Dopo che è stata diffusa la notizia della tragica morte di Olivia Newton-John, il suo co-protagonista di “Grease” John Travolta è stato tra le tante persone in lutto che hanno risposto alla perdita celebrando la vita del multi-trattino. “Mia carissima Olivia, hai reso tutte le nostre vite molto migliori. Il tuo impatto è stato incredibile. Ti amo così tanto”, si legge nell’emozionante tributo di Travolta su Instagram. “Ci vedremo lungo la strada e saremo di nuovo tutti insieme. Tuo dal primo momento in cui ti ho visto e per sempre! Il tuo Danny, il tuo John!”

Il primo nome con cui l’attore ha firmato era un riferimento al suo personaggio “Grease” Danny Zuko, l’adolescente leader di T-Bird con i capelli immacolati il ​​cui amore estivo gli ha causato un bel problema: la simpatica ragazza australiana che ha incontrato durante la pausa si è iscritta al suo liceo, minacciando il suo rappresentante da duro. Nei panni della “irrimediabilmente devota” Sandy Olsson, Newton-John ha mostrato le sue capacità di recitazione, canto e ballo prima di mandare via il suo personaggio con una giacca di pelle, un restyling e un viaggio magico insieme all’uomo che sarebbe diventato un amico per tutta la vita.

In un’intervista del 2018 con E!, Travolta ha rivelato che lui e Newton-John si tenevano ancora in contatto via e-mail e SMS. Ha anche rivelato che si vedevano di persona alcune volte all’anno e che erano rimasti vicini dal film del 1978. “Ci preoccupiamo l’uno dell’altro e saremo sempre amici”, ha detto Newton-John a Hollywood Life nel 2021. Tuttavia, la loro amicizia è nata solo perché Travolta aveva il suo cuore fisso su Newton-John.

Perché Olivia Newton-John era riluttante a recitare in Grease

Il produttore Robert Stigwood ha deciso che John Travolta era quello che voleva per l’adattamento cinematografico di “Grease”, anche prima che l’attore avesse la sua svolta da protagonista in “La febbre del sabato sera”, per Vanity Fair. Quando “Grease” è entrato in produzione, Travolta era già a un punto della sua carriera in cui il suo contributo è stato preso in considerazione dal direttore del casting Joel Thurm. Travolta sapeva esattamente chi voleva interpretare il suo interesse amoroso. “Ho detto: ‘Non c’è nessun’altra persona nell’universo oltre a Olivia Newton-John per interpretare Sandy. Devi sceglierla’”, ha ricordato Travolta durante un evento che celebra il 40° anniversario del film, per E!. Ha confessato di essere rimasto affascinato dallo sguardo azzurro d’acciaio della cantante su una delle copertine dei suoi album, e Thurm ha deciso di scegliere la ragazza dei sogni di Travolta come Sandy Olsson.

“Tutti volevano Olivia qui, ma Olivia non ha accettato l’offerta. Questa è la cosa importante da sapere”, ha detto Thurm a People. Per E!, Newton ha spiegato che inizialmente era titubante perché era una relativamente nuova arrivata alla recitazione e non aveva una grande esperienza nel filmare un musical precedente, la commedia di fantascienza del 1970 “Toomorrow”. Ma Thurm ha detto a People che Newton-John ha accettato di assumere il ruolo dopo aver richiesto un provino con Travolta e averlo visto su nastro. Secondo E!, Travolta ha anche dovuto assicurare alla sua protagonista di allora 29 anni che non era troppo vecchia per interpretare un’adolescente. “Ho tenuto duro, vero, e ho ottenuto la mia strada”, ha detto Travolta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui