“Finché ci siamo l’un l’altro, abbiamo il mondo che gira nelle nostre mani!” Non c’era famiglia televisiva così sana – o così reale – come i Seavers in “Growing Pains”. Guidato dal patriarcale Dr. Jason Seaver (Alan Thicke), uno psichiatra che lavora da casa, e sua moglie Maggie (Joanna Kerns), una giornalista itinerante, lo spettacolo ha messo in luce le difficoltà della famiglia quando i loro figli Mike (Kirk Cameron), Carol (Tracey Gold), Ben (Jeremy Miller) – e in seguito, il ragazzo randagio Luke Bower (interpretato nientemeno che da Leonardo DiCaprio) – hanno attraversato l’adolescenza.

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

La sitcom della ABC è andata in onda per sette stagioni dal 1985 al 1992, ottenendo tre nomination ai Golden Globe e due Emmy durante tutta la sua corsa. La serie ha persino generato il suo spin-off, “Just the Ten of Us”, seguendo l’insegnante di ginnastica Coach Lubbock, sua moglie e i loro otto figli. Dopo due film di reunion negli anni 2000 – “The Growing Pains Movie” e “Growing Pains: Return of the Seavers” – è sicuro dire che l’America avrà sempre un attaccamento emotivo alla loro famiglia preferita.

Sebbene i membri del cast abbiano preso strade separate nel corso degli anni, apprezzeranno sempre l’eredità dello spettacolo. “Credo che tutti abbiamo avuto influenze culturali pop come quella crescendo”, ha detto Alan Thicke a Vox nel 2016. “Sono orgoglioso di far parte della crescita di qualcuno, il ricordo di qualcuno delle notti a casa a guardare la TV”.

E proprio come ci ha insegnato la serie, la vita ha un modo di muoversi intorno a noi in modi sia buoni che cattivi. Queste sono le stelle di “Growing Pains” che non sapevi fossero morte.

Alan Thicke

Non ci sarebbero “dolori della crescita” senza Alan Thicke. Gran parte dell’umorismo e del cuore dello spettacolo derivavano dai tentativi del suo personaggio, il dottor Jason Seaver di crescere i suoi figli problematici. Anche dopo la fine della serie, il personaggio è rimasto vicino al cuore di Thicke. “Jason Seaver era il tipo di genitore che aspiro a essere se avessi 12 scrittori che mi seguissero in giro, e mi piace che ci sia un’intera generazione di persone che ancora si avvicinano a me e dicono: ‘Mi hai cresciuto. mio padre, sono cresciuto con te'”, ha detto Thicke a Vox nel 2016.

A parte “Growing Pains”, l’attore canadese ha avuto una bella carriera. Ha composto musica per altre sitcom “The Facts of Life” e “Diff’rent Strokes” oltre a recitare regolarmente in “The Bold and the Beautiful”, “JPod” e “Hope & Gloria”. Thicke è stato anche uno scrittore di successo, ospitando persino il suo spettacolo di varietà negli anni ’80.

Hollywood ha purtroppo perso una luce brillante nel dicembre 2016 quando Alan Thicke è morto per un attacco di cuore. Thicke è crollato mentre lui e il suo figlio più giovane, Carter, stavano giocando a hockey. Il certificato di morte dell’attore ha rivelato che era passato per “aorta rotta” e “dissezione aortica di tipo A standard”, secondo People.

Il figlio maggiore di Thicke, il cantante Robin Thicke, ha detto al Los Angeles Times che suo padre era “l’uomo più grande [he] mai incontrato.” Carter ha scritto: “Sono per sempre grato per la luce che quest’uomo ha portato nella mia vita e in tanti altri”, in un sincero tributo su Instagram.

Andrea Koenig

Andrew Koenig ha portato coraggio nel suo ruolo di Richard “Boner” Stabone, il migliore amico di Mike Seaver in “Growing Pains”. Oltre ai suoi 25 episodi dell’amata sitcom, Koenig ha anche prestato la sua voce alla serie animata “GI Joe” e ha fatto apparizioni in “Star Trek” e “My Two Dads”.

Nel febbraio 2010, Koenig è stato dichiarato scomparso dalla sua famiglia dopo aver perso il suo volo per Los Angeles da Vancouver, secondo la CNN. Quasi due settimane dopo, il suo corpo era in missione di ricerca a Stanley Park e suo padre ha confermato che suo “figlio si è tolto la vita”. L’outlet ha riferito che Koenig stava ricevendo cure per la sua depressione ma aveva smesso di assumere i suoi farmaci circa un anno prima della sua morte. “Ovviamente soffriva molto”, ha detto suo padre, aggiungendo: “Se puoi imparare qualcosa da questo, ci sono persone là fuori a cui importa davvero”.

Koenig è stato ricordato con affetto dai suoi co-protagonisti di “Growing Pains”, con l’attore Kirk Cameron che ha detto a Us Weekly: “È con grande dolore sapere dell’esito finale della ricerca del mio vecchio amico Andrew. … Le mie preghiere continueranno stare con la famiglia di Andrew”. Tracey Gold ha detto all’outlet: “Il mio cuore è spezzato per la famiglia di Andrew. Ho dei ricordi fantastici di Andrew e del nostro tempo insieme in ‘Growing Pains'”.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama il National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK (8255).

Gordon Salto

Gordon Jump ha portato umorismo e umiltà al padre di Maggie Seaver, Ed Malone, in 11 episodi di “Growing Pains” nel corso degli anni. La sua ultima apparizione nello show è stata nell’episodio della settima stagione “Home Malone”, quando i Seavers fanno visita alla madre di Maggie dopo la morte di Ed per preparare la casa alla vendita e rivivere i loro più cari ricordi di famiglia.

Sebbene Jump fosse un momento clou dello show e in serie tra cui “WKRP in Cincinnati”, “Get Smart” e “The Partridge Family”, una delle sue più grandi pretese di fama è stata quella di riparatore Maytag in una serie di spot pubblicitari che è iniziato nel 1989. Jump ha ripreso il personaggio fino al luglio 2003, quando si è ritirato.

Nel settembre 2003, Jump è morto a 71 anni a causa di fibrosi polmonare, secondo suo cugino (tramite Tulsa World). Jump è morto a casa in California ricevendo cure in hospice. Il presidente e amministratore delegato della Maytag Corp. Ralph Hake ha ricordato Gordon Jump come “un attore incredibilmente talentuoso e un essere umano straordinario” in una dichiarazione dopo la sua morte.

Robert Rockwell

Nell’episodio della quarta stagione “Indovina chi viene a cena?”, Jason Seaver viene presentato al secondo marito di sua madre, che ha incontrato durante una crociera di tre settimane in Messico, ed è tutt’altro che entusiasta di accogliere un nuovo uomo in famiglia . Per fortuna, per la famiglia Seaver – e per l’attore Robert Rockwell, che interpreta Wally Overmier – Jason alla fine torna. Rockwell avrebbe continuato a interpretare il personaggio per otto episodi dalla stagione 4 fino alla chiusura della serie.

Lo spettacolo non è stato certo l’introduzione di Rockwell al mondo dello spettacolo; era meglio conosciuto come il sognante Mr. Boynton nella sitcom degli anni ’50 “Our Miss Brooks”. Ha lavorato per Republic Pictures come attore a contratto e ha oltre 350 crediti televisivi a suo nome, tra cui “Days of Our Lives”, “Diff’rent Strokes”, “Perry Mason” e “Beverly Hills, 90210”.

Nel gennaio 2003, Rockwell è morto a 82 anni a causa di un cancro. Sua moglie ha condiviso che è passato “circondato da parenti nella sua casa di Malibu”, secondo The San Diego Union-Tribune.

Kathleen Freeman

L’iconica attrice Kathleen Freeman ha interpretato una varietà di personaggi durante la serie “Growing Pains”, inclusa la cameriera Sophie, così come Marge in “Birth of a Seaver”. I fan con gli occhi d’aquila la ricorderanno come l’infermiera che ha ricoverato Maggie in ospedale prima che desse alla luce Chrissy, la più giovane del gruppo di Seaver.

Sebbene i suoi ruoli nello show fossero piccoli, la passione di Freeman per la recitazione era più grande della vita. È apparsa nel musical seminale “Singin’ in the Rain”, così come in serie tra cui “The Dick Van Dyke Show”, “Hogan’s Heroes”, “The Golden Girls”, “Murphy Brown” e “Married… With Bambini.”

Secondo il Washington Post, i suoi personaggi distintivi erano “Grandi, sfacciati e divertenti” e ha fatto carriera interpretando “cameriere recalcitranti, suore pazze, governanti chiacchierone, madri con l’ascia da battaglia, padrone di casa arrabbiate e vicini ficcanaso”. Nell’agosto 2001, Freeman è morto all’età di 82 anni di cancro ai polmoni. Non ha mai rinunciato alla sua passione, interpretando il ruolo di “un pianista impertinente” in “The Full Monty” di Broadway – che le è valso un Tony Award come miglior attrice protagonista in un musical – e dando la sua ultima esibizione una settimana prima la sua scomparsa.

Jane Powell

Jane Powell ha portato gusto e cuore a “Growing Pains” nei panni della madre di Jason Seaver, Irma, dalla sua prima apparizione nella quarta stagione “Indovina chi viene a cena?” fino a “Storia di divorzio” della sesta stagione. La sua relazione costringe il patriarca centrale dello show a crescere da solo, specialmente quando sua madre annuncia che sta per divorziare dal suo secondo marito, Wally Overmier (Robert Rockwell), con cui Jason non si è mai scaldato del tutto.

Al di fuori di “Growing Pains”, Powell ha avuto una certa eredità sullo schermo. Per la CNN è stata “la star di alcuni dei musical più amati dell’età dell’oro di Hollywood”, tra cui “A Date With Judy”, “Seven Brides for Seven Brothers” e “Royal Wedding” con Fred Astaire. Lo spettacolo era nel sangue di questo cantante, attore e ballerino; ha iniziato ad esibirsi in teatro e alla radio all’età di 5 anni prima della sua prima apparizione cinematografica a 15 anni in “Song of the Open Road” del 1944.

Powell è stata sposata con l’ex attore bambino Dickie Moore per 28 anni prima della sua morte nel 2015, secondo CT Post, ed era grata sia per la sua famiglia che per la sua carriera, anche se ha in gran parte smesso di recitare negli anni 2000. “Non ho mai sentito di essere davvero lì comunque”, ha detto allo sbocco. “Mi sono sempre immaginato come una mosca che stava in un angolo e guardava me stessa dall’alto in basso.” Nel settembre 2021, Powell è morta a 92 anni nella sua casa del Connecticut per cause naturali (tramite la CNN).

Bill Erwin

L’attore caratterista Bill Erwin ha interpretato una manciata di ruoli in otto episodi durante la corsa “Growing Pains”, incluso l’adorabile bidello nel drammatico episodio di ballo scolastico in due parti “Dance Fever” e Buzz, l’idraulico esilarante e inesperto che ha impiegato cinque ore per finire il lavoro, in “L’anniversario che non c’è mai stato”.

Al di fuori della serie, Erwin era meglio conosciuto per aver interpretato Sid Fields nell’episodio di “Seinfeld” “The Old Man”. Erwin ha interpretato l’anziano irascibile di cui Jerry Seinfeld era incaricato di prendersi cura – e successivamente ha perso. Il ruolo è valso a Erwin un Emmys nel 1993 come attore ospite eccezionale in una serie comica. Ha anche recitato in “Somewhere in Time” degli anni ’80 al fianco di Christopher Reeve e Jane Seymour, e ha fatto apparizioni in innumerevoli serie, tra cui “The Twilight Zone”, “Gunsmoke”, “The Waltons”, “Everwood”, “My Name is Earl, ” “L’ala ovest”, “Chi è il capo” e “Sposato… con figli”. Sempre il burlone, una delle sue apparizioni più memorabili è stata in uno spot pubblicitario di Dreyer’s Ice Cream in cui è saltato su dalla sua poltrona reclinabile e ha ballato quando sua moglie ha detto “Il dessert è pronto!” (tramite The Hollywood Reporter).

Nel 2011, Erwin è morto per “cause legate all’età”, secondo THR, a 96 anni, lasciando dietro di sé quattro ragazzi che avevano tutti seguito le sue orme nell’industria dell’intrattenimento.

Jerry Vale

Il leggendario crooner Jerry Vale, all’anagrafe Gennaro Louis Vitaliano, si è interpretato in tre episodi di “Growing Pains”, a partire da “Weekend at Mike’s” della quinta stagione, quando la madre di Jason, Irma, non è in grado di ospitare la famiglia dopo un’infestazione di termiti perché sta ospitando una riunione per il Fan Club Jerry Vale.

Il musicista nato nel Bronx è diventato famoso negli anni ’50 e ’60 con ballate come “You Don’t Know Me” e “Have You Looked into Your Heart”, e la sua affinità per la sua eredità italiana ha portato ad apparizioni come se stesso in “Quei bravi ragazzi”, “Casinò”, “I Soprano” e “Chi è il capo”. Jerry Vale è stato anche un personaggio nell’epopea di Martin Scorsese del 2019 “The Irishman”, con Steven Van Zandt che lo interpreta. L’amore di Vale per la musica è durato a lungo e anche i suoi fan sono rimasti con lui. “Ho persone che vengono a trovarmi da 30, 40 anni”, ha detto a ClassicBands.com. “Vendiamo praticamente ogni posto in cui andiamo. Dobbiamo fare qualcosa di giusto”.

Nel maggio 2014, Vale aveva 83 anni quando morì nella sua residenza di Palm Desert, in California (secondo il Washington Post). Vale “secondo quanto riferito, aveva subito un ictus più di un decennio” prima della sua morte.

Maxine Elliott Hicks

Maxine Elliott Hicks è apparsa in tre episodi di “Growing Pains”, una volta interpretando Winnie, una cliente del minimarket in cui lavora Mike Seaver nella quarta stagione di “Fortunate Son”. È stata accreditata come “donna anziana” in altri due episodi. L’eredità sullo schermo di Hicks, tuttavia, risale a molto prima che l’amata sitcom andasse in onda.

Secondo AP News, Hicks ha recitato in oltre 200 film muti. Decenni dopo, è apparsa nei film “Beethoven” e “Defending Your Life”, ed è stata ospite di sitcom come “All in the Family”, “The Jefferson”, “Designing Women” e “Frasier”. Tuttavia, la sua vasta carriera a Hollywood non è stata priva di controversie. Negli anni ’30, la madre di Hicks iniziò a litigare con il capo della Warner Bros. Jack Warner. Sebbene Maxine Elliott Hicks avesse trovato il suo posto nel passaggio dai film muti ai “talkie”, ha lasciato l’industria per il disaccordo. Hicks alla fine è tornata sullo schermo a 80 anni e ha continuato a recitare nel ruolo della sorella Ethel nello spin-off di “Growing Pains” “Just the Ten of Us”.

Nel gennaio 2000, Hicks è morto all’età di 95 anni, secondo AP News. Sebbene la sua causa della morte non sia stata annunciata pubblicamente, ha lasciato un’eredità insostituibile e le è piaciuto il viaggio. “Mi sono divertito moltissimo”, ha detto della sua carriera di attrice poco prima della sua morte. “Ho amato ogni minuto.”

Alba Wells

Nell’episodio della terza stagione “Broadway Bound”, Mike Seaver e la sua amica Monica diventano un po’ grandi per i loro pantaloni dopo aver segnato i ruoli nella produzione del loro liceo di “Our Town”. Pensando di avere le carte in regola per affrontare lo spettacolo, si dirigono a Broadway per fare un’audizione per la stessa produzione… solo per rendersi conto che potrebbero non essere pronti per il vero affare. Dawn Wells ha interpretato la receptionist del casting che incontrano all’audizione, così come la super mamma prepotente, se non leggermente civettuola, Myrtle Deforest nell’episodio della seconda stagione “Carnival”.

Tuttavia, la leggenda televisiva sarà sempre ricordata soprattutto per il ruolo della contadina Mary Ann Summers in “L’isola di Gilligan”. “È stata una delle esperienze più divertenti della mia vita”, ha detto al Palm Beach Post (tramite USA Today) in merito allo spettacolo nel marzo 2020. “Sapevamo tutti quanto fosse speciale in quel momento”. Prima del suo turno sul piccolo schermo, Wells era una regina dello spettacolo, in competizione come Miss Nevada nel concorso di Miss America del 1959, per USA Today.

Nel dicembre 2020, Wells è morta all’età di 82 anni per complicazioni dovute al COVID-19 e un rappresentante della tenuta di Wells ha detto all’outlet che “è morta pacificamente … senza dolore”.

Carmen Filpi

Carmen Filpi ha portato amore e risate al suo ruolo di Fred, un eccentrico senzatetto, negli episodi di “Growing Pains” “The Recruiter” e “Five Grand”. Il primo episodio lo ha visto fingere di essere Jason Seaver dopo che Mike lo ha pagato per ingannare un reclutatore del Boston College. Quando i genitori tornano e il gioco è finito, Fred finge di essere il reclutatore.

Vagabondi, vecchi eccentrici e ruoli comici erano una delle specialità di Filpi. Ha fatto apparizioni esilaranti in “Sister, Sister”, “Boy Meets World” e “Sabrina the Teenage Witch”, ed è stato il memorabile Old Man in the Bar nella commedia di Adam Sandler e Drew Barrymore “The Wedding Singer”. Anche se potrebbe averci fatto ridere come Old Man Withers nell’esilarante finale di “Wayne’s World”, ci ha sicuramente spaventato nei panni del Rev. Jackson Sayer in “Halloween 4” del 1988.

Secondo il suo necrologio, Filpi morì all’età di 80 anni nel maggio 2003 per “malattie legate al cancro” e fu sepolto nella sua città natale di Pittsfield, nel Massachusetts.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui