L’attore Dove Cameron ha vissuto innumerevoli tragedie nel corso della sua vita e della sua carriera. L’allume del canale Disney ha stretto una dolce relazione con la sua co-protagonista di “Descendants” Cameron Boyce, morta per un attacco epilettico nel 2019. La perdita ha colpito Cameron in modo particolarmente duro e si è rivolta a Instagram per rendere omaggio alla sua defunta amica. “Cameron era una delle mie persone preferite al mondo”, ha detto ai suoi fan (tramite Yahoo!). “Negli ultimi sei anni, da quando aveva solo 14 anni, Cameron mi ha convinto a scendere da innumerevoli sporgenze, mi ha parlato dei disturbi alimentari, mi ha aiutato a uscire da una relazione oscura e attraverso esaurimenti senza fine”. Come ha condiviso, Boyce era il suo “angelo della terra” e una luce brillante che è stata presa troppo presto.

Durante tutto il suo tempo sotto i riflettori, Cameron è stata aperta sulle sue lotte per la salute mentale, parlando spesso sui social media delle sue lotte con ansia, depressione e disturbi alimentari. “Ho assistito a così tanto dolore all’inizio della vita e ricordo di aver pensato che fosse così bizzarro che fingessimo che il dolore non esistesse”, ha detto a BeatRoute, quando le è stato chiesto perché è così aperta con i fan. “Ad esempio, ogni persona è coinvolta in questo grande segreto, dicendo: ‘Stiamo bene’, ma tipo, PERCHE’? PER CHI?” Dalla condivisione di suggerimenti “per creare piccoli confini” in poi Twitter a difendere i diritti delle donne, Cameron è un libro aperto. Quindi, quando è arrivato il momento di parlare di come la sua tragedia infantile l’ha portata a cambiare nome, Cameron non si è tirato indietro.

Dove Cameron onora il suo defunto padre con il suo nome

Come altre celebrità, Dove Cameron non usa il suo vero nome. Ma mentre alcune star, come Elton John, hanno deciso di cambiare nome per distinguersi nel settore, il cambio di nome di Cameron è legato a una tragedia precoce. La star di “Descendants” è in realtà nata Chloe Celeste Hosterman e nel 2017 ha iniziato a Twitter per spiegare perché non usa il suo vero nome professionalmente. “Mio padre mi ha sempre chiamato Colomba”, ha scritto. “Si è tolto la vita quando avevo 15 anni, quindi non ho potuto salutarlo, quindi l’ho cambiato in suo onore”.

Tuttavia, il nome Dove Cameron è più di un semplice soprannome; è anche il suo nome legale. “[My dad] mi ha chiamato Dove più di quanto non mi abbia mai chiamato Chloe”, ha detto Cameron a StyleWatch (tramite People). “È morto quando avevo 15 anni e ho deciso di cambiarlo legalmente. Quindi è sul mio passaporto: tutto ciò che è legale è Dove.” I fan hanno applaudito il cambio di nome di Cameron, con un fan twittando“È come se ogni volta che qualcuno ti chiama Colomba, tuo padre ti parla… è così incredibilmente bello! Sarebbe così orgoglioso.”

Nel 2016, Cameron ha pubblicato un toccante tributo su Instagram nel 5° anniversario della morte di suo padre. “Mi hai preparato per la vita migliore che si possa immaginare e ho intenzione di farcela [you] orgogliosa ogni singolo giorno e non sprecarlo mai”, ha scritto, firmando: “Per sempre la tua migliore amica e la tua bambina”.

Dove Cameron e suo padre sono legati da più di un nome

Dopo la morte del padre di Dove Cameron, sono venuti alla luce alcuni segreti della sua vita. “Si è tolto la vita ed è stato anche rinchiuso, cosa che abbiamo scoperto solo dopo la sua morte”, ha rivelato la star, per Entertainment Weekly. “Quando l’ho scoperto, pensavo che tutto tornasse. Era una persona così sensibile”. Cameron ha concluso dicendo che sperava un giorno di immortalare il suo defunto padre in un film, perché “era solo l’essere umano più affascinante”.

A quanto pare, il duo padre-figlia è legato più dal semplice cambio di nome di Cameron in “Dove”. Cameron sentiva anche di non poter essere onesta sulla sua sessualità, ed è stato solo nel 2021 che l’ex tesoro della Disney ha sentito che era sicuro fare coming out. “Ho accennato alla mia sessualità per anni mentre avevo paura di spiegarlo per tutti”, ha detto Cameron a Gay Times. Nel 2017, ha alimentato la speculazione sul fatto che fosse bisessuale dopo che una storia istantanea la mostrava mentre baciava la star di “Zack Snyder’s Justice League” Kiersey Clemons (tramite J-14). Ma a quel tempo, non sentiva di poter essere se stessa autentica perché “sentivo che non sarei stata accettata”, ha detto a Gay Times. Non c’è dubbio che il padre di Cameron sarebbe orgoglioso che lei stia vivendo la sua vita più autentica.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK (8255).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui