Sono emerse ulteriori informazioni sulla morte di Avicii alla fine di aprile 2018.

TMZ riferisce che Avicii, il cui vero nome era Tim Bergling, potrebbe essersi ucciso usando un frammento di vetro da una bottiglia rotta. Secondo una fonte, il bicchiere proveniva da una bottiglia di vino. Secondo quanto riferito, Avicii ha usato il vetro per causare un sanguinamento massiccio. Non è chiaro come Avicii si sia suicidato, come raccontato da due fonti TMZ che il punto di ferita era il suo collo mentre un’altra fonte ha detto che era il suo polso.

Come Nicki Swift riportato in precedenza, Avicii è stato trovato morto a Muscat, Oman, il 20 aprile 2018. Aveva solo 28 anni.

Una dichiarazione rilasciata dalla sua famiglia in seguito implicava che il DJ svedese si fosse tolto la vita. “Il nostro amato Tim era un cercatore, una fragile anima artistica alla ricerca di risposte a domande esistenziali”, si legge nella dichiarazione. “Un perfezionista di successo che ha viaggiato e lavorato sodo a un ritmo che ha portato a uno stress estremo”.

Riferendosi alla decisione di Avicii di ritirarsi dal tour quando aveva 26 anni, la sua famiglia ha osservato: “Quando ha smesso di andare in tour, voleva trovare un equilibrio nella vita per essere felice ed essere in grado di fare ciò che amava di più: la musica”. La dichiarazione continuava: “Ha davvero lottato con i pensieri su Significato, Vita, Felicità. Non poteva andare avanti. Voleva trovare la pace”.

La famiglia di Avicii ha inoltre affermato: “Tim non era fatto per la macchina da lavoro in cui si trovava; era un ragazzo sensibile che amava i suoi fan ma evitava i riflettori. Tim, sarai per sempre amato e tristemente mancato. La persona che eri e la musica manterrà viva la tua memoria. “

I nostri pensieri rimangono con i cari di Avicii durante questo momento difficile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui