La morte dell’amato ambientalista Steve Irwin all’età di 44 anni ha lasciato la sua famiglia e le sue legioni di ammiratori in tutto il mondo in uno stato di shock. Star della serie di docu di successo “The Crocodile Hunter”, l’energico australiano ha iniziato a combattere i serpenti all’età di sei anni e ha continuato a confrontarsi con alcuni degli animali più pericolosi del mondo durante la sua carriera televisiva, interrotta tragicamente nel 2006. Steve era al largo della costa del Queensland per girare uno speciale intitolato “Ocean’s Deadliest” quando è morto, anche se non è stata una delle creature più letali dell’oceano a ucciderlo: Steve ha perso la vita in uno strano attacco di una pastinaca.

Secondo Justin Lyons, l’amico di lunga data di Steve e il suo cameraman quel giorno, si sono imbattuti in una pastinaca “straordinariamente grande” nell’acqua profonda fino al petto. “Era largo due metri e mezzo, enorme”, ha detto Lyons allo Studio 10 australiano, aggiungendo che mentre le razze “sono normalmente molto calme”, ​​questo sembrava scambiare Steve per un predatore. “All’improvviso, si è appoggiato sul davanti e ha iniziato a pugnalare selvaggiamente con la coda”, ha continuato. La punta della creatura solitamente placida trafisse il cuore di Steve.

Secondo quanto riferito, Steve aveva pianificato di utilizzare il filmato della pastinaca gigante nello spettacolo di sua figlia, “Bindi the Jungle Girl”. Il suo primogenito è interessato alla fauna selvatica quanto lui, e anche suo figlio, il sempre crescente Robert Irwin, è una scheggia del vecchio blocco. Con il sostegno della madre, la naturalista americano-australiana Terri Irwin, Bindi e Robert Irwin stanno facendo del loro meglio per mantenere viva l’eredità del loro defunto padre. Ecco come.

Bindi Irwin ha promesso di seguire le orme di suo padre al suo servizio funebre

La figlia di Steve Irwin era già a suo agio davanti alle telecamere quando è morto tragicamente nel 2006, dopo aver iniziato a lavorare al suo spettacolo di animali selvatici per bambini con il suo aiuto. Quando l’allora Bindi Irwin di otto anni salì sul palco per parlare al servizio funebre di suo padre, chiarì che era nell’azienda di famiglia per il lungo periodo. “Non voglio che la passione di papà finisca mai, voglio aiutare la fauna selvatica in via di estinzione proprio come ha fatto lui”, ha annunciato a una folla di oltre 5.000 persone al Crocoseum dell’Australia Zoo. “So che papà ha creato questo zoo in modo che tutti potessero venire e imparare ad amare tutti gli animali. Papà ha creato questo posto per tutta la sua vita, ora tocca a noi aiutare papà”.

Il discorso composto e compassionevole di Bindi “ha conquistato il cuore di una nazione e ha dato alla sua famiglia in lutto speranza per il futuro” secondo The Sydney Morning Herald, che ha elogiato la giovane per aver messo in ombra personaggi del calibro di Russell Crowe, Kevin Costner e Cameron Diaz su il giorno. Inoltre, suo fratello minore sarebbe cresciuto fino a diventare altrettanto impegnato nella causa Irwin. “Per entrambi, abbiamo sempre avuto una passione così grande per la fauna selvatica e la conservazione”, ha condiviso Robert Irwin quando l’intera famiglia si è seduta con CBS nel 2020.

Bindi e Robert Irwin sono arrivati ​​a un bivio

Perdere un genitore è dura a qualsiasi età, ma entrambi i figli di Steve Irwin erano ancora a una cifra quando è morto, il che rende tutto ancora più tragico. Nessuno avrebbe incolpato Terri Irwin se avesse deciso di tenere i suoi figli lontani dagli animali selvatici dato quello che è successo al loro papà, ma non era quello che voleva – e non era nemmeno quello che volevano i bambini. “Nella vita di chiunque se perdi qualcuno così vicino a te, finisci per imbatterti in questi bivi in ​​cui puoi rannicchiarti in un angolo e dimenticare tutto o alzarti in piedi e ricordare quella persona e celebrare la sua vita e la sua eredità”, Bindi Irwin ha detto a ITV This Morning.

La figlia del defunto ambientalista è stata intervistata insieme a suo fratello minore e sua madre, che sorridevano con orgoglio mentre Bindi parlava appassionatamente della continuazione dell’importante lavoro di Steve. “Come famiglia vogliamo assicurarci che la missione di papà continui nel futuro, e credo davvero che siamo stati messi su questo pianeta per una ragione e uno scopo: creare un cambiamento positivo in modo che le generazioni future possano avere un mondo meraviglioso ,” ha continuato. L’amante degli animali australiano ha continuato a soprannominare la famiglia Irwin “Wildlife Warriors”, il nome dell’organizzazione fondata da sua madre e suo padre nel 2002. Oggi, Bindi è nel consiglio di amministrazione.

Robert Irwin ha contribuito a realizzare il sogno della mostra in Africa di suo padre

Il Sunshine Coast Daily del Queensland ha rivelato che a volte Robert Irwin era “inconsolabile” per suo padre da bambino, ma ha comunque fatto la sua parte per onorare l’eredità di Steve Irwin. All’età di 7 anni Robert si è unito alla sua famiglia all’inaugurazione della mostra sull’Africa dell’Australia Zoo, “realizzando la prima fase di un grande sogno del defunto Crocodile Hunter”, ha detto il quotidiano australiano. Oggi quel sogno è completo: le pianure aperte della mostra sull’Africa pullulano di zebre, giraffe, ghepardi, rinoceronti e altro ancora.

Naturalmente, sono i coccodrilli per cui Steve rimane prevalentemente conosciuto. Incredibilmente, ha iniziato a lottare con i coccodrilli quando aveva solo 9 anni (“Suo padre, un idraulico che aveva aperto un piccolo parco di rettili sulla costa del Queensland, gli ha insegnato a inseguire i salti di notte e a trascinarli fuori dall’acqua”, Smithsonian Magazine confermato), e suo figlio non era molto dietro di lui. Come sua sorella prima di lui, Robert aveva 10 anni quando ha partecipato al suo primo mangime per coccodrilli, un vero e proprio “diritto di passaggio”, come ha detto alla CBS. All’età di 15 anni, Robert faceva i feed da solo. “Tutto l’allenamento con i coccodrilli che ho fatto, e ora di fare i feed da solista, mi sento decisamente vicino a papà perché era davvero la sua passione”, ha detto a Stuff.

Bindi Irwin ha fatto Ballando con le stelle per rendere orgoglioso suo padre

Bindi Irwin aveva solo 17 anni quando è apparsa in “Ballando con le stelle” nel 2015, ma l’adolescente australiana ha spazzato via la vecchia competizione settimana dopo settimana. Lei e il suo partner professionista Derek Hough hanno fatto crollare la casa quando si sono esibiti al “Crocodile Rock” di Elton John la sera dell’apertura, con Hough che indossava persino il kaki come tributo a Steve Irwin. Secondo Bindi, suo padre adorava guardarla ballare. “Mia madre ha sempre detto che ogni volta che papà mi guardava ballare intorno allo zoo, piangeva”, ha rivelato nello show. “Penso che la vera ragione per cui lo sto facendo sia renderlo orgoglioso”.

Bindi ha continuato a fare proprio questo, raggiungendo la finale della stagione 21 e vincendola enfaticamente. Le routine di Bindi hanno segnato un perfetto 30 su 30 durante la notte, e quando E! La giornalista Sibley Scoles l’ha raggiunta dopo l’evento, ha chiesto all’australiano quanto fosse importante la sua vittoria per l’eredità della famiglia Irwin. “Per noi, vogliamo davvero assicurarci che l’eredità e il messaggio di papà continuino”, ha detto Bindi prima di rivelare di aver convertito il suo compagno di ballo. “Derek è diventato ufficialmente un Wildlife Warrior ora e stiamo conquistando il pianeta, facendo tutto il possibile per fare la differenza”.

Robert Irwin ha canalizzato suo padre durante il suo debutto televisivo a tarda notte

L’annuale cena di gala Steve Irwin di Los Angeles è “una celebrazione della vita e dell’eredità dell’originale Wildlife Warrior”, secondo il sito web ufficiale dell’evento; nel 2017, il figlio del defunto ambientalista è volato presto negli Stati Uniti per promuoverlo. Fu durante questo viaggio che fece il suo debutto televisivo a tarda notte, affascinando tutti in un memorabile episodio di “The Tonight Show Starring Jimmy Fallon”. È stato un momento enorme per il 13enne esperto. “Mio padre era in ‘The Tonight Show’ molto tempo fa”, ha detto a Fallon, “quindi è davvero bello poter seguire le sue orme, è davvero fantastico!”

Come tutti coloro che guardano in giro per il mondo, il conduttore è rimasto sbalordito da quanto Robert Irwin fosse simile a suo padre, non solo nell’aspetto, ma nel suo entusiasmo per la fauna selvatica. “È così bello vederti così, in realtà sei tuo padre”, ha detto Fallon, che è stato costretto da un serpente e coccolato da un bradipo durante il segmento. L’esilarante apparizione dell’adolescente australiano nello show è diventata rapidamente virale, ed è stato invitato più volte da allora, di solito alzando la posta quando si tratta degli animali strani e meravigliosi che porta con sé.

I figli di Steve Irwin hanno partecipato alla cerimonia sulla Hollywood Walk of Fame in suo onore

Quando Robert Irwin è tornato a “The Tonight Show Starring Jimmy Fallon” nel 2018, non era solo in America per fare i giri televisivi a tarda notte. Lui, sua sorella e sua madre erano negli Stati Uniti per un motivo molto speciale: l’inaugurazione della stella postuma di Steve Irwin sulla Hollywood Walk of Fame. “È stato un onore così straordinario”, ha detto l’adolescente vestito di kaki a Fallon. “Un vero, vero onore per noi, perché è uno dei pochi ambientalisti premiati sulla Walk of Fame. Quindi è fantastico continuare il suo messaggio e mantenere vivo il suo sogno”.

Robert ha continuato rivelando che la posizione di suo padre sulla Walk of Fame è vicina alla star di Johnny Cash, da cui a quanto pare Steve sarebbe stato davvero entusiasta. “Ogni volta che andavamo in campeggio, papà si sedeva accanto al fuoco e cantava Johnny Cash”, ha ricordato Robert. “Quella era la sua cosa. Quindi, è davvero speciale.” È stata una giornata emozionante per lui e sua sorella, che piangevano mentre si rivolgeva alle persone che erano venute a festeggiare con loro. “Devo dirti che non ho mai immaginato nei miei sogni più sfrenati che questo sarebbe diventato realtà, e questo è un tale onore come famiglia continuare sulle orme di papà”, ha detto Bindi Irwin (tramite Entertainment Tonight).

Il “lavoro importante” di Steve Irwin è al centro dello spettacolo della sua famiglia

Nel 2018, la famiglia di Steve Irwin è tornata in TV con la loro nuova serie Animal Planet “Crikey! It’s the Irwins”, che segue loro e gli abitanti del loro zoo famoso in tutto il mondo mentre affrontano la loro vita quotidiana. Quando la rete (che si è sempre “mantenuta in contatto” con la famiglia dopo la morte di Irwin, ha detto sua moglie) ha confermato che era interessata a fare un nuovo spettacolo che ribadisse l’importanza del messaggio del defunto ambientalista, i suoi figli erano a bordo in un baleno . “Non vediamo l’ora di condividere la nostra storia con voi mentre continuiamo l’importante lavoro di papà”, Bindi Irwin ha twittato. “Sembra un bellissimo nuovo capitolo di vita.”

La famiglia ha trovato il tempo per sedersi con The Hollywood Reporter mentre promuoveva lo spettacolo negli Stati Uniti e Robert Irwin ha confermato che si sentiva allo stesso modo. “Bindi e io ci sentiamo davvero fortunati di essere in una posizione in cui possiamo ispirare così tante persone e mantenere davvero vivi la missione di papà e il suo sogno, perché era totalmente la persona più appassionata ed entusiasta del pianeta quando si trattava di fauna selvatica, e lui ha davvero instillato quella passione in noi”, ha rivelato. Per Bindi, mantenere lo zoo in funzione giorno per giorno fa parte di questa missione. “È quasi come se ogni giorno fosse un tributo alla sua vita”, ha detto alla CBS.

Il nome della figlia di Bindi Irwin è un omaggio al suo feroce padre

Purtroppo, il matrimonio di Bindi Irwin con il fidanzato americano di lunga data Chandler Powell non è andato come previsto nel 2020. Le nozze sono state vittime di alcuni riarrangiamenti dell’ultimo minuto a causa della nuova pandemia di coronavirus, e poi la coppia ha dovuto cambiare nuovamente i piani quando sono iniziati gli elicotteri della stampa. volteggiare sopra l’Australia Zoo, spaventando gli animali nella mostra sull’Africa. Il sogno di Bindi di sposarsi nella savana africana dello zoo è stato infranto dai papà, ma nulla potrebbe rovinare la notizia della sua gravidanza pochi mesi dopo. “Anche se vorrei che Steve fosse qui per condividere questo bellissimo momento, so che sarebbe così orgoglioso”, Terri Irwin twittato dopo che le è stato detto che sarebbe diventata nonna.

Bindi ha rivelato il nome di sua figlia il 25 marzo 2021, il primo anniversario del suo matrimonio: Grace Warrior Irwin Powell. “Il nostro grazioso guerriero è la luce più bella”, ha sottotitolato a foto di Twitter della famiglia felice. “Grace prende il nome dalla mia bisnonna e dai parenti della famiglia di Chandler risalenti al 1700. Il suo secondo nome, Warrior Irwin, è un tributo a mio padre e alla sua eredità come il più incredibile Wildlife Warrior”. La nascita di Grace (che ha già i suoi pantaloni color kaki Australia Zoo) è stata documentata nello speciale spin-off di Bindi e Chandler “Crikey! It’s a Baby”.

Non si tratta di Steve Irwin, si tratta del suo messaggio

Bindi Irwin ha affermato in più occasioni che la fama non è mai stata importante per suo padre. Steve Irwin è stato fatto per lo schermo, certo, ma ha creato i suoi spettacoli con l’unico scopo di cambiare l’atteggiamento nei confronti della conservazione. “Era sempre solito dire: ‘Non mi interessa se le persone si ricordano di me, ma mi interessa se le persone ricordano il mio messaggio e quello che rappresentavo'”, ha detto Bindi a E! Notizie dopo aver vinto “Ballando con le stelle” nel 2015. “Questo è ciò a cui abbiamo dedicato la nostra vita”. Bindi ha detto più o meno la stessa cosa quando ha parlato con BuzzFeed News nel 2019, sottolineando la continua importanza del lavoro di suo padre sul suo status di celebrità.

Ovviamente, anche se a Steve non importava molto di essere ricordato, i suoi figli pensano ancora a lui tutto il tempo. “Mi manca ogni minuto di ogni giorno, specialmente in quei momenti importanti della mia vita e in quello che sarebbe stato il suo compleanno”, ha detto Robert Irwin allo “Studio 10” australiano (tramite il Daily Mail).

Il 4 settembre è un’altra data difficile per gli Irwins. Invece di soffrire, tuttavia, la famiglia celebra la sua vita il giorno in cui è morto, e nel 2020 suo figlio ha segnato l’occasione facendo la cosa più Steve Irwin di sempre: rintracciare e taggare i coccodrilli. “Questa ricerca è stata tutta iniziata da papà e fino ad oggi utilizziamo ancora gli stessi metodi di acquisizione che ha creato”, ha detto in un post su Instagram.

Robert Irwin continua l’eredità di suo padre attraverso la sua fotografia

Il fatto che Robert Irwin viva allo zoo australiano gli dà un netto vantaggio rispetto a molti fotografi naturalisti, ma il figlio di Steve Irwin ha chiaramente un talento naturale per fotografare gli animali in azione. Ha iniziato a scherzare con “una piccola fotocamera inquadra e scatta” all’età di 6 anni, ha detto all’Australian Geographic. “Da lì, il mio amore per la fotografia si è sviluppato e ora porto con me la mia attrezzatura fotografica ovunque”, ha spiegato.

Robert ha scattato alcune foto incredibili di serpenti e coccodrilli, anche se in realtà è la fotografia di un rinoceronte che ha catturato durante una visita al progetto di conservazione della famiglia in Kenya di cui è più orgoglioso. “Una delle esperienze più commoventi che ho avuto è stata quando ho fotografato l’ultimo maschio di rinoceronte bianco settentrionale”, ha condiviso Robert, che sta usando le sue abilità con una macchina fotografica per spingere il messaggio del suo defunto padre. Il progetto Kenya “è anche la casa degli ultimi tre rinoceronti bianchi settentrionali esistenti, quindi è stato incredibile vedere l’ultimo maschio, di nome Sudan”, ha aggiunto. Robert ha anche detto che essere lì è stato triste e che spera che il suo lavoro porti l’attenzione sul problema del bracconaggio.

I ragazzi di Irwin stanno anche facendo la loro parte per aiutare gli animali in via di estinzione in Sud Africa, dove Bindi Irwin ha trascorso del tempo con l’unità anti-bracconaggio tutta al femminile, i Black Mambas.

I figli di Steve Irwin lo hanno reso orgoglioso durante i devastanti incendi boschivi in ​​Australia

Non sono solo gli animali che Robert Irwin fotografa. Al figlio di Steve Irwin piace scattare foto nella giungla urbana ogni volta che si trova in una città e nel 2021 ha vinto un ambito premio fotografico per un’immagine drammatica di un furioso incendio boschivo australiano. L’immagine, intitolata “A Line of Fire”, è stata catturata da un drone sopra la Steve Irwin Wildlife Reserve del Queensland.

Il figlio sosia di The Crocodile Hunter ha battuto la dura concorrenza di altri 24 finalisti per aggiudicarsi il Wildlife Photographer of The Year People’s Choice Award, un grande onore per l’adolescente. “Ritengo che sia particolarmente speciale che questa immagine venga premiata, non solo come un profondo onore personale, ma anche come un promemoria del nostro effetto sul mondo naturale e della nostra responsabilità di prenderci cura di esso”, ha detto Robert dopo la sua vittoria, per il BBC.

Quella era la seconda volta che Robert appariva nei notiziari per ragioni legate agli incendi boschivi. Nel 2019 è iniziata un’ondata di incendi che avrebbe consumato il 37% del territorio del parco nazionale nel Nuovo Galles del Sud. I ragazzi di Irwin “onore[ed] la sua eredità aiutando oltre 90.000 animali” colpiti dalla carneficina, ha detto l’Irish Mirror. “Con così tanti incendi devastanti in Australia, il mio cuore si spezza per le persone e la fauna selvatica che hanno perso così tanto”, ha detto Bindi Irwin in un post su Instagram.

I figli di Steve Irwin hanno già raggiunto il suo “obiettivo finale”

Secondo un video straziante del defunto Steve Irwin che sua figlia ha condiviso tramite Instagram nel 2018, i suoi figli hanno già raggiunto il suo “obiettivo finale” nella vita. Nella clip dissotterrata (che Bindi Irwin aveva appena visto per la prima volta lei stessa pochi giorni prima), l’ambientalista piange quando gli viene chiesto dei suoi piani futuri. “C’è qualcosa in questo mondo che mi farebbe venir voglia di dare via quello che faccio ora? Sì, c’è. Quando i miei figli possono prendere il pallone che chiamo ‘conservazione della fauna selvatica’ e farlo funzionare”, ha proclamato. “Quando saranno pronti per svolgere la nostra missione, mi farò volentieri da parte”.

Un emotivo Steve continua a rivelare che il suo obiettivo finale è sempre stato quello di far indossare ai suoi figli il kaki e diffondere la sua parola, cosa che Bindi e Robert Irwin hanno fatto con tutto il cuore. “Vi garantisco che sarà il momento più orgoglioso della mia vita e il mio lavoro sarà finito”, ha continuato. “Allora e solo allora saprò di aver raggiunto il mio obiettivo finale: essere in grado di stare da parte e lasciare che loro svolgano la nostra missione”. Per Bindi, la clip ha confermato le sue scelte di vita e l’ha spronata a fare ancora di più in futuro. “Prometto di fare del mio meglio per renderti orgoglioso e assicurarmi che la tua eredità viva per sempre”, ha sottotitolato il post. Con sua madre, suo fratello e suo marito al suo fianco, non può fallire.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui