Si scopre che ci sono parecchie star della musica country che hanno fatto il salto dalla loro carriera di cantante all’essere davanti alla telecamera. Un paio di quelli di maggior successo devono essere, ovviamente, Tim McGraw (che vanta crediti come “Tommorowland”, “The Blind Side” e “1883”) e Dolly Parton (che è apparsa in artisti del calibro di ” Ruba magnolie” e “Rumore gioioso”). Anche molti altri hanno fatto il salto, con artisti del calibro di Carrie Underwood che sono apparsi in “Soul Surfer”, Reba McEntire che si è aggiudicata un ruolo in “Titanic” e persino Willie Nelson, che ha recitato in numerosi film sul grande schermo, incluso “Dukes of Hazzard” del 2005 al fianco di Jessica Simpson, oltre a recitare in “Honeysuckle Rose” e “Wag The Dog”.

Ma lo sapevi che Garth Brooks è andato molto vicino a unirsi ai ranghi di quelle star country con grandi film alle spalle? Sì, si scopre che il cantante di “If Tomorrow Never Comes” (che ha interpretato se stesso in alcune produzioni, come “Mad About You”) era quasi anche un attore e avrebbe potuto anche ottenere un ruolo nientemeno che in “Saving Soldato Ryan.” Ma a quanto pare aveva una ragione piuttosto interessante per rifiutare la produzione diretta di Steven Spielberg nel 1998, il che potrebbe sorprenderti.

Apparentemente Garth Brooks voleva essere la star di “Saving Private Ryan”

Garth Brooks non sembra una ragione così umile per rifiutare un ruolo in “Salvate il soldato Ryan” è stata rivelata da Lisa Sanderson, che un tempo era l’amministratore delegato della società di produzione cinematografica e televisiva di Brooks, la Red Strokes Entertainment Inc. Sanderson ha intentato una causa contro la musica country star nel 2013 e non si è tirato indietro quando si è trattato di denunciare Brooks, sostenendo nel suo deposito legale, per TMZ, che lui è, nelle sue parole, un “uomo paranoico, arrabbiato, ingannevole e vendicativo che si rivolterà contro quelli più vicino a lui per un centesimo”. Ahia.

Sanderson ha sostenuto quel punto affermando che a Brooks sarebbe stato offerto un ruolo di cecchino nel film di successo, ma ha posto il veto perché voleva essere la star e non era disposto a essere potenzialmente oscurato dalle star principali del film, inclusi Tom Hanks e Matt Damon. In particolare, però, la causa è stata intentata dopo che Sanderson ha affermato di aver ricevuto centinaia di migliaia di dollari da Brooks in regalo, anche se ha affermato che era un carico. In tribunale l’anno successivo, secondo The Tennessean, Brooks ne uscì vittorioso e Sanderson fu condannato a rimborsare i soldi.

Quanto a cosa ha detto Brooks delle osservazioni di Sanderson contro di lui prima della decisione del tribunale? Il suo portavoce ha detto a TMZ: “Il signor Brooks, ovviamente, nega tutto nella causa intentata oggi da Lisa Sanderson”.

Secondo quanto riferito, Garth Brooks ha rifiutato diversi grandi progetti

Sembra che “Salvate il soldato Ryan” non sia stato l’unico grande film su cui Garth Brooks ha apparentemente tirato i freni, però. Secondo Lisa Sanderson, Brooks avrebbe abbattuto diversi grandi progetti cinematografici e televisivi che gli erano stati presentati, incluso un ruolo in “Twister” del 1996 per ragioni simili, perché presumibilmente non voleva essere messo in ombra dal tempo. Gli altri grandi progetti che avrebbero potuto portare la star country sul grande e piccolo schermo? Secondo la causa, la ABC apparentemente è arrivata con uno spettacolo chiamato “The Lamb” sulla vita di una rockstar, ma ha affermato che Brooks avrebbe rifiutato perché non avrebbe condiviso i diritti di pubblicazione della musica, mentre non avrebbe lavorato ad “Alice In”. Wonderland” perché voleva co-scrivere la sceneggiatura.

Brooks non sembra aver parlato in modo specifico dei grandi progetti che ha apparentemente rifiutato oltre a negare le affermazioni generali di Sanderson, anche se ha ammesso di aver lottato con l’intenso livello di fama che ha vissuto e probabilmente non ha sempre preso le decisioni migliori nella sua carriera. “Probabilmente non l’ho gestito bene. Una nazione ti guarda crescere, giusto?” Brooks ha ammesso a Gayle King su “CBS This Morning” nel giugno 2021. “Quindi prenderai la decisione di dire, ‘Amico, vorrei poterlo riprendere.'”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui