Quando la CNN ha riferito che l’FBI ha fatto irruzione nella proprietà del resort Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump, Internet è rapidamente impazzito per la speculazione. Donald è attualmente coinvolto in molteplici indagini, tra l’insurrezione del 6 gennaio ei suoi affari a New York. Sebbene alcuni sospettassero che il raid avrebbe portato a scoperte per uno di quei casi in corso, ABC News ha recentemente riferito che è avvenuto per un motivo completamente diverso. Secondo le loro fonti, il Dipartimento di Giustizia e l’FBI sospettavano che Donald si fosse aggrappato a documenti riservati, il che avrebbe potuto avere un impatto sulla sicurezza nazionale.

What began as jokes about a seemingly awkward relationship, however, has gotten significantly more real. The Wall Street Journal recently reported (via CNN) that, after an initial investigation into Donald's property in June, someone close to the situation told the FBI that more documents could be at the club. Now, the world has gone from writing quips to writing questions like, "Who's the rat?"

Jared Kushner and Melania Trump could have tipped off the FBI

With so many investigations swirling around him, Donald Trump has become understandably paranoid. According to Rolling Stone, the former president is on high alert for wires and rats — a notoriously bad combination. He's even gone as far as to assert that President Joe Biden has something to do with the infiltration, although other political experts believe the source may be from Trump's own team.

Rick Wilson, a co-founder of the Lincoln Project, shared his theories on MSNBC (via the Independent). He seemed to point the finger at Jared Kushner, Donald's former senior adviser. "I think Jared Kushner has a great paranoia for reasons to do with his family's past. He doesn't ever want to ever go to jail," Wilson said. As reported by the Chicago Tribune, Kushner's father served time in prison for tax evasion. Michael Cohen, Donald's former attorney, also backed the Kushner theory when speaking to Insider.

Peter Strzok, a former FBI agent, has suspicions elsewhere. He took to Twitter to write, "So much paranoia in a mole hunt, no one to trust, so much to do, so much to lose, so many walls closing in so fast. [also, might be Melanie]." The "Melanie" he accused is presumed to be an autocorrected take on Melania Trump's name, with one person quote-tweeting their agreement: "Melania needs an *out*!"

The Trumps' marriage was under constant scrutiny during the presidency

Anche se Melania Trump è stata un'informatrice dell'FBI, non è stata del tutto esente da sospetti. Secondo il New York Post, gli agenti in borghese che hanno indagato sulla residenza sono arrivati ​​al punto di scavare nel guardaroba dell'ex first lady. Mentre la potenziale invasione della sua stessa privacy potrebbe essere una ragione sufficiente per far rimanere in silenzio Melania, altri sono fiduciosi che sia stata infelice e in cerca di una via di fuga.

Momenti di disagio tra la coppia sono stati costantemente trasmessi durante la presidenza Trump. In risposta al primo ballo della coppia al ballo inaugurale, una persona twittato, "Un giorno scriverà un libro e ci dirà tutta la verità. È così imbarazzante. #SaveMelania." Una volta iniziata la presidenza, Melania ha continuato a essere sfidata dal suo nuovo ruolo di first lady. Dopo aver ricevuto un duro contraccolpo e un controllo costante, Melania è stata catturata mentre si lamentava apparentemente di essere paragonata al suo controverso marito. "Dicono che sono complice. Sono uguale a lui, lo sostengo", ha affermato Glamour. "Non dico abbastanza. Non faccio abbastanza dove sono."

Ovviamente, essendo la coppia più famosa e documentata della nazione, è comprensibile che Donald e Melania abbiano avuto dei momenti tutt'altro che perfetti insieme. È difficile dire se le sue esperienze le sarebbero bastate per trasformare suo marito nell'FBI... ma se lo facesse, potrebbero essere grossi guai per Donald.

La stessa legge di Donald Trump potrebbe farlo finire in prigione

Come riportato da NBC News, lo stesso Donald Trump ha firmato una legge nel 2018 in merito alle punizioni associate alla "rimozione e conservazione non autorizzate di documenti o materiali classificati". Ha scelto di aumentare la pena detentiva per un crimine del genere da un anno a cinque anni, decisione sfortunata viste le indagini che ora deve affrontare.

Vale la pena notare, tuttavia, che il presidente degli Stati Uniti ha il potere di declassificare i documenti a piacimento, con pochissima documentazione richiesta. Gli esperti della CNN suggeriscono che questo potrebbe giocare a difesa di Donald, se è in grado di rivendicare e dimostrare che i documenti che ha conservato erano già stati declassificati. L'avvocato Brad Moss ha delineato alcune domande chiave dell'indagine: "Quando ha deciso di mettere lì quei documenti? E ​​ha intrapreso azioni per declassificarli prima di lasciare l'incarico?" Secondo Moss, aprire i documenti avrebbe potuto essere facile come cancellare l'etichetta "classificato", poiché la legge prevede solo che il presidente debba declassificare "per iscritto".

Potrebbe volerci un po' prima di sapere i risultati di chi ha informato l'FBI e cosa trovano esattamente. Nel frattempo, Internet ha chiuso il cerchio ed è tornato a fare meme. "Quello che fa paura è che tutto questo possa accadere a chiunque di noi abbia rubato documenti nucleari", ha scritto un utente Twitter.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui