Viola Davis non è estranea a fare notizia per le sue incredibili capacità di recitazione, e ha recitato in molti film di successo come “The Help” e “Fences”. In effetti, la Davis è “l’attrice nera più nominata nella storia degli Oscar” secondo IndieWire. Chiaramente, lei sa cosa sta facendo. Tuttavia, la star si è trovata a ricevere critiche piuttosto che elogi ad aprile per la sua interpretazione dell’ex First Lady Michelle Obama nella serie Showtime “The First Lady”.

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

Dopo aver catturato alcune immagini fisse e riprese live-action di Davis nei panni di Obama, i social media si sono scatenati su come la Davis ha increspato le labbra. Anche se era caratteristico di Obama arricciare le labbra, molti fan hanno ritenuto che la Davis fosse un po’ troppo increspata. Forse possiamo semplicemente riferirci ad esso come “lipgate”? Una persona twittato il 17 aprile“Michelle Obama non ha increspato le labbra così tanto. Ciò che ha posseduto Viola per pensare che avrebbe dovuto farlo in ogni scena.” Un’altra persona ha twittato“Emma Corrin è stata in grado di ottenere la giusta quantità di manierismi di Sua Altezza Reale la Principessa del Galles senza che sembrassero esagerati o sciocchi”.

Dopo che le reazioni di molti fan sono diventate virali sui social media, lipgate è stato oggetto di molti titoli. Davis ha sentito attraverso la vite quello che la gente dice su di lei, e indovina un po’? Non ne è molto felice.

Viola Davis non si riserva nulla

Viola Davis non ha intenzione di lasciare che gli haters piovano sulla sua parata. L’attore ha avuto alcune parole scelte per coloro che hanno criticato la sua interpretazione di Michelle Obama. Avviso spoiler: non ne è affatto felice. Quando BBC News ha chiesto a Davis cosa ne pensasse delle critiche sui titoli dei titoli, lei non ha trattenuto nulla, dicendo che è “incredibilmente doloroso quando le persone dicono cose negative sul tuo lavoro”. Ma ha aggiunto che la critica è un “rischio professionale” nel settore. “Come si fa a passare dal dolore, dal fallimento?” chiese Davide. “Ma devi. Non tutto sarà una performance degna di un premio.”

Davis non è stato timido quando si tratta di parlare di rimpianti riguardo ai ruoli. Nel 2018, l’attore ha dichiarato al New York Times di essersi pentita del suo ruolo nel film di successo del 2011 “The Help”, ma per ragioni diverse dalla sua interpretazione di Obama. “Sentivo che alla fine della giornata non si sentivano le voci delle cameriere. Conosco Aibileen. Conosco Minny. Sono mia nonna. Sono mia madre”, ha detto allo sbocco . “E so che se fai un film in cui l’intera premessa è, voglio sapere cosa si prova a lavorare per i bianchi e allevare bambini nel 1963, voglio sentire come ti senti davvero al riguardo. Non ho mai l’ho sentito nel corso del film”. Predicare!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui