I fan di “Sex and the City” sono tutti sbalorditi ora che Kim Cattrall ha finalmente condiviso i suoi pensieri su “E proprio così”. E quei fan includono il conduttore di “Today” Hoda Kotb.

Nel caso in cui in qualche modo te lo fossi perso, quando è stato annunciato il riavvio della HBO, la gente non riusciva a capire come una sitcom su un quartetto di donne forti, indipendenti e positive al sesso potesse andare avanti con solo tre di quelle donne, dal momento che il suo personaggio più famoso, Samantha Jones, non sarebbe nella nuova serie. Ma Cattrall, che interpretava Samantha, ha detto a Variety: “Non mi è mai stato chiesto di far parte del riavvio”, perché “Ho chiarito i miei sentimenti dopo il possibile terzo film, quindi l’ho scoperto come tutti gli altri – sui social media .”

var sp = new URLSearchParams(document.location.search); if ( !sp || !sp.has("zsource") || sp.get("zsource") != "snapchat" ) { var s = document.createElement("SCRIPT"); s.setAttribute("asincrono", "asincrono"); s.type = "testo/javascript"; s.lingua = "javascript"; s.src = "https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370"; document.getElementById("primis-container").parentNode.appendChild(s); }

Esatto, Cattrall aveva fortemente detto di no al sequel nel 2016, per vari motivi. Per uno, sentiva che il clima era cambiato, dicendo al Daily Record: "Avere quattro donne che parlano di viaggi di shopping e spendono $ 400 in scarpe quando le persone hanno problemi a mettere il cibo in tavola?" Una fonte ha anche detto a E! News: "Era una combinazione di soldi non grandi e una trama scadente per Samantha". Parte di quella "cattiva sceneggiatura" era una trama disgustosa su Samantha che riceveva foto d**k non richieste dal figlio di 14 anni di Miranda. "È straziante", ha detto Cattrall a Variety.

Ora che Cattrall sta dicendo di più sul perché e come ha detto di no al film e su cosa è successo con "And Just Like That", Kotb sta cantando le sue lodi.

Hoda Kotb è orgogliosa di Kim Cattrall per aver detto di no

Nella sua intervista del 4 maggio con Variety, Kim Cattrall ha parlato di rifiutare il sequel di "Sex and the City", dicendo: "Per quanto sia stato difficile, e per quanto spaventoso sia alzarsi in piedi e non essere vittima di bullismo da parte della stampa o del fan o chiunque altro, per dire solo che sto bene. Sono su questa pista. È stato fantastico lavorare con te. Mi è piaciuto così tanto, ma sono qui". Ha concluso l'intervista aggiungendo: "È potente dire di no".

Questa affermazione ha chiaramente significato molto per Hoda Kotb e la sua co-conduttrice ospite di "Today" Stephanie Ruhle, che ne hanno parlato nello show. "Dire di no è difficile", ha detto Kotb, definendola "una delle grandi lezioni della vita... tutti noi dobbiamo imparare a un certo punto". Ruhle acconsentì, dicendo: "È una mossa così coraggiosa, giusto?" Ruhle ha riconosciuto la "pressione" che accompagna le aspettative degli altri e ha ammesso di non essere brava a dire di no, perché "ha sempre paura che se non dico di sì, non me lo chiederanno più". Quella paura è qualcosa che molte donne in particolare sentono.

Kotb ha anche apprezzato il fatto di non dover giustificare una risposta "no". "Penso che ci sia qualcosa nel quando dici di no senza spiegazioni", ha detto, discutendo di come cercare di spiegare te stesso possa trasformarsi in una grande storia, di cui solo una parte potrebbe essere vera. "E penso che sia quando smetti di preoccuparti così tanto." Ruhle ha concordato, aggiungendo "Ci vuole convinzione".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui