La boy band K-Pop conosciuta come BTS è uno dei gruppi musicali più famosi al mondo, e quel tipo di celebrità è destinata a suscitare molti scandali e consensi. Caso in questione: il dramma legale connesso a un incidente automobilistico dell’ottobre 2019 che coinvolge il membro Jungkook. Ma lo status di celebrità della band può anche essere usato per sempre, ei Bangtan Boys stanno facendo la differenza collaborando con il Serie di corse automobilistiche elettriche ABB FIA Formula E. come ambasciatori globali che “faranno luce su importanti questioni sociali e aumenteranno la consapevolezza del cambiamento climatico”.

La serie di corse ha già accolto ai suoi eventi star come Leonardo DiCaprio, Diane Kruger e Orlando Bloom. In una dichiarazione (via Varietà), La Formula E ha parlato di una corsa globale per salvare il pianeta. “Con l’inquinamento atmosferico che rappresenta oggi il più grande rischio ambientale per la salute umana e causa più morti ogni anno che fumare sigarette (secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità), sia la Formula E che i BTS sperano di ispirare la prossima generazione e milioni di giovani fan ad abbracciare energia pulita e diventare futuri conducenti di veicoli elettrici “. Secondo il dirigente della Formula E Jamie Reigle, “i BTS hanno coltivato una base di fan impegnata che è molto appassionata di questioni sociali e condividiamo il desiderio comune di aumentare la consapevolezza della minaccia del cambiamento climatico”.

I BTS hanno una storia di aiuto

I fan dei BTS sono andati su Twitter per applaudire la partnership con l’auto elettrica del gruppo. “I BTS UTILIZZANO IL LORO STATUS PER PRESENTARE LA CONSAPEVOLEZZA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI MENTRE SEMBRANO FOLLE POTENTI MENTRE LO FANNO ?? CHE È CALDO” twittato un seguace. Il gruppo sta chiaramente cambiando marcia per l’ambiente, ma questa non è la prima volta che le superstar del K-Pop sfruttano la loro notorietà per una causa importante. In un mare di inquietanti controversie K-Pop, una delle tante verità non raccontate sui BTS riguarda i suoi sforzi filantropici.

Il gruppo ha unito le forze con il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) come parte della campagna “Love Myself” dell’organizzazione. Nel settembre 2018, il membro dei BTS RM ha tenuto un discorso accorato alle Nazioni Unite sulle sue lotte personali con l’identità e l’accettazione. “Sono arrivato ad amare me stesso per quello che sono, per quello che ero e per quello che spero di diventare”, ha detto. RM ha anche incoraggiato gli altri a trovare la propria voce. “Vorrei chiedere a tutti voi: come ti chiami? Cosa ti eccita e ti fa battere il cuore? Raccontami la tua storia. Voglio sentire la tua voce e voglio sentire la tua convinzione. Non importa chi sei, da dove vieni, il colore della tua pelle, la tua identità di genere, parla solo te stesso “.

Parole sagge che vale la pena condividere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui