Non è passato molto tempo da quando Travis Scott sembrava essere in cima al mondo della musica. Ma tutto è cambiato dopo l’esibizione di Scott all’Astroworld Festival del novembre 2021, un concerto che ha lasciato 10 morti e 300 feriti a seguito di una fuga precipitosa di fan, secondo Rolling Stone.

Dopo la tragedia, Scott ha assistito a una causa dopo l’altra, inclusa una da 750 milioni di dollari contro lui e Drake, secondo NBC News. Scott ha anche fatto crollare numerosi accordi aziendali. Il CACTI Agave Spiked Seltzer del rapper combattuto, prodotto in collaborazione con Anheuser-Busch, è stato interrotto dopo Astroworld. “Crediamo che i fan del marchio capiranno e rispetteranno questa decisione”, ha detto alla CNN Business un portavoce di Anheuser-Busch. Secondo CNET, Scott ha anche perso accordi con Nike, Dior e la sua emote è stata rimossa dal videogioco Fortnite.

Il 5 gennaio, TMZ ha riferito che Billie Eilish e la Swedish House Mafia hanno occupato due dei tre posti da headliner al Coachella Valley Music and Arts Festival del 2022. Secondo quanto riferito, Scott, tra gli headliner del festival 2020 (due volte in ritardo a causa della pandemia di coronavirus), è stato confermato l’11 gennaio come eliminato dalla formazione, con Kanye West e Harry Styles che hanno completato i posti rimanenti, ha osservato Billboard. Ma aspetta: quando piove, è un vero e proprio uragano per Scott. Caso in questione: tra le notizie di Coachella, è stato schiaffeggiato con una nuova causa.

L’artista francese afferma che Travis Scott ha rubato la sua opera d’arte

Travis Scott è ora in acqua bollente per presunta opera d’arte rubata. In un deposito legale depositato in Francia dall’artista Mickaël Mehala, come riportato da TMZ, Mehala sostiene che Scott avesse rubato l’onnipresente illustrazione del centauro per la copertina del progetto di compilation del 2016, “Travis La Flame”. Mehala afferma di aver creato l’artwork nel 2015 e di averlo inviato a Scott in un DM di Instagram lo stesso anno in cui “Travis La Flame” è stato rilasciato. Senza ricevere risposta da Scott, Mehala ha detto di essere rimasto scioccato quando ha improvvisamente visto la sua presunta opera d’arte – che sostiene di aver protetto da copyright nel 2019 – ovunque online, incluso essere presente sulla pagina YouTube ufficiale di Scott.

Poiché gli avvocati di Scott sostengono che non fosse a conoscenza dell’origine dell’arte, Mehala è determinato a portare il rapper in tribunale, facendolo causa per centinaia di migliaia di dollari e per la proprietà esclusiva della sua arte del centauro, secondo TMZ. Un avvocato di Scott ha detto all’outlet: “Questa è chiaramente una dichiarazione frivola e infondata. Chiunque abbia accesso a Internet può dirti che Travis non ha mai pubblicato un album chiamato ‘La Flame.’ L’illustrazione in questione è stata creata dai fan ed è stata caricata su servizi di streaming da quei fan, qualcosa che qualsiasi utente ha la possibilità di fare”. Il rappresentante legale di Scott ha anche sottolineato: “I servizi di streaming lo hanno rapidamente rimosso dopo essersi resi conto che alcune persone stavano cercando di far passare questo come una copertina legittima di un album”.

Bene, resta da vedere se Scott batterà questa causa e riuscirà a salvare la sua carriera per l’avvio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui