Durante la presidenza di Donald Trump, un membro della famiglia ha rotto i ranghi e si è pronunciato coraggiosamente contro di lui. Mary Trump, la nipote dell’ex presidente, ha scritto un libro di grande successo che fornisce informazioni dettagliate sul funzionamento interno della sua famiglia allargata. Ora ha scritto un secondo libro, “The Reckoning”, ed è supponente come sempre sulla vita politica di suo zio. In una nuova intervista, le è stato chiesto se pensava che si sarebbe candidato di nuovo nel 2024. La sua risposta potrebbe essere una sorpresa.

Come dettagliato dal Washington Examiner, ci sono stati segnali che suggeriscono che l’ex presidente si candiderà alle elezioni del 2024, anche se finora non si è impegnato in un modo o nell’altro. Voci recenti indicano che stava riprendendo seriamente a correre di nuovo, e il suo ex addetto stampa, Sean Spicer, ha recentemente affermato: “È dentro”. “Un paio di mesi fa non ero sicuro”, ha detto Spicer in un’intervista alla stampa, secondo l’Examiner. “Ora, ci deve essere qualcosa che lo terrà fuori”, ha aggiunto. Secondo Politico, ci sono state discussioni dietro le quinte all’interno del campo dell’ex presidente per quanto riguarda la scelta di un vicepresidente, poiché si presume che la nomina repubblicana sarebbe stata sua.

In un’intervista di febbraio con MSNBC, Mary ha detto: “Penso che farà finta” di correre, “di sicuro”. Ha suggerito che avrebbe tenuto “la truffa” il più a lungo possibile, ma alla fine “non c’era modo che si mettesse nella posizione di perdere di nuovo”. La sua opinione è cambiata adesso?

Mary Trump è preoccupata che Donald Trump correrà nel 2024

In una nuova intervista con Jake Tapper sulla CNN, Mary Trump ha ammesso di aver cambiato idea sull’idea di suo zio, l’ex presidente Donald Trump, in corsa nel 2024. “Se me lo avessi chiesto a novembre o dicembre, lo farei hanno detto decisamente di no”, ha esordito. Ha ribadito la sua opinione che non avrebbe rischiato di essere picchiato di nuovo come nel novembre 2020. Tuttavia, il suo pensiero è cambiato al riguardo.

“Ma il problema è che continua a farla franca”, ha detto durante la sua intervista del 17 agosto. “La gente rimane affascinata da lui. … i repubblicani … continuano a viaggiare per vederlo per baciare il suo anello”, ha aggiunto. Mary esempi dettagliati di come il partito repubblicano continua a sostenere questioni strettamente allineate con le priorità dell’ex presidente, come la “grande bugia” sulla vittoria del presidente Joe Biden, nonché la reazione all’incidente del 6 gennaio nella capitale.

Mary ha anche sottolineato che i progetti di legge relativi al voto sono stati adottati dai repubblicani in molti stati e teme che alla fine “truceranno ulteriormente il sistema a favore del repubblicano”. Considerato tutto ciò, ha ammesso: “Se Donald arriva al punto, supponendo che sia ancora un uomo libero, in cui sente di non poter perdere, perché non dovrebbe scappare?” L’idea che questo accada è chiaramente sconvolgente, tuttavia, poiché ha aggiunto: “Questo è qualcosa che dovrebbe incutere paura in tutti noi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui