Questo articolo menziona la tossicodipendenza, le accuse di abusi domestici e un disturbo alimentare.

È facile immaginare che una vita a Hollywood significherebbe una strada lastricata d’oro. Le comodità della ricchezza e della fama avrebbero presumibilmente spazzato via molti fattori di stress che colpiscono la persona media. Crescere in un ambiente di accesso e ricchezza non significherebbe una vita più facile e di maggior successo?

?s=109370″

Questo potrebbe certamente essere il caso di alcuni bambini di Hollywood. Abbiamo visto i figli di A-listers attingere a iniziative creative e sfruttare ciò che i loro genitori offrivano loro. Guarda Dan Levy, il figlio di Eugene Levy, diventato famoso a pieno titolo grazie alla popolarità della serie “Schitt’s Creek”, o Lily-Rose Depp, figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis, che è un grande successo in Francia e Industrie cinematografiche americane.

Ma ci sono altri casi in cui i ragazzi di Hollywood semplicemente non potrebbero essere all’altezza della carriera dei loro genitori, creando invece scompiglio e stress per le loro famiglie famose. Alcuni parlavano spazzatura dei loro famosi genitori mentre altri portavano attenzioni indesiderate sulla famiglia. Altri ancora hanno avuto problemi nella loro vita da adulti, resi ancora più difficili quando i riflettori sono puntati su di loro, grazie alle loro celebrità.

Cameron Douglas ha trascorso del tempo in prigione

Cameron Douglas, figlio dell’attore Michael Douglas e della produttrice Diandra Luker, ha lottato con una tossicodipendenza ed è andato in prigione per spaccio di droga. Suo nonno era la famosa icona di Hollywood Kirk Douglas, quindi il lignaggio di Hollywood risaliva a molto tempo fa. Nonostante l’accesso e il privilegio di un tale pedigree, la dipendenza di Cameron ha capovolto la sua intera vita. “La dipendenza ha iniziato davvero a devastare la mia vita intorno ai 20 anni”, ha detto a Variety. “A quel punto, ho avuto una fiorente carriera cinematografica e una carriera da DJ piuttosto di successo… Poi ho iniziato a iniettarmi cocaina e in un breve lasso di tempo la mia vita è stata letteralmente distrutta”.

Cameron ha spiegato che stava lavorando a un film poco dopo aver iniziato a fare l’eroina, ma quando ha esaurito la sua scorta, è diventato “malato di droga” durante le riprese. Suo padre è intervenuto e ha detto che avrebbe aiutato, ma Cameron ha rifiutato l’offerta. “La mia lealtà era verso la mia dipendenza”, ha aggiunto.

Nel 2009, è stato arrestato “per possesso di crystal meth”, secondo il New York Times, scontando una pena detentiva di quasi 8 anni. Cameron è stato rilasciato nel 2016 e quattro anni dopo ha pubblicato il suo libro di memorie, “Long Way Home”, per condividere la traiettoria rocciosa dei suoi anni da adulto. La famosa famiglia Douglas era preoccupata per il libro rivelatore di Cameron? “Sono sicuro che fossero preoccupati, ma l’ironia è che è stato mio padre a spingermi davvero a scrivere questo libro”, ha detto a Variety, nella speranza di poter aiutare gli altri.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Le continue buffonate di Charlie Sheen

Charlie Sheen, nato dagli attori Martin e Janet Sheen e fratello dell’attore Emilio Estévez, è stato a lungo un argomento di conversazione per le sue buffonate e comportamenti. È difficile individuare uno o due episodi della sua vita di dipendenza e recitazione. Nel 1990, è andato in riabilitazione, come riporta USA Today, solo per affrontare altri eventi turbolenti. Il suo allora fidanzato (l’attore Kelly Preston) è stato colpito a un braccio e i resoconti sono confusi su chi fosse il responsabile. Poco dopo è stato legato alla famosa signora Heidi Fleiss per la sua adescamento alla prostituzione, e più tardi nella sua vita, ha detto al Guardian di aver dormito con oltre 5.000 persone diverse. A Sheen è stato successivamente diagnosticato l’HIV.

Oltre alle notizie sulla tossicodipendenza di Charlie Sheen, ha anche fatto notizia per aver abusato fisicamente dell’allora fidanzata Brittany Ashland. Più tardi, quando ha divorziato da Denise Richards, ha anche rivendicato abusi fisici e verbali, secondo USA Today. Sheen è stato arrestato con accuse simili nel 2009 quando lui e l’allora moglie Brooke Mueller hanno avuto una disputa. Il suo comportamento ha avuto un grande tributo professionale, non sorprende.

Nel 2011, ha citato in giudizio la Warner Bros. Studio e Chuck Lorre dopo essere stato licenziato da “Due uomini e mezzo”. La Warner Bros. ha scritto agli avvocati di Sheen in una lunga lettera (ottenuta da TMZ): “Il tuo cliente è stato coinvolto in una condotta pericolosamente autodistruttiva e sembra essere molto malato”. Nell’ottobre 2014 è stato citato in giudizio per aver presumibilmente aggredito fisicamente un odontotecnico, e non è nemmeno finita. Dove lo lascia? Con molte ammende, senza dubbio.

Se tu o qualcuno che conosci avete a che fare con abusi domestici, potete chiamare la National Domestic Violence Hotline al numero 1-800-799-7233. Puoi anche trovare ulteriori informazioni, risorse e supporto all’indirizzo il loro sito web.

La tragica storia di Christian Brando

Christian Brando ha avuto una vita turbolenta sin dall’inizio. I suoi genitori, gli attori di Hollywood Marlon Brando e Anna Kashfi, hanno fatto notizia sulla loro instabile battaglia per la custodia per lui, osserva The Hollywood Reporter. Quando aveva 13 anni, Christian ha appiccato un incendio nel dormitorio della sua scuola ed è stato poi rapito. È stata sua madre ad orchestrare il rapimento mentre Christian era sotto la custodia di suo padre. Una fonte ha affermato che l’evento è stato così angosciante per Christian che ha iniziato ad acquistare armi per la profonda paura di un altro rapimento, secondo The Guardian.

Al liceo, Christian ha iniziato a fare uso di droghe e successivamente ha abbandonato. Mentre è rimasto vicino a suo padre e gli è stata data una casa dalla star di “Il Padrino”, ha anche trovato travolgente la fama di suo padre. “È un carico molto pesante, essere chiamato Christian Brando”, ha detto il produttore Carmine De Benedittis.

Le cose sono diventate mortali il 16 maggio 1990, quando la sorellastra di Christian, Cheyenne Brando, gli ha detto che Dag Drollet, il suo ragazzo e il padre del suo bambino non ancora nato, aveva subito abusi fisici. Christian ha avuto un alterco e ha sparato a Dag, che è morto. Christian ha affermato che si è trattato di un incidente, ma in seguito è stato dimostrato falso, quindi è stato condannato a 10 anni di prigione ma ha dovuto rimanere solo quattro e mezzo (tramite il Washington Post). Dopo il suo rilascio, Christian ha sofferto di dipendenza ed è stato accusato di aver abusato fisicamente della sua allora moglie, Deborah Presley. Nel 2005, Christian ha dovuto affrontare un senzatetto e in seguito ha sviluppato una doppia polmonite ed è morto a 49 anni.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

L’overdose di Stephanie Bongiovi

Jon Bon Jovi e sua moglie, Dorothea Hurley, hanno accolto la loro prima figlia, Stephanie Bongiovi, il 31 maggio 1993, secondo Closer Weekly. La coppia ha avuto altri tre figli, tutti maschi, dopo Stephanie.

Quando era una studentessa di 19 anni all’Hamilton College nello stato di New York, Stephanie ha assunto un’overdose di eroina. Per fortuna, il suo amico Ian Grant ha chiamato i servizi di emergenza sanitaria (secondo il Daily News). La legge 911 sul buon samaritano dello Stato di New York era appena stata approvata; prima di allora, le persone avrebbero potuto affrontare conseguenze legali per il possesso di droga, il che significava che le persone erano riluttanti a chiedere aiuto nei casi di overdose. Secondo il Dipartimento della Salute dello Stato di New York, la “Legge del buon samaritano consente alle persone di chiamare i servizi di emergenza sanitaria senza timore di arresto se hanno un’overdose di droga o alcol che richiede cure mediche di emergenza o se assistono a un’overdose di qualcuno”.

Bon Jovi ha parlato con Metro dell’esperienza e della forma di eroina usata all’epoca. “Non era quello che si vede nei film”, ha detto, riferendosi all’uso endovenoso. “È una forma di pillola a cui questi ragazzi hanno accesso. È stata la prima e, si spera, l’ultima volta”. All’inizio dell’intervista, ha detto che Stephanie stava bene: “È in buona salute. Il dono più grande che ho è di averla. Ce la faremo. È stato uno shock per tutti e speriamo di imparare da questi lezioni di vita.”

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Tallulah Willis si è “punita” per non assomigliare a Demi Moore

Tallulah Willis, figlia di Demi Moore e Bruce Willis, ha parlato della sua lotta contro la dipendenza e un disturbo alimentare. Su Instagram nel luglio 2017, Tallulah ha pubblicato una foto di ritorno al passato. “3 anni fa ero un fagiolino malnutrito con dolori che echeggiavano in tutta la mia anima”, ha iniziato. “Tuttavia, le grida interne per curare le mie ferite più profonde e piene di vesciche sono cadute ripetutamente nel vuoto. … L’autoannientamento alimentato dai farmaci mi ha lasciato un guscio e il mondo muto”.

Tallulah ha parlato della sua battaglia contro la dipendenza in “Red Table Talk” con Jada Pinkett Smith, Willow Smith e Adrienne Banfield-Jones mentre si univano alla mamma Demi Moore e alla sorella Rumer Willis. Tallulah ha raccontato come una mattina sua sorella minore, Scout Willis, sia entrata nella sua stanza. “Avevo preso un mucchio di codeina e avevo fatto un mucchio di cocaina quella mattina, e Scout non poteva svegliarmi”, ha detto. “Non avevo riguardo per la mia vita, non mi interessava”, ha detto in seguito Tallulah.

In un post Instagram altrettanto vulnerabile del maggio 2021, Tallulah ha scritto: “Mi sono punito per non assomigliare a mia madre, dopo che mi è stato detto che lo ero [Bruce Willis’] gemella dalla nascita — mi sono risentita per la somiglianza perché credevo che il mio viso “maschile” fosse l’unica ragione della mia non amabilità — FALSO!” Ha poi condiviso tutte le cose utili che fa per praticare la cura di sé e ha offerto un messaggio di speranza per lei seguaci.

Se stai lottando con un disturbo alimentare o conosci qualcuno che lo è, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della National Eating Disorders Association oppure contatta la Live Helpline di NEDA al numero 1-800-931-2237. Puoi anche ricevere assistenza in caso di crisi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 via SMS (inviare NEDA al numero 741-741).

Theodora Richards vandalizza un convento a New York City

La modella Theodora Richards, figlia del musicista e attore Keith Richards e della modella Patti Hansen, è stata accusata a New York City di possesso di droga e vandalismo nel 2011. È stata catturata dalla polizia mentre disegnava “T cuori A” sul lato di un convento, il Note indipendenti. La polizia ha trovato sulla sua persona sia la marijuana che l’idrocodone oppiaceo, tipicamente usato come antidolorifico.

“Spero di non finire nei guai per questo”, avrebbe detto alla polizia in quel momento. In realtà non si è messa nei guai. Un giudice ha archiviato il caso fintanto che Theodora ha completato due giorni di servizio alla comunità, ha riferito l’Independent. A quel tempo, uno degli avvocati di suo padre dichiarò che Theodora non aveva problemi con l’uso di droghe, dicendo che era “pulita come la neve”.

Tuttavia, alcuni anni dopo, nel 2015, il Daily News ha riferito che Theodora si è iscritta a un programma di trattamento di 30 giorni per l’uso di droghe presso il Silver Hill Hospital nel Connecticut. Secondo quanto riferito, la sua visita è stata un successo. “Era lì per droga”, ha detto una fonte all’outlet. “All’inizio il suo umore variava di giorno in giorno, poi è uscita sembrando davvero felice e di buon umore”. La fonte ha anche affermato che Theodora era gentile e rilassata al centro e non faceva alcun riferimento alla sua famosa famiglia o al fatto che suo padre fosse un membro dei Rolling Stones. Preferiva mantenere un profilo basso.

Weston Coppola Cage ha cercato di dare una svolta alla sua vita

Nicolas Cage, nipote del regista Francis Ford Coppola, ha accolto il figlio Weston Coppola Cage con Christina Fulton nel 1990. Apparentemente Weston ha incontrato Nikki Williams in riabilitazione e si sono sposati nell’aprile 2011, ma nel luglio dello stesso anno Weston e sua moglie sono stati arrestati il accuse di violenza domestica. Più tardi, Weston ha definito l’incidente “un enorme malinteso” su Facebook e ha incolpato l’alcol. Ha affermato che Williams era a rischio di autolesionismo, quindi è intervenuto per trattenerla (tramite ABC News). Weston in seguito annunciò che avrebbero divorziato.

Weston ha poi sposato Danielle Cage e hanno accolto un figlio, Lucian Augustus, nel 2015. Ha detto a People che suo figlio lo ha ispirato a diventare sobrio. “È arrivato al punto in cui la gente pensava che stessi scavando la mia tomba”, ha detto Weston. “Lucian ha salvato entrambe le nostre vite e siamo molto fortunati ad averlo. È solo un momento molto gioioso in questo momento.” Successivamente hanno accolto il figlio Sorin. Dopo che lui e Danielle hanno divorziato, Weston ha sposato Hila Aronian e la coppia è genitori di due gemelle Cyress e Venice.

Nel 2017, Weston è stato accusato di “DUI e due conteggi di mordi e fuggi” dal procuratore della città di Los Angeles, secondo TMZ, con un livello di alcol nel sangue che si è registrato a .15. Per la cronaca, la guida di un veicolo in California con un livello di alcol nel sangue di 0,08% o più è illegale. I rapporti della polizia dell’epoca affermavano che Weston ha colpito i segnali stradali, le cassette delle lettere e le auto parcheggiate, sbattendo infine il suo veicolo contro un albero.

Se tu o qualcuno che conosci avete a che fare con abusi domestici, potete chiamare la National Domestic Violence Hotline al numero 1-800-799-7233. Puoi anche trovare ulteriori informazioni, risorse e supporto all’indirizzo il loro sito web.

Le continue lotte di Redmond O’Neal

Il figlio di Farrah Fawcett e Ryan O’Neal, Redmond O’Neal, ha fatto “una settimana di follia criminale” nel maggio 2018, secondo Radar, ed è stato arrestato per tentato omicidio. Ha aggredito fisicamente cinque uomini diversi e ha rapinato un negozio 7-Eleven mentre si trovava nella zona di Venice Beach. In prigione, Redmond è stata esaminata dalla dottoressa Annette Ermshar, che ha notato che Redmond avrebbe sentito delle voci. Aveva tre diagnosi che potevano essere esacerbate solo dall’abuso di alcol e droghe – disturbo bipolare, disturbo antisociale di personalità e schizofrenia – e non era competente per un processo nell’autunno 2019. Redmond è stato trasferito dal carcere a un ospedale statale.

Secondo una pubblicazione successiva di Radar, Redmond sarebbe stato in riabilitazione diverse volte, a partire dalla sua adolescenza. È stato anche arrestato nel 2008 e di nuovo nel 2011 per possesso di droga. Dopo l’arresto del 2011, a Redmond è stato ordinato di completare un periodo di prova di 5 anni e un anno di cure. Nel 2015 è stato condannato al carcere per aver violato la libertà vigilata, ma è stato rilasciato nel 2016.

Dopo la morte di Farrah Fawcett, il padre di Redmond, Ryan O’Neal, ha affermato a Vanity Fair: “È stato in 13 rehab. Ha avuto una vita terribile”, rivelando i tristi dettagli della storia di suo figlio e spiegando: “Questo non è un ragazzo privilegiato . Non ha mai avuto soldi, non ha mai avuto una macchina… È stato arrestato in prigione con l’eroina in tasca!” Ryan ha anche detto a People, “[Redmond] non si è mai ripreso dalla perdita di sua madre” (tramite The Hollywood Reporter).

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Indio Downey ha il sostegno di suo padre

Robert Downey Jr. ha parlato apertamente del suo viaggio con la dipendenza e il recupero e in seguito ha parlato di una lotta simile affrontata da suo figlio, Indio Downey, che condivide con l’ex moglie Deborah Falconer. Nel 2014, quando Indio aveva 20 anni, è stato arrestato “con l’accusa di possesso di cocaina e accessori per la droga”, ha riferito il Los Angeles Times.

Robert ha detto a Vanity Fair: “È il figlio di sua madre e mio figlio, ed è uscito dal baratro molto più velocemente di quanto abbiamo fatto noi. Ma questo è tipico nell’era dell’informazione; le cose si accelerano. Ti trovi di fronte a storie, predisposizioni, influenze e sentimenti e traumi inespressi o bisogni che non sono stati soddisfatti, e all’improvviso sei a tre miglia nel bosco”. La star di “Iron Man” ha continuato: “Puoi aiutare qualcuno a uscire da quei boschi? Sì, puoi. Non perdendoti a cercarli”.

Indio è entrato in riabilitazione dopo il suo arresto e ha una famiglia che simpatizza per la situazione. “Robert comprende chiaramente la lotta e, sebbene questa ricaduta sia stata molto sconvolgente per lui, è molto orgoglioso di suo figlio”, ha detto una fonte a People. “Indio vuole davvero rimanere pulito e, qualunque cosa accada, suo padre sarà proprio lì con lui”. Nella sua intervista con Vanity Fair, Robert ha notato la probabile argomentazione a favore della componente genetica della dipendenza, rendendosi conto che dal momento che soffriva di dipendenza da droghe e alcol, non sorprende che anche suo figlio lo facesse.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Jaycee Chan è stato condannato a una pena detentiva

L’attore Jackie Chan è stato coinvolto in uno scandalo in Cina grazie a suo figlio, Jaycee Chan. Nel 2015, Jaycee ha affrontato il tribunale distrettuale di Dongcheng di Pechino dopo essere stato arrestato per aver “fornito un rifugio ad altri per abusare di droghe”, con oltre 100 g di marijuana scoperti nella sua casa (secondo la BBC). Jaycee, che all’epoca aveva 32 anni, si è dichiarato colpevole.

Oltre alla sua pena detentiva di sei mesi, Jaycee ha dovuto pagare l’equivalente di oltre $ 300 dollari USA, per Pagina Sei. “Ho violato la legge”, ha detto in tribunale. “Merito di essere punito. Quando tornerò nella società, non lo farò più”. L’arresto di alto profilo è stato significativo in Cina poiché ha dimostrato che la posizione severa del paese sull’uso di droghe non escludeva le celebrità o le loro famiglie.

La Cina ha notoriamente praticato leggi più severe sull’uso di droghe e, come osserva la CNN, attribuisce l’aumento dell’attività di droga nel paese a luoghi come gli Stati Uniti e il Canada. Liu Yuejin, che ha servito come vicedirettore della China National Narcotics Control Commission, ha affermato nel 2018 che i tassi di consumo di marijuana continuano ad aumentare nel paese. “In due anni, abbiamo riscontrato un aumento del traffico di cannabis dal Nord America alla Cina”, ha detto, menzionando “pochi consumatori di cannabis in Cina”. Alla luce di questi fatti, il protocollo rigoroso per Jaycee potrebbe non essere una grande sorpresa.

Chet Hanks parla della sua dipendenza

Il figlio maggiore di Tom Hanks e Rita Wilson, Chet Hanks, ha ammesso la sua lotta con l’uso di droghe. Su Instagram, ha parlato di come ottenere aiuto e del motivo per cui era lontano dai social media. “Lo so, tipo, il mio nome è stato sui media su di me come se fossi scomparso o essere stato rapito o qualcosa del genere”, ha detto Chet (tramite il Los Angeles Times). “Voglio solo farvi sapere, sono stato in riabilitazione… e sto maledettamente…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui