Non è un segreto che il 45esimo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e la senatrice Elizabeth Warren del Massachusetts abbiano sviluppato del sangue cattivo nel corso degli anni. Deriva principalmente dall’uso razzista e inappropriato di Trump di un soprannome che ha dato a Warren, deridendo la sua presunta discendenza indigena. Secondo USA Today, c’è ancora un dibattito sull’importanza o meno del test del DNA di Warren nel determinare i suoi antenati indigeni. Tuttavia, i brutali attacchi della campagna di Trump all’eredità di Warren sono stati uno dei modi in cui credevano di poterla dipingere come disonesta e impedirle di vincere la nomination presidenziale democratica del 2020 (che alla fine ha perso).

Lo stratega repubblicano Ford O’Connell ha dichiarato a Reuters nel 2019 che c’è un motivo per cui Trump voleva colpire la sua persona in pubblico. “Se puoi minare la sua credibilità, puoi sostenere che nemmeno le politiche che sta promuovendo sono vere”, ha detto.

Ora sembra che anche Warren abbia una strategia per impedire a Trump di vincere la nomina presidenziale repubblicana del 2024. Warren ha deciso di condividere i suoi piani con il co-conduttore e il pubblico in studio dello show televisivo diurno, “The View”.

Elizabeth Warren vuole proteggere il voto

Nella puntata del 13 ottobre di “La vista,” L’autrice repubblicana Sarah Elizabeth Cupp ha chiesto alla democratica Elizabeth Warren se è nervosa che Donald Trump possa vincere un altro mandato nel 2024. Joy Behar, un’altra conduttrice di “The View”, si è fatta beffe di quella domanda, è intervenuta e ha risposto: “Non nemmeno dirlo!” Ciò ha reso Warren ancora più appassionata, poiché ha supplicato che per proteggere la democrazia americana, “dobbiamo approvare le leggi per proteggere il voto”. Warren ha anche detto ai conduttori di “The View” che crede che “ogni cittadino americano dovrebbe avere il diritto di voto”.

Questa affermazione è molto diversa da quella che Warren ha detto nel 2019 durante l’Heartland Forum a Storm Lake, Iowa, che è stato co-sponsorizzato da Huffington Post. Lì, ha parlato di come i diritti di voto per le persone incarcerate dovrebbero essere un argomento di conversazione diverso, anche se si qualificano ancora come cittadini americani. “Una volta che qualcuno paga il proprio debito con la società, è tenuto a pagare le tasse, a rispettare la legge, a mantenere se stesso e le proprie famiglie, penso che significhi che ha il diritto di voto, ” affermò. “Mentre sono incarcerati, penso che sia qualcosa di cui possiamo avere più conversazioni”.

È possibile che Warren abbia cambiato idea, visto il crescente sostegno alla probabile corsa presidenziale di Donald Trump nel 2024. Warren ha continuato sull’importanza di approvare leggi sul voto su “The View”, dicendo ai suoi co-conduttori che sono necessari “per far conteggiare quel voto, per porre fine ai brogli e per respingere l’influenza del denaro oscuro”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui