga ciò che vuole. Invece, il tribunale può decidere che la proprietà “finisca con una terza parte neutrale come suo amministratore principale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui