Potresti non conoscere il nome di Zoe McLellan, ma sicuramente conosci il suo viso. L’attore, che ha iniziato in spettacoli come “Jag” e “Dirty Sexy Money”, ha avuto il suo ruolo più noto in “NCIS: New Orleans”, dove interpretava l’agente Meredith Brody.

Sfortunatamente, in questi giorni, McLellan è più conosciuta per la sua vita personale disordinata che per i suoi ruoli da attrice. La star di “Designated Survivor” si è trovata per la prima volta in un pasticcio quando ha sposato l’attore di “Westwood” JP Gillain e ha dato alla luce il loro figlio, Sebastian, nel 2013. Quando il divorzio della coppia è stato finalizzato nel 2016, a McLellan è stata assegnata la piena custodia del figlio. . Poi, nel gennaio 2020, Gillain è stato arrestato per presunto stupro di primo grado e reato aggravato contro la natura con accuse contro il loro giovane figlio. “Non c’è nessun copione che abbia mai letto che sia stato terribile come questo”, ha detto McLellan a WDSU-TV all’epoca. “Tuttavia, dico sempre a mio figlio che siamo guerrieri, non preoccupati, e stiamo combattendo per lui e che sarò in grado di tenerlo al sicuro”.

Ora, però, le carte in tavola sono cambiate. Perché c’è un mandato di arresto per l’ex star di “NCIS” Zoe McLellan?

JP Gillain accusa Zoe McLellan di “rapimento”

Le accuse contro JP Gillain sono state respinte nel maggio 2021 a causa di prove insufficienti e, secondo il Daily Mail, Gillain ha successivamente accusato Zoe McLellan di aver rapito il figlio Sebastian.

TMZ ha ottenuto copie di un mandato di arresto per McLellan che risale anche a maggio 2021 e il mandato è per presunto rapimento. Nel dicembre 2020, Gillain ha condiviso una foto di McLellan su un poster “ricercato” con una richiesta di aiuto per restituire suo figlio. “Per favore condividi e contatta se sai qualcosa su dove si trova questa persona! Ha rapito mio figlio”, ha scritto su Instagram. L’avvocato di Gillain ha detto al Mail che Sebastian vive con McLellan da più di due anni a New Orleans e da allora il suo cliente non ha più visto suo figlio.

Al momento della stesura di questo documento, McLellan non ha rilasciato commenti su ciò che sta accadendo. Tuttavia, per il bene di tutti i soggetti coinvolti, ma soprattutto per il bene del ragazzo, Sebastian, speriamo che tutto possa essere risolto pacificamente e senza eccessivi drammi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui