Sarah Jessica Parker è meglio conosciuta per il suo ruolo iconico come la fashionista Carrie Bradshaw in “Sex and the City”, che è stato presentato per la prima volta nel 1998. Decenni da quando la serie originale è iniziata su HBO, con il suo episodio finale nel 2004, da allora ha visto Parker e il resto del cast torna per riprendere i propri ruoli nel riavvio del 2021, “E proprio così…” Tuttavia, ciò che i fan occasionali del franchise potrebbero non sapere è che Parker ha avuto anche iniziative imprenditoriali di successo al di fuori della sua carriera di attrice.

Nel 2005, ha iniziato una collezione di fragranze, seguita da una linea di scarpe, SJP, nel 2014 che da allora si è espansa, con negozi in tutto il mondo, secondo The Richest. Sebbene le scarpe siano vendute in località da Las Vegas a Dubai, la stessa Parker vive a Manhattan. New York City, ovviamente, è la patria della sua eredità, sia attraverso “SATC” che due negozi: un flagship a Midtown e una boutique a South Street Seaport, secondo il sito web dell’azienda.

Per Parker, l’attività è personale. “Stare a contatto con i clienti è la mia parte preferita del business”, ha detto Parker a Town & Country nel novembre 2020. “Sto comprando scarpe per loro e sto imparando tutto sulle loro vite. Facciamo acquisti virtuali e per le consegne al sud della 54th Street, lascio io stesso le scarpe ai clienti”.

Sebbene lo spettacolo di Parker stia riscontrando un rinnovato successo, le sue iniziative imprenditoriali potrebbero subire un duro colpo finanziario.

Sarah Jessica Parker chiude i negozi di New York a causa del picco di Omicron

La star di “Sex and the City” Sarah Jessica Parker ha condiviso su Instagram della sua azienda che il suo flagship store SJP a New York avrebbe chiuso a tempo indeterminato, in gran parte a causa del recente picco della città nei casi COVID-19 della variante Omicron. Sebbene Parker abbia un’altra sede a Manhattan, situata a South Street Seaport, sembra che la boutique più piccola rimarrà aperta. “La nostra massima priorità è mantenere sia i nostri clienti che il personale al sicuro e in salute”, ha sottolineato il post.

In gran parte, i fan di Parker e delle sue imprese di abbigliamento sono rimasti sconvolti nelle risposte, ma hanno capito l’importanza, anche se dovranno aspettare le scarpe. “Stai al sicuro! Ne voglio un paio così tanto”, ha scritto una persona.

Parker è stato anche esplicito sull’impatto e la percezione della pandemia a New York in precedenza, anche durante un’intervista con Footwear News nel 2020. “Non puoi rinunciare a questa città. Tutti noi ci sentiamo molto stanchi dei titoli dei giornali. di “New York è morta”. Non penso sia utile e vorrei davvero che i giornali smettessero di scriverlo”, ha detto Parker prima della chiusura del suo negozio.Ci sono problemi davvero seri che stanno accadendo nella nostra città e alcuni di essi sono stati evidenziati dalla pandemia solo in termini di economia iniqua”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui