Questo articolo contiene descrizioni di aggressioni e sfruttamento sessuale, con riferimenti a problemi di salute mentale, abuso di droghe, violenza domestica e suicidio.

Se i muri potessero parlare, la famigerata Playboy Mansion non ci annoierebbe mai con le sue storie di conigli di decenni passati. La controversa impresa è stata un nome familiare sensazionalistico sin dalla sua fondazione nel 1953. Con artisti del calibro di Marilyn Monroe, Cindy Crawford e Kim Kardashian che hanno ottenuto la copertina, Playboy è diventato senza scusarsi famoso per aver venduto sesso come nessun altro poteva. Abbiamo visto giovani donne poco vestite in calze e orecchie da coniglio adornare le braccia del defunto Hugh Hefner, approdando a uno stile di vita confortevole come compagni di gioco e intrecciandosi nello stile di vita poliamoroso del padre fondatore di Playboy.

Ciò che è ancora più scioccante delle pagine sessuate della sua rivista, sono gli scandali e i segreti che hanno avuto luogo all’interno della Playboy Mansion. Playboy era più di un semplice marchio, era uno stile di vita e solo quelli con abbastanza prestigio ce l’hanno fatta all’interno dei cancelli di Gotham. Sebbene Hefner sia morto nel 2017, la sua reputazione sopravvive, anche se contaminata da varie accuse di aggressione sessuale contro di lui. Stiamo rimuovendo gli strati su tutti gli scandali che hanno scosso la Playboy Mansion nel corso degli anni.

La morte di Dorothy Stratten

The Playboy Mansion ha visto la sua giusta dose di scandali, ma nessuno scandalo è stato tragico come la morte di Dorothy Stratten. La compagna di giochi era all’apice della sua carriera a 20 anni quando fu uccisa dal suo ex marito, Paul Snider. È stata la prima canadese a essere nominata Playmate dell’anno da Playboy e stava guadagnando notorietà come attrice, ottenendo ruoli in film come “They All Laughed” insieme ad Audrey Hepburn.

Ma la sua corsa veloce verso la fama ha suscitato rabbia dentro Snider, la cui gelosia per sua moglie è diventata letale. Quando il matrimonio di Stratten si è sbrogliato, ha iniziato ad avere una relazione con il suo regista di “They All Laughed”, Peter Bogdanovich. Tuttavia, come ha detto il regista a Vulture nel 2019, il loro appuntamento alla fine non è stato ciò che ha motivato Snider a uccidere sua moglie e poi se stesso. “Sapeva di quella relazione da molto tempo. Non ha mai fatto nulla al riguardo”, ha dichiarato Bogdanovich. “L’omicidio è stato causato perché Hefner lo ha bandito dalla Mansion.” In effetti, il regista ha affermato che il marito di Stratten è scattato dopo che Hefner l’ha violentata, un’affermazione che il magnate di Playboy aveva negato da tempo, secondo Vulture.

Nell’articolo vincitore del premio Pulitzer del 1980 di Teresa Carpenter, “The Death of a Playmate” (tramite The Stacks Reader), Hefner ha inoltre affermato di non aver contribuito in alcun modo alla fine di Stratten. “Un ragazzo molto malato ha visto il suo buono pasto e il suo collegamento al potere … scivolare via. Ed è stato questo che l’ha fatta uccidere”, ha detto.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Se tu o qualcuno che conosci avete a che fare con abusi domestici, potete chiamare la National Domestic Violence Hotline al numero 1-800-799-7233. Puoi anche trovare ulteriori informazioni, risorse e supporto all’indirizzo il loro sito web.

Regole rigide per gli inquilini conigli

Quanto è lussuosa la vita al Playboy Mansion? Bene, secondo l’ex compagna di giochi, Izabella St James, è allettante quanto raccogliere la cacca di barboncino dal tappeto. Il libro di memorie di St. James, “Bunny Tales” (tramite Daily Mail) suggeriva che c’erano alcune condizioni meno che chic per essere un coniglio. “Ogni venerdì mattina dovevamo andare nella stanza di Hef, aspettare che raccogliesse tutta la cacca di cane dal tappeto e poi chiedere la nostra paghetta”, ha scritto.

Secondo l’ex fidanzata di Hugh Hefner, Holly Madison, quell’indennità era rigorosamente gestita dal magnate del marchio. Nel podcast “Power: Hugh Hefner”, la star di Playboy ha ricordato come i soldi fossero limitati solo per i vestiti. Se Hefner ha scoperto che i compagni di gioco spendevano in modo frivolo, i loro stipendi venivano ridotti come punizione. “Quindi c’era questo strano atto di equilibrio nel cercare di far sembrare che avessi così tanto da mostrare per quei soldi, ma risparmiando un po’ così avrei potuto vivere se avessi deciso di andarmene in un attimo”, ha detto Madison.

In un mondo di feste sontuose piene di celebrità e donne poco vestite, coloro che avevano la chiave dei cancelli di Bunny Hood dovevano anche aderire a rigide regole senza fronzoli. L’ex compagna di giochi di Playboy Jenna Bentley ha detto al Daily Mail che la Playboy Mansion ha mantenuto un rigoroso coprifuoco alle 21:00 che prevedeva che i compagni di gioco dormissero sul prato se non arrivavano in tempo. E dimentica i fidanzati, come ha ricordato il nativo del Montana, “Anche incontrare i ragazzi è stato un calcio d’inizio immediato”.

Le orge piene di droga erano la norma

Ovviamente, si può facilmente immaginare quanto siano diventate selvagge le feste alla Playboy Mansion. Ma nessuno avrebbe potuto prevedere il numero di accuse che sarebbero state fatte dagli ex compagni di gioco sulle continue occupazioni di droga e sesso. Per cominciare, Holly Madison ha ricordato a Buzzfeed che tutti hanno capito che il sesso con Hugh Hefner faceva parte di un patto non detto per vivere senza affitto al Mansion, anche se nessuna delle donne era interessata o voleva ammetterlo. Nel frattempo, Kendra Wilkinson, che ha vissuto lì contemporaneamente a Madison, ha scritto nel suo libro di memorie del 2011, “Sliding Into Home”, che le notti con il fondatore di Playboy potevano essere difficili. Ha scritto: “Dovevo essere molto ubriaca o fumare molta erba per sopravvivere”.

Nella serie di docu A&E, “Secrets of Playboy”, vari ex compagni di gioco hanno affermato che l’uso di droghe era incoraggiato al Mansion e che ci si aspettava regolarmente che si esibissero in orge. Uno, Sondra Theodore, ha affermato che il sesso di gruppo era richiesto cinque sere a settimana. Il padre di Playboy, vestito di seta, aveva dei bisogni, e se non c’eri tu eri fuori. “Non potevi soddisfarlo. Voleva sempre di più e di più”, ha spiegato (tramite Daily Mail). Lisa Loving Barrett, assistente di Hefner per 12 anni, ha suggerito che la cocaina fosse così ampiamente disponibile che uno dei barboncini di Hefner ne divenne dipendente, leccandolo dai pavimenti. Nel frattempo, ha suggerito che usasse i quaalude per farsi strada con le donne, soprannominando il farmaco sedativo “divaricatori di gambe” (tramite Daily Mail).

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Bill Cosby, Hugh Hefner e il compagno di giochi morto

Purtroppo, le pressioni di Playboy sono aumentate in tragedia per un altro compagno di giochi. Secondo Daily Mail, Paige Young aveva 30 anni quando è morta suicida dopo aver subito anni di presunti abusi al Playboy Mansion. Il corpo della modella è stato trovato sopra una bandiera americana nel suo appartamento di West Hollywood, un’immagine sensazionalistica apparentemente costruita per attirare l’attenzione delle persone sulla sua storia. In modo angosciante, la vicina di Young, Melanie Myers, ha ricordato che la defunta star aveva decorato le sue pareti con foto di Hugh Hefner dal pavimento al soffitto. “C’erano ritagli di notizie, articoli di riviste, tutto ciò a cui potevi pensare. Su scritto c’era qualcosa del tipo, ‘Hugh Hefner è il diavolo'”, ha ricordato.

I poliziotti hanno letto parte della sua nota di suicidio a Myers, che a quanto pare descriveva in dettaglio alcuni degli abusi che aveva subito. “L’intera faccenda riguardava la sua rabbia nei confronti degli uomini che credeva l’avessero masticata e sputata fuori”, ha detto. “… ecco come si sentiva e non poteva andare avanti.” Il Daily Mail ha anche rivelato che gran parte della rabbia di Young era diretta contro l’uomo un tempo conosciuto come “America’s Dad”, Bill Cosby. “Paige è morta a causa di celebrità come… Bill Cosby, al 100%”, ha aggiunto Myers.

Nella serie di docu, “Secrets of Playboy” (tramite Persone). L’ex guardia del corpo di Hefner, Jim Ellis, ha ricordato l’atteggiamento di laissez-faire nei confronti del sesso alla Playboy Mansion. “C’era uno sfruttamento sessuale dilagante. Bill Cosby era lassù tre o quattro volte a settimana – non era lì per pranzare”, ha detto. Tragicamente, lo scioccante suicidio di Young è stato ampiamente sottostimato.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline componendo il 988 o chiamando il numero 1-800-273-TALK (8255)​.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Hugh Hefner ha ricattato le sue amiche

Oltre al coprifuoco e ad altre regole rigide per gli inquilini del palazzo, il capobanda Hugh Hefner avrebbe tenuto esplicite foto di vendetta di ragazze come ricatto per essere andate contro l’impresa e se stesso. In “Secrets of Playboy” (tramite ET), l’ex fidanzata di Hefner, Holly Madison, ha ricordato di aver avuto troppa paura per lasciare la Mansion per paura di essere ricattata con varie istantanee esplicite che Hefner teneva a portata di mano. “Sta scattando tutti i tipi di foto nude di queste donne quando eravamo fuori di testa”, ha detto la star di “Girls Next Door”. La vedova di Hefner Crystal Harris Hefner ha confermato l’affermazione, twittando “Ho trovato migliaia di quelle foto usa e getta di cui parli @hollymadison”, ha scritto. “Li ho immediatamente strappati e distrutti ognuno di loro per te e per le innumerevoli altre donne che contenevano.”

Sotto gli occhi attenti di Hugh, il personale della Playboy Mansion avrebbe tenuto il posto ben chiuso. Quelli al potere sarebbero stati in grado di continuare a trarre vantaggio dalle donne lì. In “Secrets of Playboy” (tramite TMZ), l’ex maggiordomo del magnate, Stefan Tetenbaum, ha affermato che il fondatore di Playboy era un voyeur opportunista. “Hefner ha registrato tutto nella sua camera da letto e molti uomini, star e atleti sono entrati nella camera da letto e hanno fatto sesso con queste ragazze”, ha spiegato. Secondo quanto riferito, queste presunte registrazioni non erano consensuali, dandogli influenza su alcune persone molto potenti e influenti. “Ma molte delle ragazze sono state devastate dopo quello che ci si aspettava… [and] costretto a farlo”, ha aggiunto Tetenbaum.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

L’ex fidanzata Karissa Shannon ha avuto un aborto segreto

Per l’ex fidanzata di Hugh Hefner, Karissa Shannon, crescere un figlio non faceva parte della vita truccata che viveva come una caramella al braccio. In “Secrets of Playboy” (tramite Persone) Karissa e sua sorella gemella Kristina Shannon hanno ricordato l’avversione del magnate a praticare il sesso sicuro. “Il problema è che a Hef non piace usare la protezione”, ha detto Kristina. Fu solo quando la sua gemella fece un esame del sangue in preparazione per un imminente intervento di chirurgia plastica, che la compagna di giochi scoprì la notizia che stava portando il figlio di Hefner. “Ero disgustata dal mio corpo e mi sentivo come se ci fosse un alieno dentro il mio stomaco”, ha detto Karissa al Mirror. “Era come se il diavolo fosse dentro di me. Non volevo che nessuno sapesse che stavo portando in grembo il figlio di un uomo di 83 anni”.

La procedura doveva essere nascosta a Hefner, che secondo quanto riferito non l’ha mai scoperto. Invece, i gemelli hanno chiesto alla sua squadra di sicurezza di portarli al centro commerciale e hanno finto di essere a fare shopping. Ciò che resta dell’eredità del loro compagno di giochi è contaminato da ricordi strazianti del rapporto transazionale che sono stati costretti ad avere per mantenere il loro status di Playboy Mansion. Successivamente gli è stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico e ha richiesto una consulenza. “Ha usato completamente i meccanismi di controllo in tutto, quindi sono felice di aver abortito”, ha detto Karissa in “Secrets of Playboy” (tramite Persone).

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Hefner e il dottore di Playboy Mansion

Hugh Hefner potrebbe essere stato un signore, ma l’amore della sua vita era apparentemente un tipo: il medico interno della Playboy Mansion, il dottor Mark Saginor. L’affermazione è arrivata dalla figlia del dottore, Jennifer Saginor, che ha detto a “Secrets of Playboy” (tramite Newsweek) che i due condividevano un forte legame che alla fine è diventato sessuale. Anche l’ex fidanzata di Hefner, Sondra Theodore, ha sostenuto le affermazioni nella serie A&E, dicendo “Sono diventati più che migliori amici. Sono diventati [lovers]Nei filmati d’archivio mostrati nelle docuserie, il fondatore di Playboy ha ammesso che la bisessualità era un dato di fatto durante la scena altalenante degli anni ’70.

Tuttavia, la relazione tra Hefner e suo padre potrebbe essere diventata tossica con Jennifer che sostiene che i due avrebbero trafficato donne nelle case di uomini potenti per fare sesso. Queste donne erano spesso aspiranti modelle e attrici. “Credo che con tutti questi uomini si trattasse davvero di sapere che avevi potere su qualcun altro”, ha detto. Jennifer ha teorizzato che Mark e la sua migliore amica siano cresciuti entrambi subendo ripetuti rifiuti da parte delle donne. “Quindi avere il controllo e il potere su questo tipo di donne al Mansion è stato qualcosa di molto eccitante”, ha aggiunto.

Secondo The Sun, a Mark è stata sospesa la licenza medica a seguito di accuse di cattiva condotta sessuale e sfruttamento sessuale, tra le altre accuse di negligenza. Dal momento che a Hefner piaceva prendere le distanze da qualsiasi potenziale cattivo PR, i due litigarono. Tuttavia, Jennifer ha detto alla docuserie che suo padre era al fianco del magnate quando è morto.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Holly Madison afferma di essere stata corrotta

L’ex fidanzata di lunga data, Holly Madison, è stata molto esplicita riguardo alle sue lotte a porte chiuse dopo aver lasciato la Mansion per sempre. In un episodio di “Dove sono adesso?” la star di “Girl Next Door” ha detto di aver scoperto una volta un testamento del defunto Hugh Hefner che le prometteva tre milioni se fosse rimasta nella Mansion. “Era molto chiaro per me che me l’aveva lasciato vedere, perché sperava che avrebbe cambiato idea e mi avrebbe fatto dire”, ha rivelato Madison. Aveva discusso di lasciarsi dietro le orecchie da coniglio quando le amiche Bridget Marquardt e Kendra Wilkinson hanno deciso di passare ad altre cose. “Tutto quello che può fare è dire: ‘Oh, ecco, ti lancerò dei soldi per farti restare.’ Mi ha semplicemente disgustato”, ha spiegato Madison.

Nel 2015, la star aveva scritto di questa affermazione nel suo libro di memorie, “Down the Rabbit Hole”, insieme ad altre accuse che suggerivano che manipolazione, droghe e coercizione fossero tutte in gioco tra le mura della Mansion. Hefner ha alzato gli occhi al cielo alle accuse e ha detto a Us Weekly che molte delle sue ex fidanzate erano sane e felici e continuavano ad essere sue amiche. “Purtroppo, ci sono alcuni che hanno scelto di riscrivere la storia nel tentativo di rimanere sotto i riflettori”, ha lamentato.

Le accuse di aggressione sessuale contaminano l’eredità di Hefner

Hugh Hefner è morto nel settembre 2017, schivando a malapena la tempesta di fuoco del movimento “Me Too” che ha dominato i media in seguito alla rimozione di Harvey Weinstein e di molte altre celebrità. Sebbene sia riuscito a evitare molti controlli schiaccianti mentre era in vita, le donne del suo passato continuano a parlare apertamente con accuse riguardanti il ​​fondatore di Playboy vestito di seta

In “Secrets of Playboy” (tramite Persone), Audrey Huskey, un’aspirante compagna di giochi all’epoca, ha affermato che Hefner l’aveva violentata nel 1994 quando la sua allora moglie, Kimberly Conrad, era fuori città. Era stata invitata a Mansion per scattare foto di prova per la rivista Playboy. Quando Hefner l’ha invitata nella sua stanza per rivedere le foto, inizialmente era a disagio nel farlo. Tuttavia, ha ceduto. “Non avevo pensieri in mente che niente [bad] accadrebbe”, ha detto.

Dopo che Hefner ha acceso uno spinello nel letto accanto a lei, Huskey ha ricordato di essersi congelato mentre si abbassava i pantaloni. “Non ho detto niente. Non gli ho dato il permesso. Cosa avrei fatto? Se avesse detto di no, si sarebbe fermato? Non lo so”. Dopo che il presunto incidente è emerso, l’ex modella ha affermato di essere stata così traumatizzata che ha annullato un servizio fotografico successivo: il suo contratto di modella è stato quindi risolto. È rimasta in silenzio sulla presunta aggressione. “Non gli importava di me o di cosa mi fosse successo, e lo stavo proteggendo. Era così”, ha affermato Huskey. “Sono stato buttato via e ho chiuso la bocca.”

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Bill Cosby e un’adolescente

Bill Cosby ha affrontato dozzine di accuse contro di lui riguardanti abusi e aggressioni sessuali, e la sua cattiva condotta è una pista da coniglio che riporta direttamente alla Playboy Mansion. Nel 2018, la star caduta in disgrazia è stata condannata da 3 a 10 anni di carcere con l’accusa di aggressione sessuale, prima di essere rilasciata tre anni dopo. Nel 2022, è stato dichiarato colpevole di aver abusato sessualmente di Judy Huth nel 1975, quando il nativo californiano aveva solo 16 anni, secondo Variety.

La causa civile ha accusato Cosby di aver attirato l’adolescente e la sua amica con lui alla Playboy Mansion, dopo aver incontrato la coppia in un parco. Huth ha affermato che il comico l’ha costretta a compiere atti sessuali su di lui senza il suo consenso. Sebbene non siano stati trovati danni punitivi, la giuria ha deciso che $ 500.000 dovrebbero essere assegnati a Huth come risarcimento dei danni. Secondo Variety, questo è stato il primo caso ad essere processato ai sensi del Child Victims Act, che consente ai sopravvissuti di farsi avanti e chiedere giustizia indipendentemente dall’età.

Per World Republic News, l’ex attrice Chelan Lasha, che in precedenza aveva testimoniato contro il comico nel processo in Pennsylvania, era presente fuori dal tribunale. “È un uomo nero, è un predatore sessuale, è un deviante”, ha detto. “È orribile. È un’altra vittoria. Sono venuto qui per stare con Judy. Sono orgoglioso di Judy. Sono contento per il risultato”. Cosby ha costantemente negato qualsiasi pretesa contro di lui e insiste sul fatto che è innocente.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

Nella piscina è stato trovato il batterio della Legionella

Quando gli ospiti hanno fatto un tuffo nella vasca idromassaggio della Playboy Mansion nel 2011, hanno ottenuto molto di più di quanto si aspettassero, e non in senso positivo. Secondo The Guardian, gli ispettori sanitari hanno trovato batteri della legionella in una fonte d’acqua nel complesso di Playboy dopo che circa 200 ospiti si sono ammalati di problemi respiratori dopo aver partecipato a una festa. I batteri possono causare la malattia del legionario, che secondo il CDC è un grave tipo di polmonite che può crescere nei sistemi idrici artificiali, come forse la vasca idromassaggio “grotta” piena di conigli al Playboy Mansion?

Sebbene siano stati trovati i batteri che causano la malattia, non è chiaro se questa sia la causa dell’epidemia respiratoria tra i partecipanti alla festa. La maggior parte delle persone si riprende completamente dalla malattia, tuttavia, i siti CDC indicano che una persona su 10 infetta dal batterio morirà. La famigerata spa idromassaggio potrebbe essere stata una volta nota per ospiti misteriosi che si godevano una grotta piena di vapore con un branco di conigliette, ma quella stessa atmosfera sembra molto meno sexy e molto più medievale dopo la notizia di questo focolaio. Non avremmo voluto essere il maggiordomo incaricato di quella pulizia profonda!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui