Nel 1997, Matt Damon è stato coinvolto sentimentalmente con Minnie Driver mentre i due giravano “Good Will Hunting”, il film in cui interpretavano gli interessi amorosi. Tuttavia, si sono lasciati molto pubblicamente – e questo è stato tutto dovuto alla storia d’amore di Damon con Winona Ryder.

All’epoca, Driver era sconvolta da quanto fosse diventata pubblica la sua rottura con Damon e da come fosse stata ritratta dai media. “Dovevo essere la vittima”, ha detto Driver nel 1998, tramite il Los Angeles Times. “In ogni caso è orribile rompere con qualcuno, ma renderlo così pubblico ed essere scelto per un ruolo [in the tabloids] che non avrei mai suonato se mi pagassero”, ha aggiunto. Ha anche contestato il suo co-protagonista di “Good Will Hunting” confermando la loro rottura durante un’intervista con Oprah Winfrey. “Naturalmente, era impegnato a dichiarare il suo amore per me su David Letterman un mese prima”, ha aggiunto Driver.

Queste relazioni si sono verificate proprio mentre la carriera di Damon stava salendo alle stelle e ha imparato preziose lezioni sugli appuntamenti in quel periodo di tempo.

Ha cambiato la sua filosofia di appuntamenti

Una delle coppie più dimenticate di Hollywood è l’ex coppia di Matt Damon e Winona Ryder, la cui relazione è iniziata in circostanze semi controverse. Nonostante abbia frequentato Minnie Driver durante le riprese di “Good Will Hunting”, è stato Ryder – che avrebbe incontrato nel 1997 – che ha accompagnato Damon alle feste degli Oscar nel 1998, secondo il Los Angeles Times. Ma pochi anni dopo, nel maggio 2000, Damon e Ryder si sono chiusi.

All’epoca, i tabloid collegavano romanticamente Damon a Penelope Cruz, ma ha negato quelle voci, secondo Entertainment Weekly. In effetti, vedere le sue relazioni svolgersi sulla stampa ha finito per inasprire Damon all’idea di uscire del tutto con celebrità. Durante un’intervista a Playboy del 2004, Damon era sincero sulla sua intenzione di tenere la sua vita amorosa fuori dai titoli dei giornali. “[I]Se sei il bambino da copertina o la coppia da copertina, allora sei fottuto”, ha spiegato. “E non uscire con una celebrità. Non credo che potrei innamorarmi di una celebrità in questo momento, perché significherebbe cambiare il mio stile di vita, e mi piace che il mio stile di vita sia normale per me la maggior parte del tempo”, ha aggiunto.

Damon ha fatto eco a questi sentimenti in un’intervista con la rivista Sunday australiana (via Today). “[Why would] qualcuno vuole spendere soldi per vederti in un film, dopo averti visto [all over the magazines?]”Si chiese. “In questi giorni esco sicuramente solo, come diciamo noi, ‘civili'”. Mantenendo la sua parola, Damon finì per sposare una donna con un lavoro regolare.

La moglie di Matt Damon era una barista

Mentre Matt Damon era a Miami per girare “Stuck on You” nel 2003, il cast e la troupe lo hanno trascinato in un bar dove ha incontrato la sua futura moglie Luciana Bozán Barroso, secondo BuzzFeed. “Lavoravo come barista a South Beach (Miami) e lui stava girando un film lì e la troupe è finita al bar un sabato sera”, ha ricordato a Vogue nel 2018. A un certo punto della notte, il “Bourne La star di Identity” è arrivata dietro il bancone e Barroso lo ha messo al lavoro per preparare cocktail. Fortunatamente, ha imparato a mescolare le bevande quando ha interpretato un barista in un ruolo precedente.

A Damon piaceva uscire con una donna che lo teneva fuori dai titoli dei giornali, e nel 2005 la coppia si è sposata con una piccola cerimonia civile. Non hanno avuto un grande ricevimento, ma nel 2020 hanno rinnovato i loro voti con 50 ospiti a disposizione, per persona. La coppia ha quattro figlie: Stella, Gia, Isabella e Alexia, la figlia di Barroso adottata da Damon, secondo Closer Weekly. Sebbene la moglie di Damon non sia una celebrità, è molto amica della moglie di Chris Hemsworth, Elsa Pataky, secondo Vogue.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui