Il vero Slim Shady, per favore, si alzerà in piedi? Ripetiamo, il vero Slim Shady, per favore, si alzerà in piedi? Avremo un problema qui. Bene, se dobbiamo credere ai teorici della cospirazione – che di solito non lo è affatto – avremo davvero un problema. Perché a quanto pare, non esiste più un vero Slim Shady. Il vero, vero Slim Shady alias Eminem alias Marshall Bruce Mathers III non è più di questo mondo.

?s=109370″>

C’è una moltitudine di strane teorie del complotto sulle celebrità in agguato là fuori, molte che coinvolgono musicisti. Secondo Popdust, l’OG Paul McCartney apparentemente morì in un tragico incidente d’auto nel 1966. La star di “The Beatles” fu sostituita da un ragazzo chiamato Billy Shears, che era l’immagine sputata di McCartney. Come osserva Mirror, molti giurano che Jim Morrison sia ancora vivo e vegeto. Ha finto di annegare in una vasca da bagno e presumibilmente vive felicemente a New York City sotto le spoglie di un aleatorio chiamato William Loyer.

Poi, c’è la famigerata teoria del complotto di Tupac Shakur. Il rapper non è stato davvero ucciso in una sparatoria a Las Vegas. ABC 13 KTNV riporta che un cospirazionista è così ossessionato dall’idea che Shakur sia vivo – e viva nel New Mexico, tra tutti i posti – che sta persino girando un film su di esso. Tuttavia, l’ipotesi della collusione segreta di Eminem fa salire di una tacca. Quindi, alza un dito su ciascuna mano e sii orgoglioso di essere fuori dalla tua mente e fuori controllo, perché ecco spiegata la bizzarra teoria del complotto di Eminem.

La battaglia tra droga e corpo di Eminem

Eminem è cresciuto a Detroit dal lato sbagliato dei binari. Le sue lotte e i suoi conflitti sono ciò che lo rende un grande rapper. La sua musica viene dall’anima. È autentico, a differenza degli aspiranti rapper cresciuti sul lato destro di Rodeo Drive, senza fare nomi. Purtroppo, quelle lotte e conflitti sono anche ciò che ha alimentato la tossicodipendenza di Eminem.

Eminem si è fatto strada fino a diventare uno dei migliori rapper. Per Britannica, ha vinto 11 Grammy e un Oscar, tra gli altri premi. Tuttavia, man mano che la sua fama cresceva, la sua vita iniziò a crescere a spirale oltre all’aumento del suo peso. “Nel 2007, ho assunto un’overdose di pillole”, ha detto Eminem al Men’s Journal, aggiungendo: “Ero vicino a 230 libbre. … Il rivestimento del Vicodin e del Valium che assumevo da anni lascia un buco nello stomaco, quindi per evitare il mal di stomaco, mangiavo costantemente e mangiavo male”.

Dopo la riabilitazione, Eminem ha scambiato la sua dipendenza dalla droga con un’ossessione per la corsa, con il risultato che il suo peso è crollato a 149 libbre. Non sorprende che fosse stato fuori dai riflettori mentre si prendeva del tempo per concentrarsi sul diventare sano e sobrio. Eminem ha ammesso a Grey Rizzy che doveva persino “[learn] come rappare di nuovo” dopo aver smesso di drogarsi. Quando è riemerso nel 2009, Eminem sembrava diverso: sembrava di nuovo sano e vivo. Oppure no, secondo la bizzarra teoria del complotto di Eminem.

L’omicidio e la clonazione degli Illuminati di Eminem

Tutti voi altri Slim Shady state solo imitando, perché il vero Slim Shady è morto più di un decennio fa. Questa potrebbe essere una metafora della dipendenza e del recupero. Ma no, è solo una bizzarra teoria del complotto di Eminem. The Lowdown Truth insiste che rimarrai sbalordito dalle prove del vero Eminem morto in un incidente d’auto del 2005 e sostituito da un clone. In effetti, il blogger Robbie Lowdown, che a quanto pare ha fatto le proprie ricerche, dichiara: “Possono creare cloni sintetici nel giro di pochi mesi”.

Chi sono i misteriosi “loro”? Gli Illuminati, ovviamente. Con una svolta a sorpresa, Lowdown afferma che Eminem ha respinto i tentativi di reclutamento degli Illuminati. Quindi, la nefasta organizzazione del Nuovo Ordine Mondiale lo ha eliminato e lo ha scambiato con un Eminem clonato gay, adoratore del diavolo, moralmente vuoto e controllato dalla mente. Lowdown insiste anche sul fatto che se non ci credi, probabilmente sei anche tu un clone.

Nel frattempo, Vox elenca altri A-listers che i cospirazionisti credono si siano innamorati del fascino degli Illuminati, tra cui Jay-Z e Beyoncé Knowles. “[The powerful and celebrities] sembrano vivere in un universo diverso da noi”, ha spiegato Mark Fenster, esperto di teorie del complotto. “Hanno vite segrete e un accesso segreto che sembra rettiliano. Notiamo quanto sembrino bizzarre le loro vite e quanto potenti sembrino”. Sottolinea quanto sia ridicolo che le persone credano ancora in “questo gruppo sacro” tre secoli dopo. “Il fatto che la discussione sia viva è sorprendente, ” osserva Fenster, chiaramente lui stesso un clone degli Illuminati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui