Hollywood è piena di sorprese per le sue star del cinema e della televisione. Fare le valigie, spostarsi in tutto il paese, iniziare un’audizione dopo l’altra: è un percorso che è destinato a venire con storie incredibili. Come abbiamo appreso da “Harry ti presento Sally”, “Quando ti rendi conto che vuoi passare il resto della tua vita con qualcuno, vuoi che il resto della tua vita inizi il prima possibile”. Come un grande amore, è emozionante scoprire la vocazione di una persona. Un attore che è spinto a recitare e a passare il resto della sua vita con la sua arte farà molto per realizzare il suo sogno.

Non c’è sostituto per il duro lavoro e la determinazione, ma il tempismo è tutto e gli artisti imparano ad aspettarsi l’inaspettato. La grande occasione o parte di una vita potrebbe essere proprio dietro l’angolo. Cosa succede quando una star non è più adatta per una parte e qualcun altro ha la possibilità di fare uno swing? Com’è ottenere un’audizione top secret o un piccolo ruolo che si espande nel tempo? È affascinante che tali scenari accadano davvero dietro le quinte. Gli attori trovano ruoli e lavorano diligentemente per guadagnarseli ogni giorno, ma certi ruoli trovano anche attori, per così dire. Un personaggio è un’entità potente, che può ispirare e persino sopravvivere al suo attore. Non crederai a come queste celebrità siano arrivate a concerti che hanno dato impulso alle loro carriere.

Un lavoro di falegname ha cambiato per sempre la vita di Harrison Ford Ford

“Star Wars” non è stata la prima volta che Harrison Ford ha collaborato con George Lucas, ma ha quasi funzionato contro l’amato attore. “George Lucas aveva fatto sapere che non era interessato a lavorare con nessuno con cui aveva lavorato in ‘American Graffiti’, che stava cercando volti nuovi”, ha ricordato Ford in un video per Vanity Fair. Evidentemente, il regista era disposto a fare un’eccezione per Ford, che interpretava Bob Falfa in “American Graffiti”.

Prima di “Star Wars”, Ford si imbatté in Lucas e Richard Dreyfuss mentre era in servizio come falegname. “Stavo lavorando a un elaborato portico d’ingresso agli uffici di Francis Ford Coppola”, ha ricordato a Vanity Fair. Quell’interazione “ha suonato un campanello” con Lucas.

In un Reddit AMA, Ford ha affermato di essere stato “avvicinato” al ruolo dopo aver “aiutato George Lucas ad audire gli attori per le parti principali”. Ford era a bordo, ma anche totalmente colto alla sprovvista. “Il mio lavoro principale all’epoca era il falegname, ero stato sotto contratto come attore alla Columbia e alla Universal”, ha scritto. “Avevo una casa all’epoca che volevo ristrutturare, un po’ il relitto di una casa. Avrei investito soldi in attrezzi ma non avrei soldi per i materiali, così ho capito che questo era un altro modo per mettere il cibo sul tavolo. E mi ha permesso di scegliere tra i lavori di recitazione che mi venivano offerti in quel momento.” La falegnameria lo ha portato inaspettatamente a “Star Wars”, quindi tutto ha funzionato.

Il pubblico ha chiesto di più Steve Urkel

Le sitcom del blocco di programmazione TGIF della ABC, in particolare spettacoli come “Full House”, “Step by Step” e “Family Matters”, evocano calorosi sentimenti familiari, risate e lezioni apprese. L’ultima serie, iniziata come una propaggine di “Perfect Strangers”, vedeva Jaleel White nei panni dell’iconico Steve Urkel. Nel 2021, ha parlato del suo tempo nella sitcom.

In un episodio di “Uncensored” di TVOne, White ha spiegato che Jo Marie Payton (l’attore che interpretava Harriette Winslow) “dirà sempre che lo spettacolo era il suo spettacolo perché tecnicamente era uno spin-off del suo personaggio di “Perfect Strangers”. ” Harriette di Payton ha iniziato come operatore di ascensori nella prima serie con sede a Chicago e lo spettacolo successivo ha elaborato la sua vita familiare. White ha descritto il modo in cui “le reti giocano perché le reti molte volte non credono necessariamente nel potere della star di una persona”, osservando che a Payton si sono aggiunte altre star come Reginald VelJohnson come Carl Winslow e Telma Hopkins come zia Rachel Crawford .

White avrebbe dovuto avere un ruolo minore, ma ha rubato lo spettacolo come Steve Urkel. In un episodio del 1995 di “The Oprah Winfrey Show”, ha condiviso che il suo personaggio è diventato un elemento principale dell’ensemble all’inizio dopo essere stato un grande successo con una confraternita che era tra il pubblico dello studio. “E hanno iniziato a cantare ‘Urkel’ tra le scene in cui non ero presente”, ha ricordato. “E questa è stata la prima settimana, e da allora sono tornata”.

Henry Thomas, telefona a casa

Un film come “ET” attirerà sempre gli appassionati di cinema nella sua storia commovente e ultraterrena. Il casting del film del 1982 sembra perfetto ora, ma non è sempre stato così. Marci Liroff è stata la direttrice del casting per “ET”, e in un video per il sito web degli Oscar, ha dettagliato il processo per trovare l’attore giusto per il personaggio umano principale. “Avevamo in qualche modo affinato il bambino che volevamo interpretare il ruolo di Elliott”, ha ricordato Liroff. “In questa situazione, dato che erano tutti bambini, volevamo vedere come avrebbero interagito insieme giocando a un gioco. Li abbiamo invitati tutti a casa della scrittrice, Melissa Mathison, per giocare a Dungeons and Dragons”.

L’originale Elliott in “ET” è stato lasciato andare perché non stava giocando bene con gli altri durante il gioco. “È diventato molto prepotente – ha solo dimostrato che non era nostro figlio. Quindi, in pratica, ho dovuto ricominciare da capo”, ha detto Liroff. Quando il personaggio ha avuto bisogno di essere rifuso, l’amico di Steven Spielberg, Jack Fisk, ha raccomandato Henry Thomas, che aveva diretto in “Raggedy Man”. Thomas è stato portato in aereo dal Texas per un’audizione e ha dato una performance che ha lasciato la stanza in lacrime. Il nuovo arrivato è diventato il compagno permanente di ET, ottenendo le preziose parole di Steven Spielberg: “Okay ragazzo, hai ottenuto il lavoro”. Se non fosse stato per quel gioco “Dungeons and Dragons”, ci sarebbe potuto essere un altro Elliott.

L’altezza di Will Friedle lo ha aiutato a ottenere questo ruolo iconico

Un altro grande TGIF è stato “Boy Meets World”, la sitcom che ha dato al mondo Cory, Topanga, Shawn, Mr. Feeny e, naturalmente, Eric. Durante le sette stagioni di “Boy Meets World”, Eric Matthews è stato il fratello maggiore bello, esilarante e alla fine sbarazzino di Cory e Morgan. Il ruolo è andato a Will Friedle e i fan non potevano immaginarlo diversamente. Tuttavia, Friedle avrebbe potuto perdere la serie a causa di un giorno di malattia.

“Qui è dove parliamo di fortuna”, ha esordito Will Friedle nella serie web “We Have Cool Friends”. Ha continuato a condividere che era malato il giorno della sua audizione “Boy Meets World”, quindi un altro attore è stato scelto come Eric Matthews, e sembrava un caso aperto e chiuso.

L’attore originale di Eric non era molto più alto di Ben Savage, che interpretava Cory, ed è stato deciso che il fratello maggiore avrebbe dovuto essere più alto man mano che il fratello minore cresceva. Ergo, Eric Matthews è stato rifuso. Will Friedle ha avuto un’altra possibilità per la parte, e il resto è praticamente storia. Friedle ha aggiunto: “Dico sempre alle persone: ‘Quel ragazzo è più alto di cinque pollici e io non sono seduto qui in questo momento. Tutta la mia vita è diversa.’ Quindi si torna alla fortuna”. Ha reso il ruolo di Eric così memorabile negli anni ’90 ed è tornato come personaggio ricorrente per lo spin-off “Girl Meets World” negli anni 2010.

I pranzi di Brie Larson erano qualcosa di più

E se potessi ottenere un concerto al cinema semplicemente essendo un appuntamento irresistibile per il pranzo? Non sapeva, è esattamente così che Brie Larson ha finito per ottenere il ruolo della sorella sullo schermo di Amy Schumer in “Trainwreck”.

Larson ha intrattenuto il presentatore di chat show Jimmy Kimmel con la sua storia “Trainwreck”. “Non sapevo nemmeno di aver ottenuto il lavoro per un po’”, ha detto. “Fondamentalmente, Judd mi ha chiamato, e non so davvero come abbia avuto il mio numero di cellulare, ma mi ha chiamato e ha detto: ‘Ehi, conosci Amy Schumer?'” Larson ha detto di no, e Apatow ha risposto , “Vorresti venire a pranzo con noi? Sto lavorando con lei in questo momento. Stiamo scrivendo, vieni a uscire. Ti offriremo il pranzo.” Mentre cenavano, alla Larson fu chiesto di parlare di sé. “Hanno iniziato a chiedermi storie sulla mia vita”, ha detto. E poi, Apatow le ha chiesto di unirsi a loro per un pasto il giorno seguente. I loquaci pranzi continuarono per circa una settimana quando Bill Hader si unì alla festa. Entrambi gli attori sospettavano che fosse successo qualcosa.

Si scopre che la serie di incontri di Larson con Schumer e Judd Apatow è stata in realtà una grande audizione! Non solo ha ricevuto cibo gratis, ha ottenuto la parte.

La popolarità di Lindsay Lohan ha scosso Mean Girls

“Mean Girls” sopravvive nella terra della cultura pop e rimane uno dei progetti più iconici di Lindsay Lohan. La verità è che intendeva assolutamente interpretare il cattivo, Regina George, invece della nuova ragazza Cady Heron.

Lohan era entusiasta all’idea di assumere il ruolo di Regina George. “Quando gliel’ho dato, era tipo, ‘I f****** amore Regina Giorgio! Questa è esattamente la parte che voglio interpretare'”, ha detto il regista Mark Waters a Vulture. La ricerca è iniziata per Cady Heron, ma Waters e la sua troupe “non hanno trovato nessuno che ci piacesse che si sentisse abbastanza forte da sfidare Lindsay”, il ha ricordato il regista.

Waters aveva appena diretto Lohan nel remake di “Freaky Friday”, che ha debuttato nel 2003 e ha incassato $ 160.846.332 in tutto il mondo (per Box Office Mojo). Era ufficiale: Lindsay Lohan doveva interpretare la protagonista di “Mean Girls” perché era così popolare. Waters ha spiegato a Vulture che Sherry Lansing (allora capo della Paramount) credeva che “non avrebbe funzionato facendole interpretare il ruolo del cattivo, perché ora ha un pubblico che non lo accetterà”. “Lohan era un po’ delusa ma riconobbe avrebbe “più linee” come protagonista. In un’altra svolta sorprendente, Rachel McAdams ha originariamente fatto un’audizione per Cady Heron. Secondo Waters, Lohan era “timido” nei confronti di McAdams, che alla fine ha ottenuto il ruolo della ragazza cattiva Regina George. (Ancora un altro divertente bocconcino dalla chiacchierata di Waters con Vulture: anche Amanda Seyfried era in corsa per Regina).

Raven ha visto qualcosa di diverso per il suo futuro

Raven-Symoné è stata facilmente una delle più grandi star di Disney Channel negli anni 2000. “That’s So Raven” ha debuttato nel 2003, mesi prima che “The Cheetah Girls” arrivasse anche sulla rete di Topolino. Con un interprete brillante come Raven-Symoné, potrebbe sembrare ovvio basare la sitcom attorno all’attore, ma non è così che è iniziata “That’s So Raven”.

Parlando con The Hollywood Reporter nel 2006, Gary Marsh, che all’epoca era presidente mondiale dell’intrattenimento di Disney Channel, ha scoperto come “That’s So Raven” è diventato lo spettacolo che il pubblico conosce e ama. “Raven è venuto a leggere per il ruolo di spalla – il migliore amico fiducioso, turbolento e senza prigionieri”, ha condiviso. “Era brillante. Non avevamo ancora scelto il ruolo principale. Ci siamo seduti nella stanza delle (audizioni) e abbiamo detto: ‘Abbiamo un talento incredibile davanti a noi. Vediamo se vuole leggere per il ruolo principale.'”

Dopo aver letto la parte principale, a Raven è stata data la possibilità di interpretare il protagonista o il migliore amico. Raven “ha scelto la parte di spalla perché c’era una maggiore possibilità di esprimere le sue doti comiche; era un ruolo più succoso. Il pilot mostra in realtà Raven che interpreta il migliore amico”, ha detto Marsh. Dopo aver testato quel pilot, sapeva che “Raven doveva essere la star. Quindi abbiamo riscritto il personaggio principale, trasponendo l’energia e la sensibilità comica del compagno al protagonista”. Raven Baxter e Chelsea Daniels sono stati un duo dinamico da “That’s So Raven” al revival di “Raven’s Home”, e siamo contenti che sia andata così.

La tragica storia dell’alluminio e Il mago di Oz

Buddy Ebsen era l’originale Tin Man in “Il mago di Oz” della MGM fino a quando non ha avuto una reazione negativa al suo trucco. “Nove giorni dopo l’inizio della produzione de “Il mago di Oz”, il 13 ottobre 1938, Ebsen si trovava all’ospedale del Buon Samaritano sotto una tenda ad ossigeno”, ha scritto Aljean Harmetz in “The Making of The Wizard of Oz”. “La sua pelle era di un blu brillante; il suo respiro era affannoso; e i suoi polmoni si sentivano come se qualcuno li avesse ricoperti di colla.” La polvere di alluminio del trucco dell’Uomo di Latta gli era entrata nei polmoni.

Come ha spiegato Harmetz, “[‘The Wizard of Oz’ director] Mervin LeRoy si è stancato di chiamare l’ospedale” e ha scelto Jack Haley, che non aveva idea del ricovero di Ebsen. Haley doveva assumere il ruolo di Tin Man perché era “stato prestato alla MGM” in base al suo contratto con la 20th Century Fox. ” Il tipo di contratto che avevo, dovevo rispondere ai loro comandi. Non ho scelta. Ero sotto contratto e potevano prestarmi a qualsiasi studio. Era il lavoro più terribile, il lavoro più orrendo del mondo con quelle uniformi ingombranti e le ore di trucco, ma non avevo scelta”, ha sottolineato Haley nel libro di Harmetz.

Per Buddy Ebsen, il problema della polvere di alluminio era probabilmente una reazione allergica, ma il metodo è stato modificato per Jack Haley dalla polvere alla pasta. La pasta di alluminio ha gravemente infettato l’occhio destro di Haley, ma stava bene. Chiaramente, il ruolo di Tin Man era pericoloso.

Sophia Di Martino non sapeva quanto sarebbe stato grande il suo personaggio di Loki

L’MCU è noto per tenere gli script sotto chiave, ma a volte gli attori non sono nemmeno consapevoli di ciò per cui stanno facendo l’audizione. Quando ET ha chiesto a Sophia Di Martino cosa sapeva del suo ruolo in “Loki”, è diventato abbastanza chiaro che è stata tenuta all’oscuro: “Niente, non sapevo assolutamente niente”. Ricordava che “c’era una scena molto breve tra due persone su un treno… Alla fine è stata la scena del treno tra Loki e Sylvie”. Di Martino non è stata informata su questo ruolo misterioso fino a quando non ha ricevuto un’offerta di lavoro.

Quando le è stato chiesto di indossare il suo costume completo per la prima volta, Di Martino ha detto: “Mi sono sentito abbastanza bene. Mi sono sentito come, ‘Sì, ok. Ora sono Sylvie. Attento. Stai alla larga.’ Penso che succeda qualcosa quando indosso l’abito, ed è sicuramente come la ciliegina sulla torta per me dal punto di vista della recitazione”.

Di Martino non è stato l’unico a non avere la più pallida idea del progetto durante il processo di audizione. Tara Strong ha detto a EW che “non sapeva chi [her] personaggio era davvero” e “non sapeva nulla del suo mondo” inizialmente. E parlando con Collider, Wunmi Mosaku ha detto: “Ho ricevuto la chiamata che diceva che mi era stata offerta una parte in ‘Loki,‘ ma non sapevo che stavo facendo un’audizione per “Loki”, quindi è stato piuttosto uno shock e poi molto, molto eccitante. Stavo finalmente per far parte dell’Universo Marvel, che mi ha fatto sentire così bene”.

Come una rissa da bar ha fatto arrabbiare Mel Gibson a Mad Max

Mel Gibson non ha mai avuto intenzione di tentare la fortuna con “Mad Max”, ma quando le persone coinvolte nel casting del film lo hanno notato, tutto è cambiato. “In realtà ho lasciato un amico perché era stato chiamato per un’audizione, quindi l’ho guidato, l’ho lasciato cadere e poi l’ho aspettato nella sala d’attesa con le ragazze dell’agenzia di casting”, ha detto Gibson a ScreamFactoryTV. “Ma ho avuto un weekend molto brutto. Sono stato coinvolto in una rissa e non ne sono uscito molto carino.” Il reparto casting ha scattato foto Polaroid di Mel Gibson perché “hanno bisogno di…[ed] mostri in questo film.” Gibson è stato incaricato di recuperare e tornare.

Il pensiero di trovare lavoro ha riportato Gibson per la sua audizione. Ha detto che George Miller “mi ha semplicemente dato la parte proprio lì. È stato davvero strano”. Miller consegnò a Gibson alcuni dialoghi da leggere e memorizzare, Gibson fece abbastanza bene da interpretare la parte e nacque il primo Max Rockatansky.

Mel Gibson ha interpretato Max per i primi tre capitoli del franchise, ma Tom Hardy ha assunto il ruolo per il quarto capitolo.

L’audizione che ha colto di sorpresa il Fresh Prince

Will Smith era al verde e nei guai con l’IRS da giovane attore. La sua ragazza si è stancata del fatto che “gira in giro” e lo ha incoraggiato a “andare in giro al ‘The Arsenio Hall Show'”, ha detto Smith in un video “Storytime” sul suo canale YouTube.

Alla registrazione di “Arsenio”, Smith ha incontrato Benny Medina, “il vero principe fresco di Bel-Air”. Quindi, Medina ha presentato l’idea per uno spettacolo a Will Smith e ha portato l’attore a incontrare Quincy Jones, che amava i video musicali di Smith. A casa del famoso produttore, a Smith è stato chiesto di fare un’audizione immediatamente. Anche se Smith voleva una settimana per prepararsi, Jones lo convinse a prendersi subito dieci minuti per l’audizione e “cambiare”. [his] la vita per sempre.” Smith “lascia che si strappi” e Jones voleva sapere come Brandon Tartikoff, capo della NBC, amava l’audizione. Naturalmente, a Tartikoff piaceva la performance. Le cose si sono mosse abbastanza rapidamente da lì in termini di accordo di Smith.

Will Smith è stato inserito nel ruolo che porta il suo nome – fino al suo nome rap Fresh Prince – davvero perché ha seguito il consiglio della sua ragazza e si è trovato proprio dove doveva essere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui