Quando panico! Gli at the Disco hanno fatto irruzione per la prima volta sulla scena con il loro disco di debutto, “A Fever You Can’t Sweat Out”, nessuno si aspettava che quattro adolescenti con abiti cachemire e rappresentazioni teatrali vaudevilliane avrebbero avuto la forza di resistere per circa due decenni dopo. E per la maggior parte avevano ragione.

Mentre il fenomeno emo alla fine è svanito e ha lasciato il posto agli “E-kids” di oggi, Panic! at the Disco è rimasto un punto fermo della radio mainstream (attraverso “ME!” di Taylor Swift, per esempio), sostenuto da un suono in continua evoluzione e una riluttanza a essere incasellato. Ma quello che è iniziato come un quartetto è diventato rapidamente un trio e poi un duo pop. Questo perché i membri fondatori Brent Wilson, Ryan Ross e Spencer Smith hanno deciso di dimettersi. Oggi, il soprannome funge da copertura per il lavoro solista di Brendon Urie, e ha chiarito in abbondanza che non ha intenzione di cambiarlo. “Il nome ha sempre rappresentato qualcosa di più distante ed eccitante per me”, ha detto a Gigwise nel 2016, anno in cui ha pubblicato il suo primo progetto solista sotto il nome.

L’attuale incarnazione della band è ben lontana dal panico! alla discoteca del passato, e molti si chiedono perché Urie abbia deciso di andare da solo e se abbia gestito la partenza dei suoi compagni di band con un senso di equilibrio e razionalità.

Quello che era iniziato come un quartetto è diventato rapidamente un duo

Cavalcando il successo del loro disco di debutto, Panic! gli at the Disco hanno iniziato il loro primo tour da headliner nel 2016. Ma con grande sorpresa del bassista Brent Wilson, non si sarebbe unito a loro. “Stavamo per partire per uno spettacolo in California, e mi hanno chiamato la sera prima e mi hanno detto che ero fuori dalla band”, ha detto a MTV News. All’inizio, i suoi compagni di band dissero che la lite era finita “differenze musicali”, ma dopo aver suggerito che il gruppo avesse motivazioni finanziarie, il batterista Spencer Smith ha lanciato un feroce rimprovero. “Abbiamo preso la decisione in base alla mancanza di responsabilità di Brent e al fatto che non stava progredendo musicalmente con la band”, ha detto all’epoca, aggiungendo che il bassista non era all’altezza del compito perché diverse canzoni dovevano essere semplificate per Wilson di esibirsi dal vivo.

Il licenziamento di Wilson non è stata l’unica partenza scioccante per la band. Con l’uscita di “Pretty. Odd.”, la band ha evitato i loro inni dance-punk per un rock di ispirazione retrò. Secondo MTV News, questo ha causato tensione tra Ryan Ross, che desiderava creare più musica sulla scia di “Odd”. — e Brandon Urie, che desiderava un suono più raffinato. Nel 2009, Ryan Ross si è allontanato dalla band e ha portato con sé il sostituto di Wilson, Jon Walker. Secondo una dichiarazione (tramite Rolling Stone), i due intendevano “imbarcarsi in un’escursione musicale tutta loro”.

Droghe e alcol hanno causato problemi dietro le quinte

Panico! at the Disco è andato avanti come un doppio atto composto dai membri fondatori Brendon Urie e Spencer Smith. Il duo ha pubblicato due album, “Vices and Virtues” e “Too Weird to Live, Too Rare to Die!”, ottenendo un successo continuo. Tuttavia, c’erano problemi dietro le quinte. Secondo Gigwise, Smith – il batterista fondatore della band – ha cercato aiuto per l’abuso di alcol e droghe da prescrizione nel 2013. “Uno dei miei amici più cari ha lottato contro la dipendenza”, ha detto Urie in una dichiarazione (tramite Alternative Press), aggiungendo che “il il tour continuerà senza Spencer”.

Nel 2015, Smith aveva due anni di sobrietà alle spalle a causa della prescrizione di farmaci e “stava lavorando a un anno di sobrietà dall’alcol”. Anche se sembrava che il musicista avesse trovato la sua posizione, il 2 aprile 2015 ha scioccato i fan annunciando la sua partenza da Panic in una lunga lettera pubblicata sul sito web del gruppo (tramite Us Weekly). “Dopo 10 anni in cui ho fatto parte di questo incredibile viaggio, mi rattrista dire che lascerò Panic”, ha esordito Smith. “Mi sono reso conto che non potevo essere lì per la band nel modo in cui volevo essere”. Da quel momento, andando avanti, Panico! at the Disco è stato uno sforzo solista.

Quando gli è stato chiesto perché fosse l’unico membro rimasto della band nel 2016, Urie ha detto a The Guardian: “Tutti volevano uscire dal panico! Voglio dire, lo rispetto; ogni volta che qualcuno voleva andarsene, le ragioni erano lì, quindi non era solo un ‘f***o di te'”.

Se tu o qualcuno che conosci avete bisogno di aiuto con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui