Hollywood è ancora vacillante dopo la tragica morte dell’attore Ray Liotta il 26 maggio, soprattutto considerando quanto era giovane e quanto ancora aveva da fare. Liotta aveva solo 67 anni quando è morto nel sonno, secondo The Hollywood Reporter, durante le riprese del film “Dangerous Waters” nella Repubblica Dominicana. Sebbene la famiglia di Liotta non abbia ancora rilasciato una dichiarazione pubblica, la sua addetta stampa Jennifer Allen ha confermato la notizia. Liotta ha iniziato le riprese di “Waters” solo una settimana fa, e la fidanzata di Liotta, Jacy Nittolo, era lì con lui.

Liotta interpretava spesso la dolce faccia che mascherava il personaggio corrotto sottostante in film come Quei bravi ragazzi degli anni ’90, nei panni del boccino della mafia nella vita reale Henry Hill; “Something Wild” del 1986, nel ruolo dell’ex detenuto violento Ray Sinclair; e recentemente nel prequel di “Sopranos” “The Many Saints of Newark”. Anche nel film del 1989 “Field of Dreams”, Liotta ha interpretato Shoeless Joe Jackson, il giovane giocatore di baseball coinvolto nello scandalo dei White Sox del 1919. “Ma non è quello che sono”, ha detto Liotta nel 2016. “Voglio dire, personalmente, non ho mai litigato in vita mia, eppure qui, ora, sono bloccato con questa roba da duro. ” Il suo ruolo di ex detenuto con un problema con l’alcol in “ER” gli è valso un Emmy nel 2005, e ha lavorato insieme a sua figlia, Karsen, nella serie “Shades of Blue”, con Jennifer Lopez.

Liotta si stava godendo un’intensa carriera quando è morto, con molti progetti recentemente e attualmente in produzione, incluso uno che ha menzionato nel suo ultimo post sui social media.

Ray Liotta ha appena finito di girare un film su un orso assassino fatto di cocaina

Sebbene Ray Liotta non fosse molto attivo sui social media, ha usato Instagram per le foto, ad esempio con la fidanzata Jacy Nittolo, e per promuovere progetti. Il suo ultimo post, del 3 maggio, annunciava la data di uscita di uno dei film in produzione al momento della sua morte: un film dal suono intenso e ridicolo chiamato “Cocaine Bear”.

Il suo post cita l’articolo di The Hollywood Reporter che descrive il film e la sua data di uscita il 24 febbraio 2023. Il film, diretto da Elizabeth Banks di “Pitch Perfect”, è vagamente basato su una storia vera sballata, riportata dal New York Times nel 1985, su un orso nero morto per overdose di cocaina dopo che un ex ufficiale della narcotici era diventato drogato. il contrabbandiere è morto quando si è paracadutato da un aereo mentre trasportava troppo: 79 sterline! — della sostanza. Non è chiaro se questa debba essere una commedia o un thriller serio, ma molti grandi nomi sono legati, tra cui Keri Russell, “l’attrice protagonista Margo Martindale”, Alden Ehrenreich e Jessie Tyler Ferguson, tra gli altri.

“Avevo un legame speciale con Ray Liotta”, ha scritto Banks in una nota Twitter. “Quando un attore del calibro di Ray si fida di te come regista, è un dono. Ma Ray mi ha dato molto di più”, ha detto. “In passato i produttori di Hollywood mi avevano detto che gli uomini non mi avrebbero seguito, che non potevo dirigere l’azione per questo motivo. Il rispetto di Ray per me come regista, attrice e artista, come suo capo sul set, significava tutto per me.”

Ray Liotta aveva cinque film in produzione quando è morto

Ray Liotta si stava godendo una carriera molto impegnata quando è morto, con almeno cinque progetti cinematografici in produzione, secondo IMDb. Questo è successo dopo che è apparso in altre recenti iniziative di alto profilo, tra cui “Marriage Story” del 2019, “The Many Saints of Newark” del 2021 e “No Sudden Move” e la terza stagione di “Hanna” di Amazon Prime. L’imminente “Cocaine Bear” ha terminato le riprese nell’ottobre 2021 in Irlanda, per Variety, e rimane sulla buona strada per la sua uscita nel 2023. Non è chiaro quale ruolo abbia Liotta nella storia selvaggia.

Mentre le altre produzioni di Liotta – “Dangerous Waters”, “The Substance”, “April 29, 1992” e il debutto alla regia di Charlie Day “El Tonto” (che IMDb elenca come completato) – sono ancora in sospeso, Liotta ha anche terminato le riprese nella serie Apple TV+ “Black Bird”, in anteprima l’8 luglio. Il suo ruolo di Big Jim Keene, un poliziotto il cui figlio è incarcerato per spaccio di droga, è stato scritto per lui dallo showrunner, Dennis Lehane. “Dal momento in cui l’ho visto far saltare in aria lo schermo, i suoi co-protagonisti e il retro del cinema in ‘Something Wild’, l’ho trovato l’attore americano più elettrico della sua generazione”, ha detto Lehane (tramite The Hollywood Reporter) , descrivendo “una dualità che [Liotta] non riusciva a controllare del tutto.” “Quando il suo personaggio era minaccioso e pericoloso, non riusciva ancora a nascondere completamente il dolce ragazzino che c’era dentro. Quando il personaggio era affascinante, persino affettuoso, si sentiva ancora qualcosa di volatile che ribolliva sotto.” Lehane ha aggiunto: “Era quella dualità su cui contavo per portare il cuore emotivo del nostro show dall’inizio alla fine”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui