Quando si tratta di Miles Teller, l’attore noto per i suoi ruoli in film come “Whiplash” e “The Spectacular Now” non è necessariamente in prima linea per nessun premio di popolarità nell’industria dell’intrattenimento. Al di fuori della sua carriera di attore, l’atteggiamento, la condotta e il comportamento di Teller hanno portato un giornalista a scrivere quanto segue come prima riga per un profilo 2015 per Esquire: “Sei seduto di fronte a Miles Teller al ristorante Luminary di Atlanta e stai cercando di capire fuori se è un coglione.” (Non sorprende sapere che il profiler ha concluso affermativamente e che il profilo è diventato virale in quel momento.)

Sei anni dopo, Teller sta facendo notizia per il suo comportamento controverso. Ma questa volta, i suoi effetti eccezionali sono molto maggiori dell’opinione di un giornalista e di una conversazione a cena, o dei lettori di una rivista. Invece, le sue ramificazioni riguardano la salute e la sicurezza dei suoi colleghi membri del cast e del team di produzione di un progetto.

Secondo un rapporto pubblicato dal Daily Mail il 3 settembre, almeno una fonte coinvolta nella serie televisiva “The Offer”, sulla realizzazione del film del 1972 “The Godfather”, in cui Teller è stato scelto per recitare come produttore cinematografico Al Ruddy, ha detto al tabloid che Teller aveva esposto l’intera squadra al COVID-19. Non solo, ma si era addirittura rifiutato di farsi vaccinare o addirittura di sottoporsi al test COVID. Allora, qual è la storia qui?

Il rifiuto di Miles Teller di sottoporsi al test per il COVID potrebbe aver interrotto un’intera produzione

Secondo la fonte anonima che ha parlato con il Daily Mail, Teller è stato responsabile della decisione dei Paramount Television Studios di interrompere la produzione di “The Offer”. La ragione? Teller, che è risultato positivo al COVID-19 in un lotto di Hollywood, si era rifiutato di fare un test COVID prima della sua diagnosi, oltre a rinunciare al vaccino. “Miles Teller non è vaccinato”, ha detto l’insider al tabloid. “Non avrebbe nemmeno fatto il test. Ora ha portato il virus sul set e l’intero set ha dovuto chiudere”.

Sebbene la Paramount abbia confermato che lo studio ha sospeso la produzione di “The Offer” per ora, la sua dichiarazione ufficiale non ha menzionato o indicato alcuna parte responsabile per il potenziale evento di diffusione del COVID-19, secondo il Daily Mail. Lauren Hozempa, che lavora come pubblicista per Teller, ha detto alla pubblicazione che i loro “fatti non sono corretti”, ma non è entrata nei dettagli sul comportamento di Teller né ha confermato o smentito il suo risultato sul COVID-19.

Teller ha anche, con tutte le apparenze, non è stato esplicito su alcuna determinata posizione in merito a COVID-19 o alle vaccinazioni sui suoi account sui social media.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui