Prince e Michael Jackson erano piuttosto diversi musicalmente – tuttavia, le due icone sono state costantemente confrontate. I loro personaggi più grandi della vita dominavano gli anni ’80, dal famoso guanto di paillettes di Jackson e all’impeccabile moonwalk, al falsetto di Prince, alle impeccabili abilità di chitarra e ai tacchi alti assassini.

Ai tempi, la gente si chiedeva costantemente: “Chi ti piace di più – Michael Jackson o Prince?”, mentre iniziavano ad emergere voci di una rivalità tra le due leggende del pop. Anche se le due stelle raramente lo affrontavano direttamente, piccoli indizi suggerivano di essere a conoscenza dei confronti. Ad esempio, nel suo album del 2004 Musicologia, la canzone di Prince “Life ‘O’ the Party” includeva questi testi: “La mia voce sta diventando più alta / E non ho mai fatto il mio naso / Questo è l’altro ragazzo.”

Da quando sia Jackson che Prince sono deceduti, altri nell’industria musicale hanno condiviso i propri ricordi dei due, facendo luce sulla loro famosa “rivalità”. Ecco uno sguardo a quello che sappiamo sulla relazione tra Michael Jackson e Prince.

Prince ha insultato Michael Jackson con un regalo davvero strano

Verso la metà degli anni ’80, dopo Thriller E Pioggia Viola sono stati entrambi rilasciati, il Re del Pop e The Purple One erano al culmine della loro carriera. Quindi è incredibile sentire che potrebbero aver effettivamente collaborato allora… se solo a potessero andare d’accordo. Quando Michael Jackson stava lavorando Male, il sequel di Thriller nel 1986, lui e il produttore Quincy Jones invitarono Prince a casa di Michael Jackson per parlare dei due che probabilmente stavano facendo un duetto nella title track. Tuttavia, a giudicare dal racconto di Jones, l’atmosfera tra i due era ruvida fin dall’inizio.

Quincy Jones versato il tè in un no-holds-barred intervista con Gq, dicendo che Prince stranamente schernito Jackson non appena è arrivato a casa di Jackson. “È entrato e aveva un cappotto, e aveva una grande scatola bianca etichettata ‘Camille’. Ha chiamato Michael ‘Camille'”, ha detto il famoso produttore. Poi, come se non fosse più imbarazzante… lo ha fatto. “La scatola aveva tutti i tipi di cose – alcuni gemelli link con Tootsie Rolls su di loro. Michael era spaventato a morte – pensava che ci fosse un certo voodoo lì dentro. Volevo prenderla, perché sapevo che Michael l’avrebbe buttata via”, ha detto Jones. Quando gli fu chiesto cosa fosse successo al “regalo”, Jones disse che Jackson se ne sbarazzò.

Michael Jackson e Prince hanno avuto un incontro di lavoro super imbarazzante

Durante la stessa visita a casa di Jackson, Prince e Michael Jackson si sedettero con il produttore Quincy Jones per discutere della loro possibile collaborazione. Secondo Jones in Gq, era un “tavolo di famiglia” che “teneva 24 persone”. Nessuna parola su quante persone in realtà con loro al tavolo, ma per il bene di tutti, speriamo che avevano alcuni buffer! In realtà, un insider si fece avanti nel 1987 che sosteneva di essere alla riunione, e lo descrisse a giro: “Sono così competitivi l’uno con l’altro che nessuno dei due rinerebbe nulla. Si sono seduti lì, controllando l’un l’altro, ma ha detto molto poco. E ‘stata una situazione di stallo affascinante tra due tizi molto potenti.

Jones ‘conto della riunione in Gq, naturalmente, era un po ‘più colorato. “Ho detto, ‘Michael… Puzzolente [Jones’ nickname for Jackson], ‘ti siedi lì così non si sente come se ci stiamo ganging su di lui.’ È iniziato in modo divertente. Michael disse: ‘Non sono mai stato a Minnenapolis’. [Prince] Detto [angrily], ‘È Minneapolis!Oh Dio… amico, questo non sta andando troppo bene. Poi Janet è passata. [Prince] disse: ‘Rilassa le labbra, ragazza.’ E non stava andando bene, questo è sicuro.

Prince ri-registrò “Bad” e lo inviò a Michael Jackson

L’ex fidanzata di Prince, Susannah Melvoin – che è anche la sorella di Wendy Melvoin, un membro della band di Prince, The Revolution – sostiene che Michael Jackson non solo ha chiesto a Prince di collaborare a Bad, ma gli ha inviato una traccia anticipata, di cui Prince non è rimasto affatto impressionato. Melvoin ha detto Città dell’amore Il conduttore di podcast Toure nel 2018 (via HipHopDX): “Quando Michael ha fatto ‘I’m Bad’, ha mandato quella traccia a Prince prima di pubblicarla, e Michael voleva che Prince la singigli con lui. Non poteva credere che Michael avesse il coraggio di chiamarlo ‘Sono Bannuncio.'”

Melvoin continuò: Era come, ‘Non c’è niente di in lui.’ Non poteva lasciare che Michael la lasciava franca. Non solo non l’avrebbe cantare con lui, ma è andato in studio e ha ri-registrato quello che pensava dovesse essere e l’ha rispe andava a Michael. Tipo, ‘No. E a proposito, questo è quello che dovrebbe essere. Questa è stata la fine di tutto questo. Ma è così che Prince era.

Prince ha rifiutato di essere nel video “Bad” di Michael Jackson

Non solo Prince ha completamente rifiutato l’idea di cantare su Bad, ma ha anche rifiutato un ruolo nel video musicale. Si sedette con il comico Chris Rock su Mtv e ha spiegato: “Beh, sai, che Wesley Snipes personaggio? Sarei stato io. Ora, si esegue quel video nella vostra mente. Prince si riferiva al ruolo di Snipes del membro della banda che ha una situazione di stallo con Michael Jackson.

Eppure, non era proprio l’idea di interpretare un membro della gang che infastidiva Prince. Disse a Rock: “La prima riga di quella canzone è ‘Il tuo sedere è mio’. Ora ho detto: ‘Chi lo farà a chi? Perché di sicuro non me lo canti. E di sicuro non è cantare a voi. Così proprio lì, abbiamo ottenuto – proprio lì, abbiamo un problema.

Inutile dire che il ruolo è andato a Wesley Snipes – che ha girato la storia un po ‘diverso da Conan O’Brien nel 2017. “Io e Prince stavamo facendo un provino per quel ruolo, e io ho fatto saltare Prince fuori dall’acqua, per quel ruolo in ‘Bad’. Michael aveva detto a Prince che aveva il ruolo, e poi mi ha incontrato. Questa è una storia vera. Prince in realtà era considerato il personaggio principale nel video di ‘Bad’. E Michael mi ha incontrato, poi ha preso a calci Prince sul marciapiede. Immaginate questo”, disse con un sorriso.

Michael Jackson ha fatto uno sciocco di Prince di fronte a James Brown

In una fativa notte del 1983, James Brown si esibì al Beverly Theater di Los Angeles, con Prince e Michael Jackson tra il pubblico. James Brown chiamò Jackson sul palco, che praticamente uccisò il pubblico con le sue mosse. In seguito, Jackson sussurrò a Brown di chiamare Prince sul palco successivo – e diciamo solo che le clip hanno fatto la storia di YouTube. Infatti, Quincy Jones probabilmente riassunto meglio Gq: “[Prince] fatto uno sciocco d’mn di se stesso.

Allora, cos’è successo? A giudicare dalla registrazione e dai rapporti successivi, Prince cercò di oscillare su un lampione nelle vicinanze come parte del suo atto, ma non si rese conto che era solo un oggetto di scena. Non solo è caduto immediatamente nel pubblico, ma presumibilmente Jackson ha avuto la registrazione di tutta la faccenda. “Prince ha detto a Michael che lo avrebbe ucciso se lo ha mostrato a qualcuno,” ha detto Jones in Gq.

Jones ha affermato che Prince era furioso su di esso e lo portò fuori su Jackson dopo lo spettacolo, spiegando: “[Prince] aspettato in limousine per cercare di correre oltre [Jackson] e La Toya e sua madre. Quando gli è stato chiesto come lo sapeva, ha detto che Jackson gliel’ha detto direttamente. “Lui sapeva. Michael lo sa. Era lì. Ha detto che era la sua intenzione.

Michael Jackson avrebbe chiamato Prince “nasty” e “rude”

Secondo registrazioni inedite delle sessioni di interviste di Michael Jackson per la sua autobiografia del 1988 Moonwalk, Jackson aveva alcune cose non-così-belle da dire su Prince. Nelle registrazioni, ottenute da Lo specchio, si dice che sentiamo la voce di Michael Jackson dire in riferimento a Prince: “Era così scortese, uno dei [the] persone più maleducate che abbia mai incontrato. Prince è molto competitivo. E ‘stato molto cattivo e brutto per la mia famiglia.

Se questi nastri sono davvero reali, allora suona come quel quasi-miss con la limousine dopo il concerto di James Brown non si è seduto bene a tutti con The Gloved One. Ha anche fatto riferimento diretto a quella notte, dicendo: “[Prince] fatto uno sciocco di se stesso. Era uno scherzo. La gente correva e urlava. Ero così imbarazzata. Era tutto in video.”

Infine, quando si trattava della sua presunta rivalità con Prince, Jackson apparentemente disse: “Non mi piace essere paragonato a Prince a tutti. Ho dimostrato me stesso fin da quando ero davvero piccolo. Non è giusto. Si sente come se io fosse il suo avversario. Spero che cambi perché, ragazzo, si farà male. E ‘il tipo che potrebbe suicidarsi o qualcosa del genere.

Se tu o qualcuno che conosci ha bisogno di aiuto, chiama la National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK (8255).

Prince non si è fatto vedere per fare il progetto di Michael Jackson, “We Are the World”

Quando a Prince fu chiesto di unirsi a molti dei più artisti di talento per produrre il singolo “We Are the World” per alleviare la carestia africana, ha rifiutato. Dal momento che è stato co-scritto da Michael Jackson, alcuni hanno ipotizzato che fosse perché aveva un manzo con il re del pop.

Lionel Richie, che ha co-scritto la canzone con Jackson, ha detto Jimmy Kimmel che anche se Prince ha detto di no, ha continuato a cercare di cambiare idea. “Ho continuato a chiamare. Non avevo intenzione di lasciarlo andare … E poi ho fatto il peggior errore. Ho detto: ‘Ti metto accanto a Michael.’ … Disse: ‘Farò un assolo di chitarra’”. Tuttavia, Richie in seguito disse a Kimmel che Prince era un “isolazionista” che “non voleva essere accanto a nessuno di noi”.

Nella sua canzone “Hello”, Prince canta: “Ho cercato di dire loro che non volevo cantare / Ma invece scrivevo volentieri una canzone”. I fan ipotizzano che si riferisse al progetto “We Are the World”. Prince ha scritto una canzone chiamata “4 the Tears in Your Eyes”, che ha donato alla causa. (tramite Diffusore)

Il biografo Alan Light ha citato Prince dicendo che ha rifiutato il progetto perché sentiva che avrebbe “clammed up”. Light ha anche citato l’ex membro della band Wendy Melvoin, che ha detto: “Si sentiva come se la canzone fosse orribile. E lui non voleva essere in giro ‘tutti quei muthaf’as.'”

Prince ha suonato il basso in faccia a Michael Jackson

Will.i.am, che ha collaborato sia con Prince che con Michael Jackson, una volta ha raccontato una storia su Il Graham Norton Show su un interessante incontro tra le due leggende. Secondo Will.i.am, ha ricevuto una telefonata da Michael Jackson che diceva che voleva stare insieme, e i due concordarono sul fatto che Jackson sarebbe venuto a uno show di Prince che Will.i.am stava partecipando quella notte. Quello che è successo dopo è stato sia strano che esilarante.

Ha Will.i.am: “E ‘stato …  io, Chris Tucker, Michael Jackson guardando Prince rock sul palco. Così, per farla breve, Prince esce dal palco e suona il basso in faccia a Michael Jackson. Strappa il basso freakin ‘ in 10 pezzi diversi. … Per accorciare una storia più lunga, Michael Jackson se ne va e torna a casa e dice [imitating Jackson’s voice],’Incontriamomi a casa per colazione.’ Così vado a casa sua per colazione, busso alla porta, le prime parole dice: ‘Perché Prince suonava il basso in faccia?'” Will.i.am ha detto di aver risposto che Prince era solo “bello”, ma Jackson non era d’accordo, dicendo: “No, Principe, è sempre stato un meschino”.

Una volta sono andati testa a testa in ping pong

Proprio come i due si diceva competitivi nella musica, si dice che anche una volta hanno gareggiato privatamente su un gioco di ping pong. A quanto pare le due star lavorarono nello stesso studio di Los Angeles alla fine degli anni ’80, e Prince invitò Jackson a giocare a ping pong. Anche se Jackson non sapeva come, giocarono comunque , con grande divertimento di Prince.

L’ingegnere David, che ha assistito allo schiaffo, ha detto al Tribuna delle stelle che Prince ha chiesto: “Vuoi che lo sbatta?” Ha poi detto Jackson preparato per il peggio. “Michael lascia cadere la pagaia e tiene le mani in alto davanti al viso in modo che la palla non lo colpisca. Michael esce con la sua guardia del corpo, e Prince inizia a impieto in giro come un gallo. ‘Hai visto? Ha giocato come Helen Keller.

Il batterista Michael Bland, tuttavia, aggiunse che Prince e Jackson andarono testa a testa anche nel basket, e che i due avevano una relazione amichevole. “Avevano sparare cerchi a Paisley Park [Prince’s home]. “Abbiamo usato per ottenere pacchetti da MJJ Productions [with] riprese di Sly Stone in esecuzione in Europa. Prince lo avrebbe fatto scoppiare nel videoregistratore, e lo guardammo.”

Michael Jackson amava guardare Prince rovinare

Nelle sue memorie Cantami: la mia storia di fare musica, trovare magia e cercare chi è il prossimo, il famoso produttore musicale L.A. Reid ha descritto un incidente (tramite NYPost) dove andò a visitare Michael Jackson al Neverland Ranch. Dopo aver ottenuto un tour del parco dal re del pop, i due poi sono andati in una sala di proiezione dove ha detto Jackson gli ha mostrato la registrazione dalla notte Prince è caduto dal palco al concerto di James Brown nel 1983. “Prince è caduto più piatto che poteva, e Michael si è divertito a ridere del video”, ha scritto Reid.

Reid ha poi detto che Jackson ha tirato fuori un secondo video di Prince, che a quanto pare si stava divertendo a questo punto, a spese di Prince. Reid ha detto: “Dopo di che, ha messo su una scena dal film di Prince ‘Under The Cherry Moon’, l’artsy bomba in bianco e nero che ha fatto dopo ‘Purple Rain’, e ha riso un po ‘di più a Prince.”

Prince ha insistito che non aveva nessun problema con Michael Jackson

Nonostante le speculazioni, Prince ha negato che ci fosse qualche problema tra lui e Michael Jackson. Chris Rock una volta chiese a Prince nel 1997 quale artista gli fece pensare: “Devo tornare in studio” – aprendo la porta a Prince per citare Jackson – e Prince sembrò schiacciare quelle voci. “Contrariamente a quello che molte persone potrebbero credere, non è mai stato qualcuno che era il mio contemporaneo”, ha detto Prince. Rock poi chiese direttamente a Prince se ci fosse mai stato un manzo tra di loro, Prince disse: “Non a me, no.”

Non solo, ma Prince ha anche difeso Jackson alla stampa. Quando gli fu chiesto da un giornalista coraggioso che pensava avrebbe vinto in una scazzottata tra lui e Jackson, Prince rise. “Michael non è un combattente, è un amante.” Quando le risate della folla si trasformarono rapidamente in un basso boato – presumibilmente a causa delle accuse di abusi su minori contro Jackson – Prince disse a tutti di riservare il giudizio: “Posso solo dire qualcosa? Non ho mai parlato pubblicamente di Michael. Dovremmo tutti rilassarci, perché è, sai, può sapere qualcosa che nessuno di noi sa veramente.”

Steve Hyden, autore di La tua band preferita mi sta uccidendo: ciò che le rivalità di musica pop rivelano sul significato della vita, una volta detto Cnn che le due stelle si sono colpite l’un l’altra positivamente. “Penso che hanno fatto motivare l’un l’altro. Erano entrambe personalità di grandi dimensioni e per entrambi giocare nella rivalità era buona PR,”Ha detto Hyden.

Il principe ha pianto la morte di Michael Jackson

Il conduttore del talk show Tavis Smiley, che ha scritto il libro Before You Judge Me: Il trionfo e la tragedia degli ultimi giorni di Michael Jackson, descrisse un incontro che ebbe con Prince subito dopo la morte di Jackson che mise la relazione di Prince con Jackson in una prospettiva diversa. Nel libro, Smiley descrive Prince come devastato dalla notizia. Smiley disse a Conan O’Brien che dopo aver saputo della morte di Michael Jackson, Prince “[locked] se stesso letteralmente nella sua stanza per giorni, e non è venuto fuori. Non ha parlato con nessuno.

Giorni dopo, Smiley disse di aver incontrato Prince nella sua suite d’albergo dopo un concerto, e di aver avuto una discussione privata con Prince su Jackson. Disse a O’Brien: “Dall’1:30, alle 2 del mattino fino al sorgere del sole, mi sono seduto e l’ho ascoltato parlare del suo rispetto per il genio artistico di Michael. … Ecco un ragazzo, però, che credo si renda conto che ad un certo punto, come Michael, che è andato troppo presto, un giorno farà il suo ballo con la mortalità, e quella cosa lo ha davvero colpito. E così mi sono seduto tranquillo… per ore… e lo ascoltò parlare. Ma quel momento è qualcosa che non dimenticherò mai: ascoltare questo genio artistico si diverte nell’umanità, nella dignità e nel mestiere di un altro genio artistico. E ‘stata una serata potente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui