Il dramma che circonda “Don’t Worry Darling” sembra essere iniziato molto prima dell’inizio della produzione. Shia LaBeouf è stato originariamente scelto per il ruolo di Jack Chambers, per NME, che ora è interpretato da Harry Styles. Inizialmente non era chiaro il motivo per cui Styles ha assunto il ruolo, ma alla fine Wilde ha detto a Variety che doveva licenziare LaBeouf a causa della sua “energia combattiva” che non si adattava bene alla sua produzione. Lo studio del film ha originariamente citato LaBeouf che è uscito dal film a causa di “conflitti di programmazione”, ma Wilde ha insistito che non era così. Ha detto a Variety: “Credo che creare un ambiente sicuro e di fiducia sia il modo migliore per convincere le persone a fare il loro lavoro migliore. In definitiva, la mia responsabilità è nei confronti della produzione e del cast per proteggerli”.

Questi commenti di Wilde hanno acceso una tempesta di fuoco travolgente sui social media. Non ci volle molto perché LaBeouf affrontasse le affermazioni del regista. Ha detto a Variety di aver lasciato “Don’t Worry Darling” a causa di conflitti di programmazione e che l’affermazione di Wilde di essere stato licenziato per il suo comportamento era semplicemente falsa. LaBeouf ha detto: “Anche se capisco perfettamente l’attrattiva di spingere quella storia a causa dell’attuale panorama sociale, la valuta sociale che porta. Non è la verità”. Secondo quanto riferito, LaBeouf ha fornito a Variety e-mail e ricevute di testo delle loro conversazioni che ruotavano attorno alla sua uscita.

Alla conferenza stampa del Festival del cinema di Venezia, Wilde ha schivato goffamente le domande su LaBeouf e apparentemente voleva evitare il dramma che circonda quella narrazione andando avanti, secondo People. Tuttavia, ha recentemente aperto di nuovo sull’argomento.

Olivia Wilde afferma che Shia LaBeouf le ha dato un ultimatum

Sembrava che Olivia Wilde stesse lasciando il dramma che circondava Shia LaBeouf in passato. Tuttavia, ha recentemente chiarito che si attiene alla sua storia nonostante l’attore affermi di aver diffuso bugie. Durante un’apparizione in “The Late Show with Stephen Colbert”, Wilde ha insistito sul fatto di aver licenziato LaBeouf. Il regista di “Don’t Worry Darling” ha detto a Colbert: “Abbiamo dovuto sostituire Shia. È un attore fantastico, ma non avrebbe funzionato”. Ha aggiunto: “Quando mi ha dato l’ultimatum, sai, lui o Firenze, ho scelto Firenze”. Wilde ha accennato al fatto che LaBeouf e la protagonista del film, Florence Pugh, non andavano d’accordo sul set e che alla fine ha dovuto scegliere tra i due attori. Wilde ha rivelato: “Ho scelto la mia attrice, cosa che sono molto felice di averlo fatto”.

Wilde non ha altro da dire che cose positive su Pugh, nonostante le voci che circolano secondo cui i due non si vedono faccia a faccia da un po’ di tempo. Secondo Page Six, Pugh era una grande fan di Wilde e del suo lavoro prima che lavorassero insieme a “Don’t Worry Darling”. Tuttavia, la storia d’amore di Wilde con Harry Styles e PDA sul set non le andava bene. Sebbene Wilde affermi che c’è cattivo sangue, Internet non può smettere di parlare a proposito. Pugh ha persino saltato la premiere del film a New York City a causa di “conflitti di programmazione”, secondo Rolling Stone, che hanno fatto alzare le antenne dei fan.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui