Kim Kardashian vuole condividere le sue opinioni su moda, televisione, maternità e diritti civili. Per anni, la star di “Keeping Up With the Kardashians” ha parlato anche di politica e ha condiviso il suo sostegno al presidente Joe Biden durante la sua campagna contro l’ex leader Donald Trump nelle elezioni del 2020.

Dopo la vittoria di Biden nel novembre 2020, Kim ha pubblicato una foto del comandante in capo e del suo compagno di corsa, il vicepresidente Kamala Harris, mentre si trovavano di fronte a una grande bandiera degli Stati Uniti e alzavano le mani in aria. La donna d’affari SKIMS ha semplicemente sottotitolato il post di Instagram Story con tre emoji a cuore blu, mostrando apparentemente il suo sostegno al partito democratico (tramite The Mirror).

Come sanno i fan della famosa famiglia di Kim, il miliardario socialite è stato estremamente coinvolto nella politica, in particolare nel mondo della riforma della giustizia penale, negli ultimi anni. Dal 2018, ha fatto pressioni su Trump, ha scritto innumerevoli lettere a sostegno di petizioni di clemenza, ha pagato le spese legali per chi è in carcere e ha aiutato con successo molti uomini e donne incarcerati con lunghe pene ingiustificate a uscire di prigione, ha riferito il New York Times.

Mentre Kim ha ancora gli occhi puntati sul miglioramento della riforma della giustizia penale, mentre studia per diventare avvocato, il magnate della moda è anche concentrato sulla sensibilizzazione riguardo al genocidio armeno lungo un secolo, e spera di poterlo fare con il aiuto di Biden. Per scoprire perché Kim ha ringraziato il presidente degli Stati Uniti, continua a scorrere qui sotto.

Kim Kardashian loda Joe Biden per aver formalmente riconosciuto il genocidio armeno

Kim Kardashian sta mostrando il suo apprezzamento per Joe Biden dopo che il 46 ° presidente ha formalmente riconosciuto il genocidio armeno. Biden ha parlato delle uccisioni di massa di centinaia di migliaia di armeni da parte dell’Impero Ottomano, iniziate nel 1915, in una dichiarazione il 24 aprile (tramite CNN). Dopo che Biden è diventato il primo leader degli Stati Uniti a riconoscere gli omicidi come un “genocidio”, Kim ha ringraziato il comandante in capo per avere “il coraggio di dire le verità che altri hanno scelto di non farlo”.

“Dopo più di un secolo di lotta per la verità e il riconoscimento, oggi il popolo armeno ha ricevuto il riconoscimento che tutti noi speravamo e per cui pregavamo”, si legge nella dichiarazione di Kim in un foto pubblicata sulle sue piattaforme di social media. “Questo è stato un lungo viaggio per la comunità armena, e ogni anno sentivo che ci stavamo avvicinando sempre di più al riconoscimento del genocidio per quello che era. Finalmente quel giorno è arrivato”.

Sebbene Kim, che è armena attraverso il suo defunto padre, Robert Kardashian, abbia notato che “nulla riporterà mai indietro gli armeni che sono stati assassinati”, è “grata al presidente Biden per aver concesso a tutti gli armeni questo giorno, e questa verità”, continua il suo messaggio . “Continuerò a onorare e ricordare coloro che abbiamo perso ogni anno in questo giorno, ma ora con la speranza che dopo aver riconosciuto il genocidio non permetteremo mai più che le atrocità del passato si ripetano”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui