La regina Elisabetta si è ritrovata nel mezzo di uno spavento per la sicurezza. Non è passato molto tempo da quando qualcuno aveva fatto irruzione nel Castello di Windsor mentre la regina era a casa. Secondo quanto riferito, l’intruso trasportava una balestra ed è stato trovato sul posto mentre stava festeggiando le vacanze con il principe Carlo e Camilla. La buona notizia è che l’intruso, che era un “uomo di 19 anni di Southampton”, non ha avuto la possibilità di entrare negli edifici.

“L’uomo è stato arrestato con l’accusa di violazione o violazione di domicilio di un sito protetto e possesso di un’arma offensiva. Rimane in custodia in questo momento”, si leggeva all’epoca in una dichiarazione della polizia della Thames Valley, per Deadline. “Possiamo confermare che i processi di sicurezza sono stati attivati ​​pochi istanti dopo che l’uomo è entrato nel parco e non è entrato in nessun edificio”.

E ora, nemmeno sei mesi dopo l’incidente, al Castello di Windsor si è verificato l’ennesimo allarme per la sicurezza.

Un intruso si è fatto strada nella caserma dell’esercito britannico

Sembra che la squadra di sicurezza della Regina Elisabetta voglia rivalutare la propria strategia, dato che un altro intruso è riuscito a farsi strada per rimanere in caserma. Secondo People, uno sconosciuto che fingeva di essere un prete ha trascorso una notte alla Victoria Barracks mentre la regina era via.

L’intruso avrebbe finto di essere un amico del cappellano militare delle Coldstream Guards ed è entrato senza aver chiesto di mostrare alcun documento d’identità. Quella notte ha anche avuto modo di socializzare con gli alti ufficiali. “Entro un paio d’ore, stava bevendo con gli ufficiali al bar e raccontando loro storie di come aveva servito in Iraq”, ha detto una fonte a TalkTV (tramite People). “Stava raccontando molte storie alte e i ragazzi si stavano godendo le sue battute e bevendo qualche drink”. Fortunatamente, è stato rimosso dai locali prima del ritorno del monarca.

Questo incidente deriva dai rapporti che affermano che il team di sicurezza della regina ha apportato importanti aggiornamenti nella sua casa negli altopiani scozzesi prima del suo ritiro. Secondo l’International Business Times, nell’area sono state installate nuove telecamere a circuito chiuso, un cancello di sicurezza e un punto di ingresso della polizia. Sono state proposte anche misure di sicurezza più rigorose. Non è chiaro se il Castello di Windsor riceverà lo stesso trattamento, ma secondo un portavoce dell’esercito britannico, stanno prendendo la serie di violazioni della sicurezza “estremamente sul serio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui