Henry Cavill ha creato un bel po ‘di buzz nel corso degli anni grazie alla sua vita di appuntamenti, che ha incluso l’imbarco in storie d’amore segnalate e vociferate con La teoria del Big Bang allume Kaley Cuoco, Il Mandalorianosono Gina Carano, e Mission Impossible: Impossible 6 la stuntman Lucy Cork. Tuttavia, quando i titoli non sono incentrati sulla sua vita personale, è probabile che discutano di uno dei suoi tanti ruoli televisivi o cinematografici popolari.

Dopo quasi un decennio in cui ha pagato i suoi debiti con concerti più piccoli, Cavill si è presentato come Charles Brandon I Tudor dal 2007 al 2010. Nel 2013 ha segnato la parte di Clark Kent (aka Kal-El) in Uomo d’Acciaio, che gli ha anche portato a dare vita a Superman nel 2016 Batman v Superman: Dawn of Justice e del 2017 Lega della Giustizia. Ovviamente, è apparso anche come personaggio del titolo (o Geralt di Rivia) in Netflix The Witcher serie ed è entrato nei panni di Sherlock per il 2020 Enola Holmes con Millie Bobby Brown e Sam Claflin.

Anche se sembra certamente impressionante (e lo è è), come GQ sottolinea, Cavill non ha sempre segnato i ruoli che cercava, anche quando ci è andato molto vicino. “Cavill può o non può essersi perso per poco un mucchio di ruoli in carriera, incluso [James] Bond, Superman (prima che diventasse Superman), Lead Vampire in crepuscolo“- OMG, puoi immaginarlo come Edward Cullen ?! -” e altre cose. “Ma si scopre che c’è un altro personaggio iconico che ha sempre voluto interpretare che sembra essere una vera figura storica.

Henry Cavill vuole tornare indietro nel tempo con un personaggio in particolare

Henry Cavill ha già interpretato alcuni personaggi piuttosto epici nel corso della sua carriera di attore, e ora è in grado di essere un po ‘più esigente riguardo ai ruoli che interpreta. Inoltre, non deve lottare per i ruoli che desidera nel modo in cui avrebbe dovuto fare durante i suoi primi giorni nel settore. “Cavill è finalmente a quel punto in cui le porte si aprono e le audizioni per i ruoli potrebbero essere una cosa del passato”, il Star Tribune notato nel lontano 2011 mentre parlava alla star dello stato della sua carriera. E mentre, al momento, apparentemente non aveva alcun “piano”[s] per rendere ogni personaggio ‘più grande della vita’ “, ed era, invece, interessato a” perseguire ruoli più a misura d’uomo “, gli capitava anche di avere” in mente una parte di sogno, se qualcuno si preoccupasse di chiederlo “.

“Ho sempre avuto un debole per Alessandro Magno”, ha rivelato Cavill. “Passeranno anni prima che qualcuno ci riprovi”, ha detto riferendosi a un possibile remake della storia del personaggio storico. Tuttavia, se e quando ciò accadrà, Cavill sarà pronto e in attesa. Ha affermato: “Terrò le gambe in forma per quando lo faranno!”

Siamo sicuri che molti fan adorerebbero vedere Cavill – e le sue gambe – portare sullo schermo “l’antico sovrano macedone” che History.com descrive come “una delle più grandi menti militari della storia”. Facciamolo accadere, Hollywood!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui