Quando Jennifer Hudson è stata eliminata dalla terza stagione di “American Idol” nel 2004, è stato uno shock sia per i fan che per i concorrenti. La cantante di “Giving Myself” era considerata una delle preferite per vincere il reality show e all’epoca sono emerse diverse teorie per cercare di spiegare perché è stata esclusa. Il produttore esecutivo di “American Idol” Ken Warwick ha quindi utilizzato l’uscita di Hudson come esempio del motivo per cui gli spettatori dello show dovrebbero essere diligenti nel votare. “Come dimostrato con [that night’s] risultati, non si può mai presumere che un concorrente sia al sicuro”, ha detto a Entertainment Weekly nell’aprile 2004.

Una teoria sull’eliminazione di Hudson è venuta da Elton John, che credeva che gli elettori fossero “incredibilmente razzisti” per aver ottenuto tre cantanti neri (Hudson, La Toya London e Fantasia Barrino) negli ultimi tre. Tuttavia, Simon Cowell ha ritenuto che l’uscita di Hudson non avesse nulla a che fare con la razza. “Il mio istinto è che la ragazza che è stata espulsa non era l’American Idol”, ha detto nel 2004, mentre si rivolgeva ai commenti dell’artista di “Rocket Man”, per MTV. “Non credo che fosse la migliore cantante”.

Poco dopo la sua sconfitta in “American Idol”, la cantante di “Spotlight” ha detto che credeva che fosse in gioco qualcosa di più della semplice capacità di cantare nel determinare i vincitori dello spettacolo. “Non credo che fosse basato sul talento, ma se lo era, sono stata derubata”, ha detto a MTV nel 2004. Quasi due decenni dopo, Cowell ha detto a Hudson il motivo per cui crede che sia stata eliminata.

Simon Cowell ha incolpato le canzoni

Aggiungendo al suo già impressionante curriculum, Jennifer Hudson ha avviato il suo talk show, il “Jennifer Hudson Show”, e nel primo episodio ha portato Simon Cowell come ospite. Durante l’intervista, Cowell ha sollevato la controversa eliminazione di “American Idol” di Hudson, e l’ex giudice ha incolpato la “stupida Barry Manilow Week”, che era il tema quando Hudson è stato respinto. “E ricordo di aver pensato, ‘Questa non è una bella canzone'”, ha detto Cowell all’ospite. “Non è stata colpa tua. E poi, ovviamente, è successo quello che è successo.” A suo merito, la Hudson non ha mostrato risentimento per essere stata respinta, apparentemente prematuramente. “Quando sono stata eliminata, mi sento come se avessi avuto l’opportunità di mostrare chi ero come artista, quindi mi andava bene essere eliminata”, ha risposto.

Quando la star di Hudson iniziò a crescere a Hollywood, un altro dirigente di “Idol” condivideva sentimenti simili a quelli di Cowell. “Jennifer era una delle mie preferite in quella stagione, ma ha scelto pessime canzoni, brani che non mettevano in mostra la sua voce”, ha detto al Los Angeles Times nel 2006 Nigel Lythgoe, produttore esecutivo dello spettacolo.

La dinamica tra Hudson e Cowell è cambiata una volta che ha lasciato il reality show. Quando è stata nominata come migliore attrice non protagonista agli Academy Awards del 2007, il famoso giudice pungente le ha inviato parole di incoraggiamento. “Quello che hai fatto è letteralmente straordinario. Penso che vincerai e te lo meriti”, ha scritto Cowell in un messaggio a Hudson, per il Daily Mail.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui