Il 22 marzo 2019, dopo un’indagine di due anni, il consigliere speciale Robert Mueller ha presentato il suo rapporto di oltre 400 pagine sulle potenziali interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016 e sul coinvolgimento di Donald Trump. Due giorni dopo, il Procuratore Generale William Barr ha rilasciato una sintesi al pubblico (tramite USA Oggi), dicendo: “Anche se questa relazione non conclude che il presidente ha commesso un crimine, anche lui lo scagiona”.

Il rapporto completo, ancora redatto, è stato rilasciato al pubblico nell’aprile 2019, e il mese successivo, Mueller ha rilasciato una lunga dichiarazione sulle sue conclusioni (tramite Vox), sostenendo che “se avessi avuto fiducia che il Presidente chiaramente non ha commesso un crimine, l’avremmo detto”. Il leggendario procuratore ha anche chiuso le richieste di testimoniare davanti al Congresso. “Qualsiasi testimonianza di questo ufficio non andrebbe oltre la nostra relazione”, ha detto, in parte. Abbiamo scelto queste parole con attenzione e il lavoro parla da sé. E il rapporto è la mia testimonianza”.

Tuttavia, il presidente della commissione giudiziaria della Camera Jerry Nadler e il presidente della commissione Intelligence della Camera Adam Schiff hanno emesso mandati di comparizione a Mueller, costringendolo a testimoniare il 24 luglio 2019. Da Monica Lewinsky e Chelsea Handler a Stephen Colbert e Jonathan Van Ness, ecco alcune reazioni da volti famosi al rapporto e alla testimonianza di Mueller.

Rob Reiner ha chiesto un procedimento di impeachment

Miseria E Pochi bravi uomini Il regista Rob Reiner ha avuto alcune parole forti dopo aver visto e reagito alla testimonianza di Robert Mueller davanti al Congresso. “Se non avviamo un procedimento di impeachment contro questo Presidente senza legge, allora quello che abbiamo combattuto per 243 anni fa sarà stato inutile. Ancora una volta relegeremo il potere a un Re che è al di sopra della legge. Non può trattarsi di politica. Si tratta della sopravvivenza della Democrazia”, ha Twittato.

Michael Moore ha fatto saltare la testimonianza di Robert Mueller

Molto è stato fatto sul comportamento di Robert Mueller durante la sua testimonianza. L’ex stratega della Casa Bianca di Obama David Axelrod Twittato che Mueller non “appare così forte” come aveva fatto in passato. Glenn Kirschner, un ex procuratore federale che ha lavorato sotto Mueller nell’ufficio del procuratore degli Stati Uniti, Twittato che Mueller stava “lottando” e credeva che fosse dovuto a un “problema di salute”.

Tuttavia, il documentarista Michael Moore ha abbandonato ogni sottigliezza con la sua critica a Mueller. “Un vecchio fragile, incapace di ricordare le cose, inciampando, rifiutandosi di rispondere alle domande di base … L’ho detto nel 2017 e Mueller l’ha confermato oggi – Tutti voi esperti e moderati e zoppi Dem che hanno detto al pubblico di mettere la loro fiducia nello stimato Robert Mueller – solo STFU d’ora in poi,” ha Twittato. Yikes.

Chelsea Handler ha una cotta per Robert Mueller

Il giorno in cui il consigliere speciale Robert Mueller ha presentato il suo rapporto, il comico Chelsea Handler ha portato il suo umorismo inappropriato brevettato alla situazione. “Se sono completamente onesto, sono molto sessualmente attratto da Robert Mueller. So che non è destinato ad essere, ma questo non significa che non appendo un poster di lui sopra il mio letto”, ha Twittato.

Due giorni dopo, Handler ha aggiornato i suoi fan dopo che il procuratore generale William Barr ha riassunto il rapporto. “Ammetto che i miei sentimenti per Mueller sono in conflitto ora e la mia attrazione sessuale per lui è in pericolo, ma credo ancora che ci sia molto di più a venire, e dobbiamo tutti marciare per le strade se non vediamo quel rapporto”, ha Twittato.

Ana Navarro-Cardenas saluta Robert Mueller come un patriota

Regolare Cnn E La vista La collaboratrice Ana Navarro-Cardenas ha difeso la reputazione di Robert Mueller il giorno prima della sua testimonianza. “Cari Trumpublicans, se avete intenzione di andare Ninja Warrior su Robert Mueller, ricordate, Mueller servito il nostro paese. Fu insignito di una Bronze Star, di un Purple Heart, di una Navy Commendation Medal. Stai servendo un uomo che ha schivato il progetto ed è stato premiato con fallimenti. Dormi bene”, ha Twittato.

Durante la testimonianza di Mueller, Navarro-Cardenas continuò a cantare le lodi di Mueller. “Puoi non essere d’accordo con Mueller. Si può prendere problema con la sua indagine e rapporto. Quello che non si può prendere in discussione è che lui è un americano patriottico che ha intensificato per servire il suo paese più e più volte. Mancare di rispetto all’uomo, rimproverarlo, non lasciarlo rispondere, è semplicemente sbagliato”, ha Twittato.

Stephen Fry fa emergere pregiudizi quando esamina il rapporto Mueller

Il comico britannico Stephen Fry ha riassunto la sua reazione alle scoperte di Robert Mueller in questo modo: “Il #MuellerReport cristallizza perfettamente la nostra età. Coloro che non amano Trump stanno sfogliando attraverso alla ricerca solo di ciò che incrimina, coloro che come lui cercano solo per ciò che escola ed esonera. Ognuno ignorando freneticamente ciò che non vogliono vedere. Anche io sono colpevole”, ha Twittato. “Non sono “non di parte”, BTW – Signore sa, quello che penso del corrotto Mobster-in-Chief dovrebbe essere ovvio. Stavo solo ammettendo che ho iniziato a leggere il rapporto, o bit filettati da esso, con un occhio solo ad un aspetto, pienamente consapevole che i suoi difensori stavano facendo lo stesso”, ha Detto.

Conan O’Brien sposta l’attenzione da Mueller a Sabrina la strega adolescente

Il Dipartimento di Giustizia ha pubblicato una versione redatta del rapporto Mueller il 18 aprile 2019, ma il comico e conduttore di talk show Conan O’Brien ha avuto una grande preoccupazione per i tempi. “Temo che il rilascio di The Mueller Report ta’ il fatto che sia il compleanno di Melissa Joan Hart. #HappyBirthdayMelissaJoanHart”, Coco Twittato.

Stephen Colbert avverte che la testimonianza di Mueller non riguarda le “valutazioni”

Anche se è stato massicciamente pubblicizzato, la testimonianza del consigliere speciale Robert Mueller non è stata esattamente un successo di rating. Il late showStephen Colbert non si preoccupa di questo e dice che non dovresti neanche. “Non voglio un governo che si preoccupi dei rating, perché lo abbiamo già con Donald Trump”, ha detto. “Robert Mueller non è venuto al Congresso per intrattenerci. È come un dottore che ci ricorda che il test è tornato positivo e che il paese ha una malattia terminale, e noi ci siamo detto, ‘Sì, ci hai detto, tipo, tre mesi fa, doc. [Yawn].'”

Rob Delaney dice che il rapporto Mueller è ‘dannazione’

Comico e Deadpool 2 stella Rob Delaney Twittato questo dopo che il rapporto di Mueller è stato reso pubblico: “Non conto nemmeno su un Dem ha portato la Camera a fare ciò che è giusto, quindi non avrei mai pensato che il rapporto Mueller avrebbe risolto tutti i nostri problemi (lo faremo; attraverso l’azione diretta, i sindacati, gli scioperi, le proteste, le primarie, ecc.) ma il santo s’t è dannazione e il presidente è un criminale di varietà giardino.”

Jonathan Van Ness sresta la “migliore performance per un burattino” per…

Occhio queerJonathan Van Ness ha avuto parole dure per il procuratore generale William Barr mentre reagiva alla testimonianza del Congresso. “La migliore performance di un burattino va a #WilliamBarr Ci sono la legge finanziaria della campagna e le illegalità della corruzione finanziaria che squalificano Trump dall’incarico, per non parlare della clausola di emolumenti che sta consapevolmente violando. Tutto al di fuori dell’ambito di Mueller per indagare”, ha Twittato.

Sarah Huckabee Sanders crede che la testimonianza di Mueller abbia giustificato Trump

L’ex segretaria stampa della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders ha fatto le cose di Sarah Huckabee Sanders dopo la testimonianza del consigliere speciale Robert Mueller. “Non ci è stato molto per Mueller per rivendicare ancora una volta il Presidente @realDonaldTrump. Nessuna collusione. Nessuna ostruzione. E ora Mueller tutto, ma ammette che era tutto lungo una caccia alle streghe totale“, ha Twittato.

Donald Trump aveva molto da dire… Er… tweet sul rapporto Mueller

Nessun pezzo di reazione sulla testimonianza del consigliere speciale Robert Mueller sarebbe completo senza includere i due centesimi del presidente Donald Trump sulla notizia. Ore Prima Mueller si sedette davanti al Congresso, il presidente ha licenziato un tweetstorm. “Non è mai stato concordato che Robert Mueller potrebbe utilizzare uno dei suoi molti Democratici Mai Trumper avvocati di sedersi accanto a lui e aiutarlo con le sue risposte. Questo non è stato specificamente accettato, e non avrei MAI accettato. La più grande caccia alle streghe nella storia degli Stati Uniti, di gran lunga! Twittato.

“Così i democratici e gli altri possono fabbricare illegalmente un crimine, provare a appuntarlo a un Presidente molto innocente, e quando combatte contro questo attacco illegale e tradose al nostro Paese, lo chiamano Ostruzione? Sbagliato! Perché Robert Mueller non ha indagato sugli inquirenti?” briscola Continuato. “Perché Robert Mueller e la sua banda di 18 Democratici Arrabbiati non hanno passato del tempo a indagare su Crooked Hillary Clinton, Lyin’ & Leakin’ James Comey, Lisa Page e il suo amante Psycho, Peter S, Andy McCabe, la bella famiglia Ohr, Fusion GPS, e molti altri, tra cui HIMSELF & Andrew W?” Aggiunto. In chiusura, Trump Twittato quello che è diventato il suo slogan: “NO COLLUSION, NO OBSTRUCTION!”

Monica Lewinsky non ha tritato le parole sul rapporto Mueller

Dopo che il consigliere speciale Robert Mueller ha presentato il suo rapporto, il procuratore generale William Barr ha pubblicato un riassunto di quattro pagine che non si è concluso se il presidente Trump avesse commesso crimini. Mentre i democratici e alcuni membri del pubblico chiedevano che il rapporto completo fosse reso disponibile, l’Università della California, il professore di legge di Berkeley Orin Kerr lo paragonò all’ultima volta che un consulente speciale è stato nominato per indagare su un presidente in carica. “Immaginate se il rapporto Starr fosse stato fornito solo al Procuratore Generale del Presidente Clinton, Janet Reno, che poi lo ha letto privatamente e ha pubblicato una lettera di 4 pagine basata sulla sua lettura privata affermando la sua conclusione che il presidente Clinton non ha commesso crimini”, ha Twittato.

Refresher: Il rapporto Starr riguardava la relazione del presidente Bill Clinton con la stagista della Casa Bianca Monica Lewinsky, e così Lewinsky si è preso la cosa di rispondere all’ipotetica domanda del professor Kerr. “Se. f.ing. solo,” ha Twittato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui