L’ex star bambino Aaron Carter ha spezzato molti cuori quando è morto all’età di 34 anni. Il musicista era noto soprattutto per i suoi successi pop pubblicati nei primi anni 2000, tra cui “Oh Aaron” e “Aaron’s Party (Come Get It)”. Purtroppo, sebbene una volta fosse uno degli innamorati d’America, la sua età adulta è stata piena di lotte con la salute mentale, la famiglia e la sobrietà.

La vita di Carter è stata colpita per la prima volta dalle difficoltà quando i suoi genitori hanno divorziato. Sebbene suo fratello Nick fosse un adulto, era solo un adolescente. Nello stesso periodo, sua madre è stata arrestata per percosse e accusata di aver preso i suoi soldi senza permesso (tramite Persone). Il dramma è stato poi sfruttato nella serie di realtà di breve durata, “House of Carters”. Sfortunatamente, crescere non ha cancellato il trauma familiare. Carter ha sempre avuto una relazione tesa con suo fratello, le sue sorelle e suo padre, qualcosa che lo ha perseguitato quando sua sorella Leslie è morta nel 2012. Da quel momento in poi, la star ha subito problemi legali e alla fine è fallita.

Durante tutto questo, ha avuto diverse relazioni fallite. Al momento della sua morte, Carter era coinvolto in una relazione a lungo termine con la fidanzata Melanie Martin. La loro dinamica era instabile, poiché spesso si lasciavano e tornavano insieme nel giro di pochi giorni. Confuso in tutto questo c’era il primo e unico figlio di Carter, Prince Carter, di cui perse la custodia poco prima di morire.

Aaron Carter ha perso la custodia di suo figlio a settembre

Essendo stati insieme dal 2020, Aaron Carter e Melanie Martin hanno accolto il figlio Prince il 30 novembre 2021. Nemmeno un mese dopo, i poliziotti sono stati chiamati per gestire una disputa domestica (tramite The US Sun). Carter ha affermato che Martin ha cospirato con sua sorella gemella Angel per metterlo in una tutela.

“Ho la famiglia più connivente e ingannevole e Melanie mi ha mentito per tutto il tempo, comunicando con mia sorella gemella e i membri della famiglia che hanno cercato di mettermi in prigione e che hanno cercato di ottenere una tutela su di me in tribunale”, Carter detto a TMZ. La rottura è degenerata al punto in cui Carter si è barricato nella sua stanza, ma dopo tutto ciò che è stato detto e fatto, Martin e Carter hanno deciso di rimanere un oggetto. Secondo Yahoo!, ha spiegato che la sua vita con Martin era “tutta una bellissima benedizione” e che aveva quasi rinunciato a trovare l’amore solo per loro che si sarebbero lasciati di nuovo solo due mesi dopo. Entrambi hanno presentato ordini restrittivi l’uno contro l’altro; tuttavia, neanche questo è durato.

Stare insieme non era abbastanza per tenere Carter sul carro. A settembre, ha perso la custodia di Prince, scegliendo di entrare in riabilitazione per ripulire il suo atto. A quel tempo, il musicista disse che era una sua scelta, non qualcosa che la DCFS richiedeva. “Essere papà è la cosa più importante per me”, ha aggiunto Carter, per The US Sun. Tragicamente, la sua morte significa che non ne avrà la possibilità. La sua causa di morte rimane indeterminata al momento della stesura di questo articolo (tramite New York Post).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui